Bilancia smart pesapersone: le migliori in commercio. Ecco come sceglierle

Bilancia smart pesapersone: la consideriamo amica o nemica? Beh, la bilancia per molti non è esattamente un oggetto associato a dei bei momenti ed a dei bei ricordi. Tuttavia, in fondo in fondo, il suo compito è quello di riportarci per tempo sulla retta via, di correggere il nostro stile di vita prima di pagarne le conseguenze tanto sul piano estetico quanto dal punto di vista della salute.

Ciò è vero soprattutto se si ha a che fare con una bilancia di ultimissima generazione, per l’appunto una bilancia smart pesapersone. Se infatti gli apparecchi standard si limitavano ad avvisarci più o meno garbatamente, per così dire, che avremmo fatto meglio a cambiare rotta, quelli di nuova concezione sono in tal senso molto più utili in quanto capaci di darci indicazioni più complete ed intelligenti sul nostro stato di salute. In che senso? Scopriamolo insieme, nel frattempo però abituiamoci (o rassegniamoci) a considerare nostre amiche le bilance…

Definizione di bilancia smart pesapersone

Ma cos’è una bilancia smart pesapersone? Beh, ovviamente si tratta di un dispositivo pensato per stimare il peso di un individuo; fin qua ci arriviamo un po’ tutti. Ciò che distingue un vecchio modello analogico di bilancia da un prodotto smart è la capacità di quest’ultimo di rilevare dati quali il numero di calorie bruciate o introdotte nell’organismo nel corso di una giornata, il peso della massa ossea o di quella muscolare, il grado di idratazione corporea, oppure ancora la percentuale effettiva di grasso presente sulla silhouette.

Tale congegno può misurare anche i livelli di dimagrimento ottenuti a seguito di un costante allenamento o di una dieta ben congegnata, il quantitativo di glucosio in circolo nel sangue e persino la pressione corporea. In alcuni casi poi può darci una stima del nostro peso forma e persino fungere da contapassi o da cardiofrequenzimetro interfacciandosi con apposite app.

Insomma: quello qui in esame è sicuramente uno strumento molto più preciso rispetto ad una bilancia standard. Tra l’altro questo strumento è anche capace di fornirci molte più indicazioni sullo stato di salute generale del nostro corpo. Ma non è ancora tutto.

Alcuni articoli, i più raffinati, sono persino pensati per attivare una modalità di funzionamento utile a supportare efficacemente le esigenze delle donne in stato interessante; su questo punto però torneremo in seguito. I top di gamma infine sono capaci addirittura di trasformarsi in scrupolosissime bilance pesa neonato. Insomma: a quanto pare è proprio arrivato il momento di mandare definitivamente in pensione la vecchia bilancia analogica!

Come usare una bilancia smart pesapersone?

Ma come si usa una bilancia smart pesapersone? Non si tratta di niente di complicato anche se, ad onor del vero, un apparecchio tradizionale risulta un po’ più immediato da utilizzare. Se insomma un tempo bisognava semplicemente salire sulla bilancia ed aspettare più o meno pazientemente che l’ago finisse di oscillare a destra ed a manca prima di rivelarci impietosamente ogni tipo di responso, le cose adesso sono un po’ cambiate.

Per poter utilizzare un prodotto come quello qui in esame è infatti necessario svolgere qualche passaggio in più. Bisognerà innanzitutto perciò accendere il dispositivo e quindi fornirgli delle indicazioni relative alla persona che si accinge ad adoperare l’apparecchio. In particolare la bilancia smart pesapersone ci interrogherà sull’età, sul sesso e, ovviamente, sull’altezza.

Chiaramente introdurre ogni volta i medesimi dati può risultare un po’ farraginoso oltre che discretamente seccante. Per questo motivo i prodotti più evoluti sono in grado di memorizzare tali informazioni. Anzi, a dirla tutta, molte bilance possono immagazzinare i dati di più persone, persino di una dozzina di individui.

Tali dati verranno poi archiviati con le iniziali della persona in questione o grazie ad altri criteri di memorizzazione. Superato lo step dell’inserimento dati comunque non bisognerà far altro che salire sulla pedana, attendere pazientemente il verdetto e quindi accedere, se necessario, alle altre funzioni previste. Facile, no?

Perché comprare una bilancia smart pesapersone?

Una bilancia smart pesapersone è sicuramente molto più utile rispetto ad una bilancia analogica. Innanzitutto perché grazie a questo strumento, come abbiamo appena visto, è possibile conoscere a fondo il proprio corpo ed i meccanismi che concorrono all’eventuale perdita della forma fisica.

Questo significa che, tanto per noi quanto per i medici che magari ci hanno in cura, diventa sempre più facile capire per quale motivo ingrassiamo, dimagriamo o non riusciamo a recuperare il peso forma. Una bilancia smart pesapersone tra l’altro ci dà anche modo di intervenire in tempo quando si intraprendono delle strade poco salutari o di rendere magari più semplice il recupero della forma fisica dopo una gravidanza.

Inutile dire poi che tutti i dati rilevati sono tendenzialmente molto più precisi di quanto non fossero le informazioni partorite da una semplice bilancia analogica. E poi bisogna anche sottolineare un altro aspetto del problema: le bilance come quelle in esame sono capaci di connettersi ai cellulari, ai tablet ed a molti altri dispositivi digitali di uso comune. Questo significa che è sempre possibile salvare ed archiviare i dati ricavati in modo da sottoporli all’attenzione di uno specialista, di costruire una sorta di schedario personale e quant’altro.

In più l’interazione con questi dispositivi permette anche di utilizzare al meglio alcune app specifiche, spesso ideate dalla stessa casa produttrice della bilancia e finalizzate alla cura della persona, al rimodellamento fisico e così via. Insomma: la domanda non è “Perché comprare una bilancia smart pesapersone?” quanto piuttosto “perché non affrettarsi a comprarne una?”…

Comprare una bilancia smart pesapersone a volte significa salvarsi la vita…

Ma l’utilità di una bilancia smart pesapersone non si esaurisce nell’assolvimento delle funzioni sopra elencate. C’è infatti un altro dettaglio da tenere in considerazione, un dettaglio che può avere risvolti parecchio importanti. Sappiamo tutti che il peso, se eccessivo, può minare lo stato di salute dell’individuo. Stesso discorso vale per la presenza eccessiva di grassi nel sangue. Spesso queste due condizioni combaciano: al verificarsi dell’una riscontriamo anche l’altra.

Alcune persone però rientrano nella categoria del cosiddetto obeso latente. Cosa significa? Beh, all’apparenza il loro corpo è quello di un qualsiasi normopeso, ma in realtà il loro aspetto fisico deriva da una presenza esigua di massa magra ahimè bilanciata, per così dire, da ingenti quantitativi di massa grassa. A volte, a peggiorare la cosa, si aggiunge a questa condizione la rilevazione di una densità ossea subnormale.

Una persona affetta da questo problema, molto probabilmente, non saprà mai di averlo. In poche parole sarà un individuo a rischio che, ingannato dall’illusione di una buona forma fisica, non richiederà mai i servizi di un nutrizionista o di uno specialista in generale. Soltanto un prodotto come quello in esame perciò potrebbe svelargli l’effettiva natura della sua falsa magrezza, metterlo insomma in guardia per tempo e magari salvargli la vita spingendolo a chiedere un consulto medico. Insomma: che altro pretendere da una semplice bilancia?

Bilancia smart pesapersone: come può rilevare dati diversi dal peso?

Certo, a questo punto è quasi naturale chiedersi come possa una semplice bilancia smart pesapersone assolvere a tante funzioni e rilevare tanti dati. Insomma: una volta in possesso delle informazioni riguardanti l’altezza, l’età ed il sesso è facile capire se un individuo appartenga alla categoria dei normopeso o meno, ma per il resto? Beh, per il resto bisogna partire da un po’ più lontano. La bilancia smart pesapersone viene detta anche bilancia impedenziometrica. Ciò perché il suo principio di funzionamento si basa su una scienza poco conosciuta ai più, la bioimpedenziometria.

Tale scienza si occupa di studiare il corpo umano a partire da rilevazioni riguardanti la massa grassa, la massa magra ed i quantitativi di acqua presenti nell’organismo. Ora: il suddetto corpo umano, come tutti sappiamo, è un perfetto conduttore. Questo significa che un qualsiasi impulso elettrico, ovviamente a voltaggio limitato, può attraversarlo senza danneggiarlo.

La bilancia smart pesapersone sfrutta esattamente questa proprietà e basa la sua rilevazione dei dati sulla velocità con cui l’impulso inviato riesce ad attraversare i tessuti e quindi a tornare indietro. La presenza di ostacoli, soprattutto se spessi, rallenterà ovviamente la corsa dell’input.

Quest’ultimo verrà inviato e ricevuto mediante un gruppo di sensori opportunamente collocato al di sotto della pedana. Per tale motivo è importante comprare sempre una bilancia in cui siano ben visibili le orme dei piedi, orme che segnalano il punto esatto in cui disporsi per poter consentire all’apparecchio di utilizzare correttamente la sonda elettrica.

Bilancia smart pesapersone: le controindicazioni

Tantissimi, come abbiamo visto, sono i motivi per cui sarebbe preferibile utilizzare una bilancia smart piuttosto che un prodotto tradizionale. Purtroppo però non è tutto oro ciò che luccica. A quanto pare infatti le bilance digitali presenterebbero alcuni punti critici, delle controindicazioni insomma.

La quasi totalità dei medici, per esempio, non si è dimostrata molto incline a consigliare alle pazienti in attesa di un bebè l’uso di questo prodotto. Si teme infatti che tale attrezzo possa nuocere alla salute del piccolo. Ciò perché per funzionare esso invia nel corpo dei piccoli impulsi elettrici.

Per la stessa identica ragione molti specialisti vietano ad eventuali pazienti cardiopatici o portatori di pacemaker l’utilizzo del dispositivo qui in esame. Possiamo affermare con certezza e dopo aver verificato più e più fonti che tanto nell’uno quanto nell’altro caso non si può di certo parlare di prescrizioni esagerate o estremamente cautelative.

L’elettricità infatti, sia per il feto che per il paziente cardiopatico, può rivelarsi davvero un grosso pericolo, più di quanto non lo sia per un normale individuo adulto ed in buona salute. Insomma: rassegniamoci all’idea che, sebbene siano davvero poche, anche la bilancia smart pesapersone abbia delle controindicazioni d’uso.

Scegliere la bilancia smart pesapersone perfetta

Verificata l’utilità di una bilancia smart pesapersone ed eseguito un rapido confronto con il vecchio trabiccolo che tutti teniamo in bagno, la reazione media è quella di correre in un negozio specializzato (o di digitare l’indirizzo del nostro e-commerce di fiducia) per acquistare un prodotto di ultima generazione. Alt: freniamo un attimo l’entusiasmo; la bilancia smart pesapersone è tutto sommato un oggetto innovativo.

Non tutti insomma possono dirsi degli esperti in proposito e non tutti possono dirsi in grado di distinguere un buon prodotto da una mezza fregatura. Per questo motivo, prima di mettere mano al portafogli, è sempre bene documentarsi. Nelle prossime righe quindi elencheremo delle caratteristiche da ricercare in un articolo di qualità. Insomma: impareremo a pesare (è proprio il caso di dirlo) il valore del nostro acquisto…

La connettività

Una delle principali caratteristiche della bilancia smart pesapersone è la connettività. Al giorno d’oggi è possibile optare in tal senso per due diverse soluzioni. Da una parte abbiamo così i sistemi che si interfacciano con la rete mediante una semplice connessione bluetooth, dall’altra abbiamo invece i dispositivi che a questo tipo di connettività aggiungono la possibilità di usufruire della Wi-Fi domestica. Contrariamente a quello che si potrebbe pensare, non si tratta di una differenza di poco conto.

I prodotti nuovi ma di più vecchia concezione, si limitano alla connettività bluetooth. Questo significa che sono al massimo pensati per potersi confrontare con smartphone e smartwatch, ma nulla di più. Quelli che integrano anche la connettività alla rete domestica invece sono di solito più efficienti dal punto di vista dell’interattività. Possiamo affermare ciò perché, innanzitutto, l’accesso ai dati sarà sempre garantito, veloce e quasi automatico. In secondo luogo perché sarà possibile leggere ed archiviare i propri risultati su qualsiasi periferica.

Tra l’altro la bilancia potrà tranquillamente comunicare con apparecchi variamente dislocati per la casa, mentre utilizzando il bluetooth sarà necessario avvicinare il più possibile i diversi dispositivi. Questo significa perdere tempo, rendere l’esperienza d’uso meno facile e piacevole (per quanto piacevole possa essere pesarsi) e sicuramente complicarsi la vita.

Chiaramente all’atto della scelta bisognerà chiedersi quali siano le proprie esigenze in tal senso e, a dirla tutta, anche le proprie competenze informatiche. Inutile, almeno per certi versi, comprare un dispositivo tecnologicamente avanzato (e quindi più costoso) se in fin dei conti non se ne ha un vero bisogno o non si è in grado di utilizzarlo. C’è da dire però che optare per un modello wi-fi, sicuramente ci darà modo di scegliere un prodotto più moderno e quindi capace di adattarsi meglio alle future innovazioni tecnologiche in materia.

La portata

Un’altra cosa da valutare, soprattutto se si è un po’ in sovrappeso, è la portata della bilancia smart pesapersone. Esistono insomma degli apparecchi pensati per poter supportare diverse entità di peso. I dispositivi in tal senso più performanti arrivano senza problemi a sostenere un carico da 250/300 chili. Ci sono poi dei congegni un po’ più debolucci, per così dire, ma comunque molto efficienti.

Cosa comprare? Beh, dipende un po’ dalla situazione di partenza in cui ci si ritrova. Se si ha la naturale tendenza ad ingrassare molto o se si sta tentando di venire fuori da un periodo di totale incuria verso sé stessi sarebbe forse il caso di pensare ad una portata un po’ più elevata. S

e si è degli sportivi, dei normopeso o comunque degli individui tendenzialmente molto attenti alla linea basterà qualcosa che invece abbia una portata standard, pari magari a poco più di un centinaio di chili. Tuttavia attenzione a non mantenersi troppo sul risicato: purtroppo nella vita possono sempre capitare dei momenti bui o di disinteresse verso sé stessi ed è bene affrontarli con la giusta attrezzatura…

Le funzioni di base

Come sappiamo le funzioni di base di una qualsiasi bilancia smart pesapersone si discostano alquanto da quelle garantite da una normale bilancia analogica. Ma, all’atto pratico, quali funzioni di base dovrà garantirci un prodotto di qualità? Beh, innanzitutto la misurazione della percentuale di grasso corporeo. Tale parametro,  è facile intuirlo, si riferisce chiaramente all’individuazione della massa grassa. Maggiore sarà questo valore e, purtroppo, più a rischio sarà la nostra salute.

Una buona bilancia sarà anche in grado di valutare  il quantitativo di acqua presente in corpo ed in particolare il livello di acqua intracellulare ed extracellulare. Essa valuterà anche la percentuale di massa muscolare che concorre a definire il nostro peso.

Conoscere questo dettaglio è importante per il semplice motivo che sarebbe bene sapere se un peso superiore rispetto allo standard debba o meno destare preoccupazione e soprattutto entro quali limiti. Chiaro è insomma che un culturista potrà pesare di più rispetto ad un soggetto “normale”. Ciò perché a farlo “lievitare” saranno i suoi muscoli potenziati e non gli strati di ciccia…

Un dispositivo valido inoltre segnalerà anche il BMR, ossia il numero di calorie quotidiane da assumere in relazione all’altezza, all’età ed ovviamente al peso dell’individuo. In alcuni casi poi sarà anche in grado di rilevare la frequenza del battito cardiaco, la presenza di grasso addominale e la velocità del metabolismo. Lo stesso apparecchio poi dovrà rintracciare anche la percentuale di massa ossea ed il BMI, ossia l’indice di massa corporea.

Quest’ultimo parametro serve a collocarci nella fascia dei normopeso, dei sovrappeso oppure ancora dei sottopeso. Infine una chicca: alcune bilance sono persino in grado di rilevare e trasmettere delle previsioni meteo dettagliate. Insomma: nel caso in cui fosse necessario lavorare per smaltire un po’ di ciccia sarà sempre possibile organizzarsi per andare a correre nell’orario giusto. Praticamente non ci sono più scuse che tengano!

Le funzioni accessorie

Sappiamo che una bilancia smart pesapersone standard assolve a parecchie funzioni rivelandoci dettagli ed informazioni difficilmente reperibili al di fuori di uno studio medico specializzato. A queste funzioni, tantissime a dire il vero, si associano delle funzioni accessorie molto utili. Abbiamo così, tanto per dirne una, la lettura vocale. Essa serve semplicemente a leggere i risultati ottenuti. Va da sé che in questi casi sia possibile anche regolare il volume dell’audio. Tale opzione viene incontro alle esigenze di chi, per vari motivi, non riesce o non può interpretare da sé il responso del dispositivo.

Alcune bilance poi sono in grado di stampare i risultati appena letti, altre si interfacciano semplicemente con la stampante di casa ed inviano il relativo comando. Sarà poi possibile scegliere se ricavare il peso in libbre o in chili. Alcuni dispositivi tra l’altro si accendono al tocco e si spengono in automatico dopo qualche minuto di mancato utilizzo. Inoltre, grazie alla funzione tara, sarà possibile pesare con un certo livello di precisione anche i bimbi più piccoli che, per l’occasione, verranno appoggiati su uno specifico ripiano su cui si avrà sempre cura di stendere una copertina.

Contribuisce a rendere “piacevole” e tendenzialmente molto preciso l’uso della bilancia smart pesapersone anche la presenza di una funzione di taratura automatica, ossia di una funzione accessoria che permette alla bilancia di settarsi autonomamente su determinate impostazioni. Ciò consente di evitarsi il fastidio di regolare di volta in volta l’apparecchio commettendo magari alcuni errori che ci fanno compiere valutazioni immotivatamente ottimistiche o pessimistiche sulla nostra condizione fisica.

Ah, ancora una piccolissima precisazione: tra le funzioni accessorie possiamo aggiungere anche quella che serve a riconoscere l’utente che utilizza il dispositivo. In questo modo sarà sempre possibile memorizzare più profili, lo abbiamo già visto, e garantire a ciascuno tutta la privacy che desidera. Ottimo, no?

La facilità di impiego

Una bilancia smart pesapersone deve anche essere semplice da usare. Ci siamo già soffermati sulla descrizione delle azioni da compiere per poter utilizzare questo dispositivo. Adesso vorremmo perciò analizzare altri aspetti del problema. In particolare vorremmo evidenziare che la facilità d’uso di questo apparecchio potrebbe in una certa misura dipendere dalle caratteristiche della pedana.

Questa sarà preferibilmente abbastanza larga. In tal modo sarà possibile salire sulla bilancia in maniera comoda e mantenendo un atteggiamento rilassato che contribuirà ad una più precisa rilevazione dei dati. Utili sono anche i piedini antiscivolo. Grazie ad essi il dispositivo guadagnerà infatti in stabilità rendendo la stima del peso veloce e sicura.

Inutile dire poi che un prodotto facile da usare è anche un prodotto dotato di un display ben leggibile. Si consiglia perciò di orientarsi su una bilancia smart pesapersone che abbia uno schermo grande e, possibilmente, retroilluminato. I caratteri visualizzati inoltre dovranno avere dimensioni rilevanti, bordi ben definiti ed in contrasto con lo sfondo. Si raccomanda anche di scegliere una bilancia che utilizzi una simbologia chiara e che non lasci spazio a fraintendimenti di sorta.

Il design

Al giorno d’oggi esistono bilance smart di ogni forma, stile e colore. In linea di massima possiamo dire quindi che il design di questi oggetti non dovrebbe preoccuparci più di tanto. Per evitare qualsiasi genere di incompatibilità tra il prodotto e l’arredo di casa comunque le aziende produttrici si orientano spesso su linee molto minimal ed anche discretamente semplici ed eleganti. Insomma: non c’è che l’imbarazzo della scelta!

I materiali

Relativamente ai materiali utilizzati per la realizzazione di una bilancia smart pesapersone non c’è molto da dire. Le aziende produttrici infatti tendono ad impiegare soprattutto la plastica dura, in alcuni casi il vetro ed il metallo. Se è vero che si tratta sempre e comunque di materiali capaci di garantire degli ottimi risultati è anche vero che ciascuna opzione si presta a soddisfare determinate esigenze piuttosto che altre.

Insomma: se in casa ci sono dei bambini, e soprattutto se questi bambini hanno mostrato una chiara vocazione alla marachella, è meglio evitare il vetro. In questi casi infatti la plastica ed il metallo sono sicuramente le scelte più adatte e meno fragili. Altrettanto possiamo dire nel caso in cui si preferisca comprare delle bilance dotate di manubrio. Il vetro diventa la soluzione più adatta invece per chi ama un certo tipo di design, per chi predilige l’uso di materiali ecologici e per chi non ha eccessivi problemi di peso.

Attenzione poi anche ad un altro piccolo particolare: qualsiasi sia il materiale di realizzo della propria bilancia sarà bene verificare che la pedana sia stata trattata per non risultare mai sdrucciolevole, nemmeno nel caso in cui si utilizzasse il prodotto a piedi umidi o addirittura bagnati. Prevenire del resto è meglio che curare…

Il prezzo

Il prezzo di una bilancia smart pesapersone può oscillare entro un range abbastanza ampio di valori. Ciò dipende dalla maggiore o minore qualità dei prodotti in commercio, dal numero di funzioni mediamente garantite all’utente e dalla generica fattura del dispositivo. Il consiglio che diamo è quello di orientarsi quanto meno su una buona fascia media, ossia quella compresa tra le 30 e le 7o euro.

Per un top di gamma, il cui uso spesso è raccomandato agli sportivi professionisti o ai soggetti con esigenze particolari dal punto di vista fisico, sarà necessario spendere 200 euro o giù di lì. I modelli il cui costo sia decisamente più basso rispetto alla trentina di euro di cui sopra infine non andrebbero tenuti in considerazione perché un po’ troppo approssimativi, poco durevoli e comunque sprovvisti di un buon numero di funzioni. Insomma: tanto varrebbe comprare una normale bilancia analogica!

Bilancia smart pesapersone: qualche dritta

Abbiamo parlato diffusamente della bilancia smart pesapersone ed adesso anche chi ne sconosceva del tutto l’esistenza può dire di essere ben informato sull’argomento. Bisognerebbe però aggiungere ancora qualcosa a quanto detto sinora. Iniziamo dalle controindicazioni. Abbiamo più volte sottolineato che le donne in stato interessante farebbero bene a non utilizzare questo dispositivo.

Del resto il feto è del tutto immerso in una grande massa liquida e di certo il suo corpicino mal tollererebbe degli input elettrici. Alcune varianti di bilancia smart pesapersone sono concepite quindi per poter all’occorrenza resettare la funzione impedenziometrica trasformandosi in bilance tradizionali utili cioè a rilevare soltanto il peso dell’utente ed a riportarlo sul display.

Optare per tale soluzione significa dar modo al resto della famiglia di continuare ad utilizzare un congegno utile e sofisticato, di monitorare i progressi ottenuti grazie alla dieta ed all’allenamento e così via. L’importante è però accertarsi di volta in volta di deselezionare, o a seconda dei casi reinserire, la funzione impedenziometrica.

Sappiamo poi che la bilancia smart pesapersone è una bilancia interattiva. Una delle principali periferiche con cui essa interagirà è lo smartphone. Segue a ruota, almeno per quanto riguarda gli sportivi, il cardiofrequenzimetro.

In questi casi, onde evitare problemi di compatibilità e di connettività, è sempre bene comprare insieme i tre congegni abbinando macchine della stessa marca. Diversamente comunque sarà il caso di accertarsi che il sistema operativo utilizzato dalla bilancia sia capace di interagire con Android o iOS, ovviamente in funzione del software utilizzato dalle nostre periferiche.

Urge poi una precisazione: la bilancia smart pesapersone, detta anche BIA, trasmette nel corpo un piccolo impulso elettrico, questo lo sappiamo già. Quello che sinora non abbiamo detto è che tale impulso non è né doloroso né fastidioso. Molti utenti anzi giurano di non sentire praticamente niente mentre la bilancia è in funzione.

Usare la bilancia smart pesapersone senza commettere errori

Una bilancia smart pesapersone, per definizione, è un congegno straordinariamente preciso. Le macchine migliori possono infatti commettere degli errori sporadici che rientrano comunque nel limite massimo del centinaio di grammi. Tuttavia, a prescindere dalla qualità intrinseca dell’oggetto, a volte è possibile riscontrare errori di rilevazione più significativi o, addirittura, inspiegabili.

Quello che succede in questi casi è che in effetti l’apparecchio risponde ad un cattivo utilizzo umano. Chiariamoci meglio. Digitale o analogica che sia, per esempio, una bilancia andrebbe sempre poggiata direttamente sul pavimento e non su tappetini, tovaglie e così via. In questi casi infatti l’apparecchio potrebbe dare responsi poco convincenti.

Un altro errore da evitare accuratamente è quello di pesarsi ogni giorno ad un orario diverso. Ciò perché il peso effettivo di un corpo cambia più e più volte nell’arco di una giornata. Ad influenzarlo concorrono fattori ovvi (consumazione di un pasto) o meno ovvi (livelli di idratazione). L’ideale sarebbe quindi salire sulla bilancia tutte le mattine dopo aver evacuato ma prima di consumare cibi e bevande. Strano ma vero poi sarebbe bene anche misurare il proprio peso in un ambiente la cui temperatura resti pressoché immutata giorno dopo giorno.

Infine, con buona pace degli utenti che in inverno non uscirebbero dal loro caldo pigiama in pile nemmeno dietro compenso, si consiglia di pesarsi indossando pochissimi vestiti. A volerla dire tutta sarebbe bene utilizzare giorno dopo giorno anche lo stesso tipo di vestiario. Sì quindi alle rilevazioni effettuate quando si è nudi o tuttalpiù vestiti della sola biancheria intima, no invece all’uso di altri fronzoli.

 

Clicca per votare questo articolo!
[ Totale voti: 1 Media: 5]