crema anticellulite migliore

Crema anticellulite: scegliere la migliore

La crema anticellulite è uno dei prodotti cosmetici in assoluto più venduti al mondo. Del resto questo odioso inestetismo della pelle interessa un gran numero di donne. Non è raro che le poverette tentino di risolvere ed archiviare il problema già dalla loro prima adolescenza, ma senza ottenere risultati apprezzabili.

Colpa della crema anticellulite? No se si è scelto il prodotto giusto e se si sono adottate le contromisure più indicate. Se anche voi siete alla ricerca della crema che sappia compiere la magia, continuate a leggere: troverete dei consigli utili per sbarazzarvi definitivamente della cellulite e per indossare finalmente quegli shorts che tanto vi piacerebbe tirare fuori dall’armadio…

Migliori creme anticellulite in commercio

OffertaBestseller No. 1
Bionike Defence Body Anticellulite - 400 ml
  • Crema-gel drenante, riducente per pelli sensibili e intolleranti
  • Dispositivo medico; nickel tested, senza: conservanti, profumo e glutine
  • Formato 400 ml
Bestseller No. 2
Somatoline Snellente 7 Notti Crema Ultra Intensivo 400 ml
  • Svolge un’attività lipolitica, favorendo la riduzione degli accumuli adiposi
  • Favorisce il drenaggio dei liquidi cutanei in eccesso e contrasta la formazione di nuovi accumuli adiposi
  • Texture in crema ricca, la sua consistenza si modifica durante l'applicazione fondendosi sulla pelle,...
  • Leviga e nutre la pelle, rendendola più liscia e morbida
  • Nota: l'articolo non ha una data di scadenza, ma la data indicata sul prodotto è la data del produttore...
Bestseller No. 3
Crema Anticellulite, Crema Snellente, Crema Rassodante, Crema Smagliature - per...
  • Anti cellulite crema: riducete la cellulite fianchi, cosce, glutei e addome. tiefenentspannende corpo...
  • 100% naturale: abbiamo accuratamente tutti gli ingredienti nella nostra cellulite selezionati, tutto...
  • Rassodante ffend: crema, rafforza la sollevamento del tessuto connettivo, tonifica la pelle vestibilità...
  • Rimuovere: le nostre truume cellulite. Accelera il metabolismo della pelle, favorisce la cellulite,...
  • Nostra promessa: se per qualche motivo la cellulite crema non piace, contattateci semplice. Vi forniamo...
OffertaBestseller No. 4
Geomar Crema Gel Anticellulite 200 Ml
  • Bellezza e salute
  • Marca: Geomar
  • Dimensioni: 20x7x5 cm
OffertaBestseller No. 5
Collistar Crema Termale Anticellulite - 400 ml.
  • Prodotto della casa collistar
  • Crema corpo
  • Made in italy
  • number_of_items: 1
Bestseller No. 6
Olio Intensivo Anti cellulite Dimagrante 100% Naturale con Oli essenziali di limone,...
  • 🍀 IL MIGLIORE TRATTAMENTO Questo olio aromatico aiuta a eliminare le tossine e trasmette la sensazione...
  • ✔️ OLIO RASSODANTE con ingredienti potenti questo olio penetra nella pelle in modo più efficace e...
  • 🌼 INGREDIENTI NATURALI 100% come olio di mandorle, olio di sesamo, olio di soia, limone, olio di...
  • ✳️ EFFETTO INTENSIVO ANTI CELLULITE aiuta a rompere le cellule di grasso in quelle aree problematiche...
  • ⚱️ MADE IN FRANCE il nostro olio naturale drenante forte dimagrante per la rimozione della cellulite...
OffertaBestseller No. 8
Collistar Crema Snellente Alta Definizione - 400 ml.
  • Prodotto della casa collistar
  • Crema corpo
  • Made in italy
  • number_of_items: 1
Bestseller No. 9
Equilibra Al.Criogel Anticel. Flac - 200 ml
  • 97% di ingredienti di origine naturale
  • Dermatologicamente e clinicamente testato
  • Senza: parabeni, petrolati, siliconi - senza profumo aggiunto
Bestseller No. 10
Migliore Crema Anticellulite | Crema Anticellulite Professionale rassodante corpo...
  • ✅CONTRO GLI INESTETISMI DELLA CELLULITE- Favorisce l’eliminazione dell’odiata “buccia...

  • ✅COMBATTILA IN MODO NATURALE! Un concentrato di principi attivi per combattere la cellulite in modo...

  • ✅INCLUSA Una GUIDA COMPLETA in pdf alla scoperta delle proprietà della bava di lumaca e degli altri...

  • ✅QUALITA’ SUPERIORE MADE IN ITALY –la crema anticellulite contiene BAVA di Lumaca pura, estratta...

  • ✅CRUELTY FREE - la bava di lumaca viene estratta attraverso una piacevole stimolazione per la...

Cellulite: impariamo a conoscerla

Per combattere il nemico è necessario sapere tutto di lui: la cellulite è il nemico giurato delle donne e quindi non fa eccezione alla regola. Pare infatti che siano circa 9 su 10 le persone di sesso femminile affette dal problema. Esse hanno perlopiù origine caucasica e vivono soprattutto nelle aree più industrializzate del globo. Ma lasciamo perdere le statistiche e cerchiamo di capire bene cosa sia la cellulite.

Sicuramente si tratta di un inestetismo della pelle molto visibile sui fianchi, sulla pancia, sulle braccia ed in maniera particolare sulle cosce ed i glutei. In queste zone del corpo, negli strati più profondi della cute, alcune cellule adipose si ingrossano a dismisura. Non è difficile immaginare cosa questo possa significare: la progressiva compressione dei vasi sanguigni.

Quando nelle vene il sangue fatica a defluire, la micro-circolazione ne risente. Il risultato? Nelle zone interessate dal fastidio si accumulano dei liquidi stagnanti che finiscono per ostruire gli spazi intercellulari. Da qui la ritenzione idrica. Quest’ultima, alla lunga, risale i vari strati di epidermide, sino ad affiorare in superficie. Una volta giunta a destinazione, per così dire, crea sulla pelle dei piccoli crateri, quelli tipicamente definiti buccia d’arancia. Il guaio è fatto!

Crema anticellulite: perché non serve agli uomini?

Il processo appena descritto, a rigor di logica almeno, potrebbe interessare indifferentemente uomini e donne. Nella realtà dei fatti però le cose non stanno così: avete mai visto un maschietto con la cellulite? Ma perché soltanto il gentil sesso risente di tale disturbo? Il problema risiede in una questione ormonale. Le donne, per loro costituzione genetica, tendono ad accumulare il grasso al di sotto degli strati più superficiali dell’epidermide. Gli uomini invece conservano tessuto adiposo nell’ipoderma, ossia nelle parti più profonde della pelle.

Ne consegue che il gentil sesso, a differenza degli uomini, ha da secoli a che fare con cellulite e buccia d’arancia. Ma non è tutto. Le donzelle, com’è noto, producono nel corso della loro vita ormoni quali gli estrogeni ed il progesterone. Entrambe le molecole, tra le altre cose, spingono l’organismo ad accumulare grasso sulle solite zone critiche del corpo. Anche in questo caso gli uomini sono esenti dal problema: i soliti fortunati!

Cellulite: le cause

Sinora abbiamo parlato dell’accumulo di grasso sottocutaneo. Sarebbe ovvio dedurre quindi che la cellulite sia un problema legato al peso. Le cose però non stanno esattamente così: d’altro canto non possiamo dire che 9 donne su 10 siano obese o sovrappeso. Perché il problema qui al vaglio riguardi una percentuale così estesa di rappresentanti del gentil sesso, è necessario quindi che le cause scatenanti siano altre.

Iniziamo dagli ormoni: abbiamo già detto quanto la presenza di estrogeni e progesterone contribuisca all’insorgenza del problema. Un ruolo simile hanno l’insulina e le varie sostanze organiche di origine tiroidea man mano rilasciate in circolo da questa ghiandola. Da considerare nel novero sono anche le eredità genetiche: se mamma, zia e nonna hanno combattuto per anni ed anni la cellulite, è quasi fisiologico che il problema riguardi anche voi.

Ci sono poi le cattive abitudini: il fumo, l’abuso di alcolici e caffè e la vita sedentaria. Questo modus vivendi non può di certo dirsi salutare e, tra le altre cose, può favorire la formazione di cellulite. Forse non lo sapete, ma anche utilizzare abiti eccessivamente stretti, portare spesso i tacchi alti ed adottare posture sbagliate può rappresentare in tal senso un grosso problema.

Ed infine sì, pure la dieta ha un suo peso nella questione: potreste per esempio mangiar sano, ma bere poca acqua ed abusare del sale. Basterebbe già questo a favorire la formazione della cellulite. Se addirittura poi l’alimentazione fosse del tutto scorretta, i problemi potrebbero aumentare esponenzialmente.

Gli stadi della cellulite

Prima di parlare della crema anticellulite, dobbiamo anche classificare i vari stadi della malattia. Sì, abbiamo usato proprio il termine malattia: la cellulite infatti, contrariamente a quanto si riteneva tempo addietro, non è solo una questione estetica. Essa, come del resto abbiamo già visto per sommi capi, è anche la spia che qualcosa non va come dovrebbe.

Ma torniamo alle varie tipologie di cellulite che è possibile osservare nelle pazienti. In relazione alla catalogazione che troverete in calce sarà possibile aggredire il problema scegliendo una cura anziché un’altra, comprando una crema con determinati principi attivi oppure una lozione che sfrutti l’azione di altri ingredienti. In poche parole, individuando il tipo di cellulite con cui si ha a che fare, sarà possibile agire con maggiore efficacia.

La cellulite molle

Iniziamo dalla cosiddetta cellulite molle. In questo caso la pelle inizia ad incresparsi appena, ma rimane ancora abbastanza morbida al tatto. C’è anzi una specie di flaccidezza dei tessuti che spesso ondeggiano muovendosi. La cellulite in tali frangenti è più visibile quando si assumono determinate posizioni per ovvia conseguenza dell’effetto di gravità.

In questo caso il problema è osservabile soprattutto in corrispondenza di braccia e gambe, anche perché spesso evidenziato dalla comparsa di varici. La cellulite molle diventa ancora più evidente poi con il passare degli anni e l’aumento di peso. Essa potrebbe manifestarsi già intorno ai 30/40 anni, persistere nel tempo (ovviamente se non curata) e quindi degenerare.

La cellulite compatta

La cellulite compatta è forse quella in assoluto più strana da vedere. La pelle è infatti piena di granuli ed avvallamenti, ma risulta comunque molto soda. Il problema interessa soprattutto le adolescenti che, con buona probabilità, non hanno ancora molti accumuli di grasso in corpo e che sicuramente hanno invece un’ottima tonicità muscolare. Purtroppo, per evitare che il fastidio degeneri e si cronicizzi, è necessario intervenire immediatamente.

La cellulite edematosa

Si tratta della variante di cellulite in assoluto più difficile da debellare. A determinarla è il connubio tra ritenzione idrica e problemi circolatori. Di solito essa interessa le gambe, zona in cui peraltro la pelle diventa cedevole al tatto e spesso dolente. La cellulite edematosa colpisce le donne già in giovanissima età, 20/30 anni è in genere il periodo in cui si colloca l’esordio, e spesso si accompagna a gonfiore, varici e tendenza a soffrire di crampi.

La cellulite fibrosa

Quando la cellulite diventa fibrosa, fa la sua comparsa la buccia d’arancia, possibilmente localizzata su cosce e glutei. La pelle così si indurisce, presenta molti avvallamenti e si formano anche dei noduli che diventano dolorosi al tatto. Sono ben visibili inoltre le solite vene varicose. La cellulite fibrosa altro non è che un fastidio edematoso a lungo trascurato.

Crema anticellulite: è utile?

Abbiamo imparato a conoscere a fondo il problema, il nemico. Adesso cerchiamo però di prendere confidenza anche con le armi che useremo per combatterlo. Iniziamo dalla crema anticellulite. La domanda che inevitabilmente ci si pone davanti ad un grosso flacone di pomata è: “stavolta funzionerà?”. Bene iniziamo a sfatare un mito: le creme anticellulite non sono magiche e se per combattere il problema utilizzate soltanto quelle, allora no, non funzioneranno.

Per ottenere dei risultati e per poter dire che il cosmetico qui in esame ha fatto il suo dovere è necessario supportare la sua azione. Come? Beh, magari vi piacerà poco sentirvelo dire, ma innanzitutto bisognerà riequilibrare un po’ le vostre scelte alimentari. Moderate perciò il ricorso al sale, evitate cibi unti, zuccherini e grassi ed inoltre bevete almeno due litri di acqua al giorno. In secondo luogo praticate un bel po’ di moto: evitare di prendere gli ascensori e cercate di camminare a piedi. Datevi anche allo sport: utilissimi in questo caso sono ciclismo, cyclette e ginnastica in acqua.

Prese le necessarie contromisure, una crema anticellulite scelta correttamente potrà fare il resto del lavoro. I suoi principi attivi infatti possono ora drenare dei liquidi, ora accelerare il metabolismo ed ora agire sulla circolazione.

Chiaro è però che se continuate a buttare carne sul fuoco, cioè a mangiar male o a condurre una vita sedentaria, si produrranno nuovi accumuli. Il cosmetico non riesce ad attraversare tutti gli strati della pelle e quindi non può far magie né tanto meno agire così velocemente da resettare del tutto la situazione prima che arrivino altri accumuli di grasso. Ricordate perciò: questo prodotto è un aiuto alla vostra causa, ma da solo non può risolvere il problema.

Crema anticellulite: come utilizzarla?

Ma come funziona una crema anticellulite? Come avete appena letto, a prescindere dalla qualità del prodotto, è impossibile che un cosmetico penetri tutti gli strati della pelle. Questo significa che quando le creme producono degli effetti lo fanno in superficie. Gli strati superiori del derma appaiono così levigati, morbidi e privi di porosità. Chiaramente però il problema va risolto alla radice ed è quello di cui abbiamo parlato poco prima.

Con questo non vogliamo certo dire che utilizzare le creme anticellulite sia inutile, anzi, ricordatevi perciò di applicarle con costanza. La cosa più importante che possiate fare quando vi avvalete di questo genere di prodotto è massaggiare la parte interessata descrivendo dei movimenti circolari ascendenti.

Partite quindi dalle caviglie e risalite pian piano sino alle cosce. In questo modo il calore delle vostre mani ed i principi attivi contenuti nell’unguento riattiveranno la microcircolazione. Ciò significa che i tessuti saranno meglio ossigenati, che ridurrete la ritenzione idrica e quindi gli inestetismi della pelle.

Crema anticellulite: i principi attivi

Diversi sono i principi attivi di cui può comporsi una buona crema anticellulite. Bisogna infatti agire, come abbiamo visto, sulla circolazione, sul grasso e sull’accumulo di liquidi. Questo significa che sarà necessario ricorrere a sostanze che abbiano potere vasocostrittore, che brucino le cellule adipose e che siano in grado di drenare i tessuti.

Gli ingredienti in assoluto più utilizzati nella formulazione di una buona crema anticellulite sono perciò la caffeina e la centella asiatica. Quest”ultima riesce addirittura a ricostruire pian piano il tessuto connettivo. Agisce poi sulla circolazione sanguigna e sul drenaggio dei tessuti. Inoltre stimola persino la produzione di collagene. La caffeina invece accelera il metabolismo e, tra le altre cose, agisce sull’effetto buccia d’arancia.

Utile è anche il castagno dell’India il quale agisce limitando la formazione di varici. Esso ha anche un alto potere drenante. Pure edera e pungitopo lavorano sulla ritenzione idrica migliorando però il grado di elasticità della pelle. Molto gettonata è anche la vitamina E, utile ad accelerare il metabolismo dei grassi ed a drenare i tessuti.

Il retinolo infine ha il potere di esfoliare la pelle e rassodarla. Spesso presenti nell’INCI dei cosmetici dedicati alla cura della cellulite sono anche il rosmarino, il peperoncino, l’alga azzurra della Bretagna, la carnitina, l’escina, il ginkgo biloba, la vite rossa, il tarassaco, la betulla e l’edera.

Crema anticellulite, olio, gel o fanghi?

Un anticellulite che si rispetti non deve necessariamente avere la consistenza di una crema. Sul mercato esistono infatti diverse soluzioni: sta a voi scegliere quella che faccia al caso vostro. Iniziamo dalla crema vera e propria. La sua texture è generalmente molto grassa e presuppone quindi l’applicazione tramite un lungo massaggio. L’ideale sarebbe farne uso dopo la doccia o appena prima di andare a letto.

Una variante per chi non ha mai tempo è invece la crema ad assorbimento rapido. In questo caso la consistenza del prodotto è molto più leggera rispetto alla precedente variante e quindi capace di penetrare agevolmente gli strati cutanei. Anche stavolta l’ideale è applicare il cosmetico subito dopo aver fatto la doccia.

L’uso del gel è raccomandato poi a tutte le donne che abbiano pelle grassa o mista: il prodotto infatti tende un po’ a far seccare la pelle. Il cosmetico in esame si assorbe inoltre molto velocemente ed è quindi adatto, ancora una volta, a tutte le donne che non hanno poi molto tempo da poter dedicare a sé stesse ed alla cura del loro corpo.

Gli oli servono ad ottenere dei benefici nella lotta alla cellulite, ma anche ad illuminare la pelle o a darle sollievo dall’azione degli agenti esterni. Questo prodotto, com’è facile intuire, si assorbe del tutto dopo ore di massaggi. Meglio utilizzarlo quindi quando si è pronte per andare a letto.

I fanghi infine vanno lasciati in posa per almeno una ventina di minuti. Nei centri estetici l’applicazione avviene solitamente a caldo in modo da dilatare i pori ed agevolarne l’assorbimento. A casa però sarà possibile effettuare soltanto dei trattamenti a freddo.

Detto ciò, volete un consiglio? Orientatevi comunque sulle creme e sugli oli dato che, per definizione, richiedono un lungo massaggio applicativo. Questa pratica, com’è noto, in qualche modo aiuta a combattere la cellulite e potenzia quindi l’effetto del cosmetico. In alternativa, se proprio voleste scegliere altre soluzioni, cercate comunque di massaggiare a lungo le zone del corpo interessate dalla cellulite.

Crema anticellulite: il prezzo

Definire un range di costo per le creme anticellulite è alquanto complicato. Chiaramente bisogna tener conto di fattori quali la marca e la capacità della confezione, ma anche della scelta da parte dell’utente di comprare online o in un negozio fisico. Sul mercato esistono prodotti il cui prezzo si aggira sulla decina di euro ed altri che raggiungono e superano i 60 euro.

In questo caso non possiamo suggerirvi di credere all’equazione costo più alto uguale qualità migliore. Molti cosmetici hanno un prezzo decisamente più elevato rispetto agli altri per il semplice motivo che le aziende produttrici investono parecchio in pubblicità reclutando tra l’altro come testimonial vip nostrani o di calibro mondiale.

Ciò a cui dovrete badare quindi se vorrete valutare il rapporto qualità-prezzo del prodotto che vi accingete ad acquistare è l’INCI. Sappiate infatti che cosmetici in cui siano presenti, peraltro in concentrazioni degne di nota, soprattutto dei principi attivi utili a regolare la microcircolazione sanguigna, avranno di norma un costo più elevato. Tra questi ingredienti ricordiamo principalmente la caffeina.

Un altro elemento che vi possa permettere di valutare il rapporto qualità-prezzo del prodotto è il fatto che la sua formulazione sia o meno biologica. Il suggerimento è di propendere sempre per qualcosa che abbia a che fare poco e niente con la chimica e gli intrugli sintetici ricreati nei laboratori. Sappiate però che le creme bio sono ovviamente più costose rispetto alle altre.

Crema anticellulite: è l’unica soluzione al problema?

La crema anti cellulite è l’unica arma di supporto alla dieta che abbiamo per le mani? Per fortuna no. Come abbiamo più volte accennato, cellulite e ritenzione idrica sono anche il risultato di difetti organici quali una cattiva circolazione sanguigna ed il ristagno di liquidi. Per questo motivo la cellulite si può combattere anche ricorrendo ai massaggi. Chiaramente nei casi più gravi la manipolazione domestica servirà a poco. Rivolgetevi perciò ad un esperto che, molto probabilmente, vi consiglierà di alternare il trattamento con qualche seduta di linfodrenaggio.

Un altro strumento che potete usare in vostra difesa è la spazzola massaggiante. Si tratta di un meccanismo che aziona un rullo da adoperare sulle zone critiche. L’oggetto in questione andrebbe utilizzato quotidianamente in quanto stimola la microcircolazione ed agevola il processo di drenaggio dei tessuti.

Ultimamente poi sembra anche diffondersi l’uso della ventosa anticellulite. Si tratta di una coppetta in silicone che elimina o riduce il problema della buccia d’arancia ed in più rassoda il corpo. Questa ventosa funzionerebbe perché in grado di riprodurre un movimento spesso utilizzato dai massaggiatori professionisti: il palper rouler.

Ci sono poi gli oli, i cerotti termici che rilasciano sostanze in grado di contrastare la formazione di cellulite ed i fanghi. Se però la situazione è veramente grave è possibile ricorrere anche alla medicina estetica che, in questi casi, potrà proporvi soluzioni più o meno invasive. Insomma: non avete che l’imbarazzo della scelta…

Crema anticellulite: controindicazioni

La crema anticellulite può avere delle controindicazioni? La risposta, purtroppo è affermativa. Ciò perché molti prodotti, più che cosmetici in senso stretto sono farmaci a tutti gli effetti. Questo significa che almeno una parte degli ingredienti contenuti nella formulazione ha il potere di interagire con patologie attuali e pregresse o con altri medicinali.

Si consiglia quindi di non utilizzare questa categoria di prodotti durante la gravidanza e l’allattamento. Inoltre sarebbe meglio evitare di ricorrere di  alle creme anticellulite se si hanno dei problemi di fragilità capillare o di tiroide. In questi ultimi casi sarebbe consigliabile infatti avvalersi di tali prodotti solo ed esclusivamente dopo aver ottenuto il permesso del medico generico.

Lascia un commento