cyclette per dimagrire migliore

Cyclette per dimagrire: consigli per l’uso e l’acquisto

Usare la cyclette per dimagrire: in quanti hanno pensato o pensano prima o poi di farlo? Si tratta di un buon piano, soprattutto se non ci si trova nella condizione di dover smaltire una mole spropositata di chili in eccesso. Perché tutto vada per il verso giusto però, è necessario attenersi a tabelle di marcia ben precise e poter disporre di un attrezzo fitness di buon qualità.

E qui cominciano un po’ i guai: almeno per i dilettanti allo sbaraglio. Abbiamo pensato perciò di fornirvi tutte le informazioni del caso: non dovrete far altro allora che continuare a leggere la nostra guida.

Migliori cyclette per dimagrire in commercio

Bestseller No. 1
Ultrasport F-Bike Design, Cyclette da Allenamento, Home Trainer, Fitness Bike...
  • Home Trainer a bicicletta pieghevole, home trainer, cyclette con 8 livelli di resistenza, montaggio e...
  • Indoor cycling con l'attrezzo fitness e cardio per rafforzare il sistema cardiovascolare
  • Robusta cyclette per allenamento della resistenza e sviluppo muscolare efficace con l'aiuto di 8 livelli...
  • Fitness computer con display LCD, funzioni: Durata / scan / calorie / velocità / distanza / pulsazioni
  • Fatto in Cina
  • Display LCD con funzioni computer
Bestseller No. 2
ISE Cyclette Orizzontale Magnetico con Sella Regolabile,Recumbent Ergometro Ideale...
  • Costruzione di Forti e RUGGED: Si adotta l'acciaio inossidabile di alta qualità per garantire...
  • MULTIFUNCIONES LCD Display: Lo schermo LCD ISE non velicidad cyclette, tempo, pieno diatancia, calorie...
  • Migliorare il Sistema Cardiorespiratorio: Con 8 livelli regolabili di resistenza magnetica e la massa...
  • DIMENSIONI DATI: 120/50/96 cm (lunghezza / larghezza / altezza) - La portata massima: 120 Kg. Regolando...
  • SILENZIO E CONVENIENZA: all'interno sono presenti dei magneti per il controllo della resistenza della...
Bestseller No. 3
homcom Cyclette Professionale Allenamento Aerobico Fitness Sella Regolabile con...
  • ✅Ideale per dimagrire e rafforzare i muscoli
  • ✅Il display segnala velocità, distanza percorsa, calorie bruciate, frequenza cardiaca - Con una...
  • ✅Resistenza regolabile - Pedali antiscivolo con cintura di sicurezza
  • ✅Seduta regolabile in altezza e in avanti o indietro - Manubrio con altezza regolabile in 4 livelli
  • ✅Realizzato in acciaio durevole, può sostenere un carico massimo di 100kg
Bestseller No. 4
ANCHEER Cyclette Pieghevole con Supporto per Tablet e Sedile Confortevole, Cyclette...
  • ✦✦2020 BICI DA ESERCIZIO PIÙ RECENTE✦✦ La cyclette ANCHEER ha superato lo standard ASTM e il...
  • ✦✦ SCHERMO DIGITALE E SUPPORTO DELLA TAVOLETTA bike Questa cyclette interna monitora sempre la...
  • ✦✦ RESISTENZA MAGNETICA A 10 LIVELLI E SEDILE REGOLABILE A 6 LIVELLI silenc La resistenza magnetica...
  • ✦✦SPACE SAVING DESIGN✦✦ Questa bici da fitness si ripiega per essere riposta e può essere...
  • ✦✦ PIÙ VANTAGGI E GARANZIA SENZA PROBLEMI✦✦ Un'ora di guida al giorno aiuta a costruire muscoli,...
Bestseller No. 5
FLC201BN Offerta cyclette easy belt workout in casa cardio gym fitness trainer...
  • Misure: 40,5 x 62 x 102 cm - cavallo: max 69cm / min 41cm - cardio gym per misurare le pulsazioni
  • Peso massimo portato: 100kg
  • RICORDA CHE .... il movimento è generato da una cinghia in velcro, i primi movimento potrebbero essere a...
  • BENEFICI DELLA CYCLETTE EASY BELT: Miglioramento della fitness cardio-vascolare e respiratoria -...
  • Miglioramento del tono dell'umore
Bestseller No. 6
ANCHEER Cyclette Pieghevole da Fitness 10 Livelli di Resistenza Magnetica/Sedile...
  • 【NUOVA APP BICI DA ESERCIZIO】 Questa cyclette ha 3 modalità: completamente piegata, dritta e...
  • 【MONITOR DIGITALE E IMPUGNATURA DI IMPULSO】 Questa cyclette interna fissa la velocità / calorie /...
  • 【RESISTENZA REGOLABILE SU 10 LIVELLI】 Questa cyclette da casa è dotata di un sistema di resistenza...
  • 【SEDILE A 6 LIVELLI CONFORTEVOLE E REGOLABILE】Il seggiolino fisso per biciclette può sostenere fino...
  • 【ALTRI BENEFICI E GARANZIA SENZA PROBLEMI】 Un'ora di guida al giorno aiuta a costruire muscoli,...
Bestseller No. 7
Schwinn 510U, Cyclette Unisex-Adult, Nero/Rosso, Taglia Unica
  • 20 livelli di resistenza elettromagnetica con sistema di trasmissione ad alta velocità e inerzia...
  • Modulo Bluetooth integrato per connettere alla APP di Schwinn Explore the World (disponibile in italiano)...
  • Compatibile con la APP Zwift e fascia cardio Bluetooth 4.0 (non inclusa)
  • 13 programmi di allenamento: programma manuale, programma Intervalli HIIT (High Intensity Interval...
  • Manubrio regolabile con sensori palmari integrati per il monitoraggio della frequenza cardiaca
Bestseller No. 8
EVOLAND Cyclette da Allenamento, Home Trainer Bicicletta da Fitness S-Bike Cyclette...
  • 👍【BICICLETTA STAZIONARIA IN ACCIAIO DI QUALITS STABILE E DUREVOLE】: 👍La cyclette produce...
  • 🔥 【Resistenza magnetica e super silenzioso】 ♦ Costruito con un sistema di controllo della...
  • 🌟【REGOLABILE E FACILE DA USARE】: 🌟Bici statica pieghevole ruotando il pulsante in Fitness...
  • 💓【MONITOR LCD MULTIFUNZIONE】: 💓Schermo LCD multifunzione: registra e riproduci facilmente il...
  • 🌹【COSA OFFRIAMO】: 🌹1 x cyclette, 1 x manuale utente, In caso di problemi, non esitare a...
Bestseller No. 9
ISE Cyclette Magnetica Fitness per Allenamento, Cardiofrequenzimetro Integrato con...
  • Informazioni sull'ergometro SY-8906: dopo 4 mesi di ricerca e test da parte di 5 volontari di diverse...
  • Aspetto design: l'ergometro è realizzato in grigio argento di alta qualità. Il pulsante di regolazione...
  • Informazioni sul prodotto: Ci sono 8 livelli di resistenza. La resistenza inerziale è di circa 10 kg, di...
  • Vantaggi del prodotto: il prodotto ha una rotella di scorrimento in modo da poter vedere facilmente la...
  • ISE è stata fondata nel 2010, un servizio clienti buono e amichevole, un team tecnico per la consulenza....
Bestseller No. 10
QTJ Pieghevole Elettromagnetico Cyclette, Attrezzature Fitness al Coperto, Formatore...
  • [Design salvaspazio] La bicicletta può essere facilmente piegato a metà della dimensione assemblato,...
  • ?regolazione della resistenza 8 livelli? Da warm-up alla formazione vigorosa, è possibile personalizzare...
  • ?pieghevole, multiuso? pieghevole cyclette può essere facilmente ripiegato completamente per ridurre lo...
  • ?Digital Display LCD? La cyclette con display LCD in grado di monitorare la frequenza cardiaca,...
  • [alta resistenza ed ergonomia] Realizzata in materiali robuste con telaio di armatura, il carico massimo...

Cyclette per dimagrire: cosa c’è da sapere?

Prima ancora di darvi tutte le indicazioni promesse vorremmo, per così dire, fare le presentazioni. Iniziamo perciò col descrivere la cyclette. Essa altro non è che un attrezzo per il fitness spesso presente anche nelle piccole palestre casalinghe. Il suo design ricorda da vicino quello di una comune bicicletta a cui siano state tolte le ruote.

Il debutto in società di questo strumento ginnico risale agli ormai lontani anni ’60 ed il momento di massima diffusione invece è collocabile nel ventennio successivo. In Italia la cyclette è stata spesso indicata con il nome di “bicicletta da camera”, mentre in Inghilterra è facile che ci si riferisca a questo oggetto utilizzando termini come “exercise”, “stationary bike” oppure ancora “bicycle”.

Pare, ma su questa informazione aleggia ancora un po’ di mistero, che l’inventore della cyclette sia stato Ray Wilson, un calciatore inglese che ha progettato il macchinario per potersi allenare nonostante un pesante infortunio subito. Del resto, lo vedremo meglio in seguito, la cyclette è anche un utile attrezzo riabilitativo: questa versione è quindi abbastanza credibile.

Perché comprare una cyclette per dimagrire?

Sono davvero molti i motivi che dovrebbero spingervi a comprare una cyclette. In primo luogo considerate che al giorno d’oggi non sempre è facile trovare il tempo per andare in palestra. Questo significa che spesso l’esercizio fisico ha un ruolo marginale nella nostra vita e… pesa invece sul nostro giro vita.

Andare in una sala da ginnastica poi a volte è veramente seccante. Bisogna vestirsi adeguatamente, uscire anche quando non se ne ha voglia o fuori fa freddo, trovare un posto per la macchina, aspettare il proprio turno per usare gli attrezzi…

In secondo luogo immaginate di dover pagare la retta per voi e magari per altri membri della famiglia: il bilancio mensile ne risentirebbe, ed anche molto. L’acquisto di una cyclette per uso personale invece coinciderebbe con una spesa una tantum e darebbe modo a tutti gli abitanti della stessa casa di seguire un proprio percorso fitness.

Questo attrezzo inoltre è semplicissimo da adoperare, è efficace, in linea di massima abbastanza economico, facile da reperire ed adatto a chiunque (o quasi). Senza considerare poi che sono davvero tantissimi i distretti muscolari implicati nell’uso di tale strumento fitness.

Ciò permette di allenare e tonificare gran parte del corpo. Inoltre i benefici fisici che è possibile ottenere dall’impiego costante di una bicicletta da camera praticamente non si contano. Insomma: è impossibile pensare che i soldi utilizzati per comprare una cyclette non siano ben spesi!

Cyclette per dimagrire: i benefici fisici

Come abbiamo accennato, i benefici fisici che è possibile ottenere dall’impiego costante di una cyclette sono davvero molti, tanti da meritarsi un paragrafo a sé stante. Iniziamo da quello che interessa alla gran parte dei lettori: il dimagrimento.

Utilizzando questo attrezzo per l’home fitness in maniera corretta è possibile dimagrire ed anche parecchio. Il corpo alla lunga apparirà più snello e tonico e voi potrete finalmente entrare di nuovo in quel vecchio paio di jeans che avete scaramanticamente conservato nell’armadio.

La bicicletta da camera inoltre contribuisce a migliorare la circolazione sanguigna e la capacità respiratoria. Essa poi aiuta gli atleti a tenere sotto controllo la pressione ed agisce favorevolmente anche sulla cellulite.

Le articolazioni, tanto per non farsi mancare niente, ad ogni sessione di allenamento saranno sempre più forti e vigorose, così come i muscoli dorsali e lombari. E dello stress che scaricherete tra una pedalata e l’altra vogliamo parlarne? E del progressivo allentarsi della tensione muscolare? Insomma: la cyclette è una grande amica della salute!

Cyclette per dimagrire: qualche svantaggio

Purtroppo non è tutto oro quello che luccica: usare la cyclette per dimagrire ha infatti anche qualche svantaggio. Quello più grande risiede nella possibile mancanza di volontà dell’utente che, a volte, potrebbe cedere alla tentazione di stravaccarsi sul divano piuttosto che a quella di sgambettare su una bicicletta da camera.

Quando ci si iscrive in palestra del resto non si ha la minima voglia di sprecare il proprio denaro. Per quanto possa essere seccante quindi non si salta una lezione e ci si attiene fedelmente ai comandi del personal trainer. A casa le cose non vanno esattamente così…Vi consigliamo quindi di comprare una cyclette e di stracciare l’abbonamento alla palestra soltanto se siete veramente motivati.

Un altro svantaggio connesso all’impiego della bicicletta da camera è legato alla difficoltà di termoregolazione. Tra le mura domestiche, al chiuso e spesso senza un adeguato impianto per il controllo delle temperature, si suda da subito e si suda parecchio.

Questo basta in alcuni casi a spingere gli utenti a saltare a piè pari la sessione di allenamento o a lasciarla incompiuta. Ciò chiaramente avviene soprattutto nel periodo estivo, quando cioè la prova costume è sempre dietro l’angolo. Anche in questo caso quindi bisogna confidare nella propria forza di volontà…

Cyclette per dimagrire e perdita di peso

La cyclette è davvero utile al processo di dimagrimento, ovviamente se usata in maniera appropriata e con una certa costanza. In particolare il suggerimento che vi diamo è quello di programmare la vostra sessione di allenamento in modo da garantire la presenza di un discreto numero di esercizi cardio utili a bruciare parecchie calorie.

Ma quali sono le zone che dimagriscono con maggiore facilità? La cyclette coinvolge la stragrande maggioranza dei distretti muscolari che avete in corpo. In particolare però agisce sulle parti basse: cosce e gambe, polpacci e glutei.

Non sono estranei al dimagrimento comunque nemmeno gli addominali ed il torace in genere. Sappiate poi che esistono vari modelli di cyclette pensati per agire soprattutto su una parte del corpo anziché l’altra, ma di questo parleremo più approfonditamente in seguito.

Ci interessa in questo paragrafo puntualizzare che ovviamente il dimagrimento non avverrà mai nell’immediato. La perdita di peso infatti si verificherà in maniera graduale, ma sarà duratura. Allenatevi costantemente, per circa 30/40 minuti a sessione e per almeno 3 giorni a settimana ed avrete i vostri risultati. Brucerete così all’incirca 300/400 calorie alla volta se non di più. Infine provvedete a personalizzare la vostra tabella di marcia avvalendovi dei consigli di un esperto.

E la dieta?

Che vi piaccia o no per ottenere buoni risultati in tempi relativamente brevi dovrete associare l’uso della cyclette ad un buon programma alimentare. Sudare sulla bicicletta da camera e poi strafogarsi a tavola è praticamente inutile. Mettetevi perciò l’anima in pace: andate da un buon nutrizionista e fatevi prescrivere una dieta adatta alle vostre esigenze.

Attenzione però: soprattutto se non avete molto peso da perdere, ogni tanto concedetevi qualche strappo alla regola. Essere troppo rigidi può spingere a lasciar perdere ed in determinati momenti è addirittura frustrante. Se insomma non si è disposti a gratificarsi di tanto in tanto si rischia, un po’ per gola ed un po’ per stanchezza, di mandare tutto all’aria.

Cyclette per dimagrire: associarla ad altri sport

Un buon metodo per accelerare il processo di dimagrimento è quello di associare l’allenamento su cyclette alla pratica di altri sport. Ottima è ad esempio la camminata veloce che consente di consumare sino a 300 calorie orarie. Se proprio non vi va di dedicarvi ad altre attività ginniche, potete perlomeno rendere la vostra vita un po’ meno sedentaria: camminate molto a piedi, prendete le scale e non bivaccate troppo sul divano.

Un buon connubio, però per niente funzionale ad un’ulteriore perdita di peso, è quello tra ciclismo su cyclette e yoga. In questo modo potrete infatti allungare i muscoli della schiena, rinforzarli ed abituarli a reggere lo sforzo che inevitabilmente compiono durante una normale sessione di allenamento.

Imparare a pedalare

Imparare a pedalare correttamente è importante tanto quanto allenarsi costantemente. A seconda dell’intensità del movimento, ad esempio, è possibile sviluppare più o meno evidentemente i muscoli delle gambe, dei polpacci e delle cosce.

Ora: se siete delle donne ed avete un corpo aggraziato e molto femminile, non è il caso di metterci troppa passione. Pedalare in maniera eccessivamente energica potrebbe infatti rendere la vostra silhoutte alquanto disarmonica. Le vostre gambe soprattutto somiglierebbero a quelle di Ercole: meglio quindi evitare.

Se invece siete fuori forma e fuori allenamento non esitate a prendervi delle pause, magari ogni 10 minuti di sgambettata. Sforzarsi troppo può infatti diventare pericoloso oltre che controproducente. In più quando si percepisce la propria inadeguatezza al raggiungimento di un dato obiettivo, si rischia anche di subire una brutta frustrazione. Insomma, fate le cose con calma: i risultati arriveranno anche per voi…

Cyclette per dimagrire: quali sono le controindicazioni?

Purtroppo non tutti possono usare la cyclette a cuor leggero. Sarà sempre il caso di lasciar valutare la situazione ad un esperto quando ad esempio il sovrappeso è eccessivo. Il rischio diversamente sarebbe quello di affaticare troppo il cuore e le articolazioni.

Meglio dedicarsi ad altro, a meno di parere medico contrario, anche quando si hanno dei problemi particolari alle ginocchia o alla schiena. Gli allenamenti andranno inoltre sospesi in presenza di dolori ed infiammazioni.

Programma di allenamento con la cyclette: un esempio pratico

Chiariamo subito che, come altrove specificato, sarebbe meglio che ognuno si avvalesse di programmi atletici personalizzati studiati a monte da un esperto. Quello che leggerete nelle prossime righe perciò è più che altro un esempio di come potrebbe essere la vostra sessione di allenamento. Poniamo il caso che riusciate a trovare per la cyclette un’ora di tempo ogni giorno e che il vostro obiettivo principale sia modellare il corpo perdendo anche qualche chilo in eccesso.

Bene: dedicate i primi 10 minuti della sessione di allenamento alla fase di riscaldamento. Pedalate perciò con estrema lentezza, tanto per svegliare i muscoli dal loro torpore. I successivi 20 minuti andranno invece dedicati ad una pedalata veloce che vi traghetti alla fase aerobica del movimento.

Per ulteriori 20 minuti quindi vi darete ad una pedalata ancora più veloce ed il più possibile intensa, quella che insomma vi farà bruciare veramente i grassi in eccesso. Gli ultimi 10 minuti infine cercherete di recuperare un po’ di fiato. Ottima è a tal proposito una pedalata molto soft, esattamente come quella iniziale, che funga anche da esercizio defaticante.

Attenzione alla frequenza cardiaca massima

Durante gli allenamenti sarebbe bene monitorare sempre non soltanto il tempo trascorso sulla cyclette ed il numero di calorie bruciate, ma anche i propri parametri vitali. Particolare attenzione dovreste prestare ad esempio alla frequenza cardiaca massima. Essa è calcolabile sottraendo ad una costante, pari a 220, la vostra età. Quello che otterrete è il limite massimo di battiti al minuto che il vostro cuore può sostenere senza andare incontro a gravi conseguenze.

Va da sé perciò che questo valore può essere raggiunto, ma in nessun caso dovrà essere superato. L’ideale anzi sarebbe che la frequenza cardiaca registrata durante l’allenamento fosse pari al 65/75% del valore ottenuto per il calcolo della frequenza cardiaca massima. Tutto ciò comunque si adatta a soggetti sani ed in discreta forma fisica. Se non vi riconoscete in questo profilo lasciate che tali parametri vengano stabiliti ad personam da un esperto del settore.

La scala di percezione dello sforzo

Non sono in molti a saperlo, ma gli addetti ai lavori hanno elaborato una RPE, ossia una scala di percezione degli sforzi. Essa si compone di 10 livelli indicativi del possibile grado di affaticamento di un atleta. Egli potrà essere praticamente a riposo (1) o muoversi lentamente in modo da reggere l’andatura per parecchio tempo (2). Segue poi uno sforzo lievemente più intenso che si traduce in un respiro appena più affannoso (3).

Ad un certo punto si inizia però a sudare in maniera più o meno consistente, ma allenandosi si ha ancora abbastanza fiato per parlare con chi si ha vicino (4 e 5). Se lo sforzo aumenta ulteriormente inizia a mancare il fiato (6), si suda tantissimo e non si riesce più a parlare (7). Questo tipo di fatica diventa sostenibile soltanto per piccoli intervalli di tempo (8). In ultimo si raggiunge una fase in cui si è talmente stanchi che si desidera solo smettere (9) ed il corpo, dal canto suo, sarebbe in grado di reggere ancora determinati ritmi soltanto per una manciata di secondi (10).

Qualche suggerimento pratico

La cyclette è sicuramente un attrezzo per l’home fitness facilissimo da utilizzare. Questo non significa però che vi basterà mettervi a cavalcioni e pedalare perché tutto vada per il verso giusto. Innanzitutto, come detto già altrove, vi raccomandiamo di non trascurare mai le fasi di riscaldamento e defaticamento.

In secondo luogo sarà bene utilizzare sempre vestiti comodi e soprattutto traspiranti. La stanza in cui lavorerete dovrà essere ben arieggiata (attenti però a non esagerare) e dovrete sempre reintegrare tutti i liquidi persi con il sudore.

A tale scopo munitevi di un portaborracce o di qualcosa di simile in modo da poter sempre tenere a portata di mano una bottiglietta d’acqua o un integratore. Pedalerete così in modo continuativo, ma senza mai patire la sete.

Per allenarvi poi scegliete, se possibile almeno, le prime ore del mattino o comunque i momenti che precedono la colazione. In questa fase della giornata il metabolismo è attivo più che mai e voi potrete bruciare molte più calorie. In alternativa orientatevi su un altro orario, ma che si distanzi dall’ultimo pasto consumato di almeno 240 minuti.

Scegliere la cyclette per dimagrire

Scegliere la vostra futura cyclette per dimagrire potrebbe non essere una passeggiata. Sono molti i parametri di cui dovrete tenere conto e noi li abbiamo riuniti tutti nelle righe che seguono.

Cyclette per dimagrire: tutte le varianti

Come vi abbiamo promesso, cercheremo di darvi delle indicazioni sui vari modelli di cyclette per dimagrire ad oggi presenti sul mercato. Ciascuna variante, lo abbiamo già detto, può allenare meglio un sistema muscolare piuttosto che l’altro: vediamo di conoscere  nel dettaglio perciò tutte le possibili opzioni. Iniziamo dal modello verticale.

Esso è in assoluto il più comune ed il più semplice da utilizzare. Corrisponde a pieno al profilo di cyclette sin qui delineato. Questo tipo di bicicletta da camera agisce soprattutto sugli arti inferiori e ben si adatta ad allenamenti aerobici, dimagranti e riabilitativi.

La versione orizzontale, detta anche reclinata o recumbent, invece è corredata da uno schienale e viene perlopiù consigliata quando si necessita di un allenamento dolce. Gli utenti principali sono gli anziani e le persone reduci da pesanti infortuni, ma anche coloro i quali mirino a sollecitare gli addominali inferiori.

La cyclette ellittica ha il potere di allenare in simultanea praticamente tutti i muscoli del corpo ed è particolarmente indicata per chi necessita di perdere peso. Il suo impiego però potrebbe risultare anche abbastanza faticoso: accertatevi quindi che il vostro fisico sia in grado di reggere allo stress.

La spin bike o indoor è perfetta per gli allenamenti molto intensi e consente di bruciare calorie ad un ritmo forsennato. La mini bike invece è una piccolissima bicicletta sprovvista di manubrio. Il suo particolare design la rende adatta ad allenare gambe e braccia. Anche in questo caso comunque l’attrezzo in esame è indicato per le persone più anziane e per chi necessiti di sostenere un allenamento dolce.

Esistono anche cyclette dal design speciale: le cosiddette biciclette ad accesso facilitato. Esse sono concepite in modo da avere la monta molto bassa e da non costringere l’utente a sforzarsi troppo per posizionarsi sul sellino. Ovviamente questo tipo di design  più che per il dimagrimento è utile per la riabilitazione o per il mantenimento del peso forma in anziani e persone con scarsa mobilità.

Una categoria a sé stante è quella delle acquabike, note anche come hydrobike. Queste cyclette vanno utilizzate in acqua, magari in piscina. Per tale motivo è più difficile adoperarle al di fuori da strutture specializzate. Se siete comunque tra i fortunati che posseggono una piscina privata non esitate a comprare questo gioiellino. L’acqua vi opporrà resistenza, voi faticherete molto di più a pedalare, ma consumerete un numero decisamente considerevole di calorie!

Il design

Affine al concetto di modello è quello di design. La forma di una cyclette può, come abbiamo visto, rendere il prodotto più adatto ad una determinata fascia d’utenza anziché all’altra. Ma di questo ci siamo già occupati. In questo paragrafo comunque ci interessa puntare i fari soprattutto sulla robustezza e la stabilità del prodotto.

In base a questi criteri sarete in grado di valutare se la cyclette è in grado o meno di sorreggere il vostro peso o di rimanere ben ancorata a terra durante i momenti di allenamento intenso. Molto in tal senso dipende dalle caratteristiche del volano. Esso altro non è che un disco metallico montato in prossimità dei pedali. La sua funzione è quella di stabilizzare il sistema. Maggiore è il suo peso e migliore è quindi il prodotto.

I volani più scadenti hanno di norma un peso pari a non più di 7 chili. Quelli montati sulle bici professionali non scendono mai invece sotto la soglia dei 15 chili. Chiaro è che un allenamento molto diradato nel tempo o comunque non eccessivamente faticoso presuppone l’uso di un volano leggero, diversamente è meglio orientarsi su qualcosa di più strong.

La comodità

Una buona cyclette deve anche assicurare all’utente tutti i confort del caso. Diversamente si finisce per vedere quell’ora di allenamento quotidiano come una sorta di tortura e quindi per accantonare tutti i buoni propositi. Valutate perciò l’ergonomia ed il grado di imbottitura del sellino. Quest’ultimo, al pari del manubrio, deve ovviamente essere regolabile in modo da non forzare il corpo ad assumere posizioni scorrette che presto o tardi si tradurranno in dolori e fastidi.

Alcuni sellini sono realizzati in modo da avere una misura più ampia rispetto agli standard: essi sono spesso più comodi rispetto alla media e permettono tra l’altro a chi non è esattamente filiforme di poter sedere sulla bici da camera senza patire dei disagi. In alternativa comunque è possibile acquistare in separata sede dei coprisellini che in qualche modo contribuiscano ad aumentare la comodità della cyclette ed ad adattarla alle esigenze fisiche dell’utente.

Gli accessori

Parecchi sono gli accessori che è possibile includere nel corredo del prodotto. Volete qualche esempio? Il vano porta oggetti in cui poter riporre il cellulare, la borraccia, l’asciugamano e chi più ne ha più ne metta. In alcuni casi è anche possibile che la casa produttrice vi omaggi di gancetti, portaborracce e bottigliette per l’acqua. I top di gamma potrebbero includere nel package anche piccoli ventilatori nonché un supporto elettronico per il collegamento di i-Pod et similia.

Il monitor

Non tutte le cyclette sono provviste di monitor ma, a parte alcune rare eccezioni, i modelli più moderni e prestazionali vantano la presenza di un display. Grazie a quest’oggetto potrete reperire informazioni specifiche sul tipo di allenamento in esecuzione e sui vostri parametri vitali. Il monitor può appartenere alla categoria degli schermi essenziali o essere di recentissima concezione. In alcuni casi esso sarà controllabile tramite una pulsantiera, in altri avrà un’interfaccia touch, in altri ancora sarà persino in grado di obbedire ai comandi vocali…

La stazza

Non tutte le cyclette ingombrano nella stessa maniera. Soprattutto quando ci si allena in casa e si hanno pochi spazi a disposizione questa discriminante diventa importantissima per la scelta. Considerate che dovrete sempre garantirvi uno spazio d’azione adeguato durante la fase d’allenamento. In poche parole non dovrete urtare mobili e suppellettili né rischiare di farvi male. La bici insomma dovrà essere proporzionata alla casa che vi ospita.

Importante è anche l’ingombro in sé e per sé della bicicletta da camera, soprattutto nel momento in cui dovrete riporla da qualche parte. Una struttura pieghevole o comunque molto leggera, d’altro canto, lascia un po’ a desiderare in termini di stabilità e prestazioni. Il suggerimento che vi diamo è quindi quello di orientarvi su questo tipo di prodotto se non siete eccessivamente pesanti e se non potete proprio farne a meno…

La facilità di trasporto

Connesso al punto precedente è il problema della facilità di trasporto. Se siete tra i pochi fortunati che possono permettersi di allestire una vera e propria palestra domestica questo aspetto vi tocca solo marginalmente. Dovrete infatti essere comunque in grado di sollevare e spostare la bici per poter pulire, ma nulla di più.

Diversamente il problema diventa un po’ più serio. Muovere una cyclette da una parte all’altra della casa, soprattutto quando l’attrezzo è molto ingombrante, può rappresentare un grosso problema. Molti modelli, per fortuna, sono ormai dotati di rotelle che semplificano parecchio la vita degli utenti. Importante sotto questo punto di vista è anche il peso dell’oggetto.

I pedali

I pedali sono delle parti della cyclette parecchio importanti, ma che molti tendono a sottovalutare. Essi devono sempre essere completati da una cinghietta utile a bloccare il piede durante l’allenamento. Inoltre devono essere realizzati in materiali antiscivolo o almeno in modo che le superfici siano zigrinate. Ciò allo scopo di evitare che il piede vada involontariamente giù determinando delle brusche interruzioni della pedalata o causando persino qualche piccolo problema fisico.

La trasmissione

Come accade per le normali biciclette, anche le cyclette possono avere un sistema di trasmissione a catena. In particolare ciò avviene quando si ha a che fare con un modello da spinning. Tale meccanismo presenta tutti i vantaggi e gli svantaggi che sicuramente avrete già avuto modo di appurare sulle bici vere e proprie.

La trasmissione a cinghia, soluzione alternativa a quella appena prospettata, necessita sicuramente di una ridotta manutenzione. Tuttavia essa si adatta meglio ad uno stile di allenamento un po’ più pacato. Questo ci porta a dire che non è possibile giudicare un sistema come assolutamente migliore rispetto all’altro. Spetterà quindi a voi scegliere compiendo tutte le valutazioni personali del caso.

La resistenza

Se opterete per una resistenza meccanica avrete a che fare con un freno che permette di pedalare in maniera abbastanza spedita. In questo caso la forza a cui dovrete opporvi per allenarvi potrà essere tarata tramite un sistema di manopole. In genere tale opzione è presente nei modelli basic di cyclette.

Scegliendo una resistenza magnetica comprerete un prodotto destinato ai professionisti o agli atleti da riabilitare. In questo caso avrete a che fare con un attrezzo fitness in grado di raggiungere i livelli di sforzo sicuramente più alti. Inoltre al controllo dei freni saranno sempre associati dei test d’allenamento utili a valutare la vostra preparazione atletica.

Le resistenze elettromagnetiche invece regolano i freni in rapporto al flusso di corrente passante per un’apposita bobina. Anche in questo caso siamo dinnanzi ad un prodotto destinato essenzialmente agli atleti o comunque ottimo per i programmi di riabilitazione. La resistenza ad aria infine si autoregola tenendo conto dell’intensità della pedalata: più ci si impegna e più i freni vi ostacoleranno nei movimenti. Ciò ovviamente allo scopo di potenziare i risultati ottenuti.

La lunghezza delle gambe

Può sembrare una stupidaggine, ma prima di comprare una cyclette fareste bene a tener conto della lunghezza delle vostre gambe. Il cosiddetto “fattore Q” serve a prevenire l’adozione di posture scorrette. Ciò  ha lo scopo di evitare che si compia uno sforzo inutile se non deleterio. Inoltre, considerando questo parametro, potrete pedalare senza impedimenti, quasi divertendovi. Se possibile quindi provate sempre a sedervi sulla bicicletta da camera. Valutate inoltre anche il grado di regolabilità del sellino e del manubrio.

La scelta dei materiali

Una bicicletta da camera, dicevamo poco prima, deve essere solida e stabile. In buona parte queste caratteristiche dipendono anche dai materiali di realizzo. Diciamo che in tal senso c’è poco da scegliere: l’acciaio è sicuramente l’opzione migliore, almeno per quanto riguarda il telaio. L’imbottitura del sellino invece deve essere realizzata in gommapiuma, mentre l’esterno può essere confezionato con stoffe o pelli. L’importante è comunque che esso risulti antiscivolo e facilmente lavabile.

I pedali poi sono sempre costruiti in plastica. Abbiamo già definito prima le ulteriori caratteristiche prescritte per la realizzazione di questo pezzo e quindi eviteremo di dilungarci ancora su questo punto. Il manubrio e la base d’appoggio infine devono essere rivestiti con gomme antiscivolo. Ovviamente queste ultime, se montate sullo sterzo, saranno anche ergonomiche.

Il peso sopportato

Una cyclette può essere in grado di sostenere pesi più o meno impegnativi. Molto dipende ovviamente dai materiali di realizzo e dalla struttura del telaio. Una pieghevole, in assoluto la meno solida tra le biciclette da camera, supporterà al massimo un centinaio di chili. Un prodotto di fascia media reggerà tranquillamente invece anche 120 chili di carico. Le cyclette più resistenti infine supporteranno un peso compreso tra i 130 ed i 150 chili.

Le funzioni

Le cyclette migliori vi offrono la possibilità di scegliere tra diversi programmi di monitoraggio. Tra questi ricordiamo innanzitutto l’odometro, ossia un sistema in grado di misurare la durata della sessione momento per momento, la distanza virtualmente percorsa, la velocità media di pedalata ed il numero di calorie bruciate.

Un’altra funzione fondamentale è quella che rileva la frequenza cardiaca. Sappiate però che non sempre i dati così ricavati sono attendibili. Ciò perché i sensori che percepiscono i battiti del cuore vengono installati all’interno del manubrio. Nel momento in cui, come inevitabilmente capita, si alzano le mani dallo sterzo i dati diventano imprecisi.

Meglio allora orientarsi su un prodotto corredato da altri sistemi di monitoraggio dei parametri vitali. In alternativa optate per apparecchi esterni, quali ad esempio gli smartwatch, che assolvano alla medesima funzione. I modelli migliori di cyclette inoltre constano spesso di una consolle contente vari programmi standardizzati per l’allenamento, dei test fitness, dei simulatori di percorso e chi più ne ha più ne metta.

Il rumore prodotto

Non tutte le cyclette sono silenziose. Prestate molta attenzione a questa discriminate: ne vale la pena. Perché? Beh, perché sopportare per un’ora l’incessante cigolio della bicicletta da fitness può diventare veramente fastidioso!

I modelli di moderna concezione sono molto più silenziosi rispetto a quelli presenti un tempo sul mercato. Anche in questo caso è comunque importante valutare le caratteristiche del volano: più esso resiste all’aria più rumore tende a produrre. In alternativa allenatevi indossando delle buone cuffie…

La marca

Volete essere sicuri di comprare un prodotto che non vi lasci a piedi dopo pochi utilizzi? Allora, orientatevi su un articolo di marca. Compiendo questa scelta tra l’altro sarete certi di poter sempre contare su un buon servizio di assistenza clienti e di poter reperire facilmente eventuali pezzi di ricambio. Inoltre i prodotti brandizzati godono di garanzia e sono costruiti seguendo con scrupolo tutte le normative di sicurezza attualmente vigenti.

Meglio quindi spendere sempre qualche centinaio di euro in più all’atto dell’acquisto e non aver problemi in seguito piuttosto che risparmiare sul prezzo iniziale dell’attrezzo e poi essere costretti a ripararlo di continuo o addirittura a sostituirlo. A conti fatti, tentando di risparmiare sull’acquisto, spendereste di più…

Cyclette per dimagrire: il prezzo

Dolenti note? Entro certi limiti. Se non avete grosse pretese e se il vostro allenamento è finalizzato alla perdita di pochi chili in esubero, potrete accontentarvi di un modello basic e come tale poco costoso. In questo caso troverete qualcosa che faccia al caso vostro spendendo tra le 100 e 200 euro. Si tratta quindi di una cifra più che abbordabile, esattamente come vi avevamo promesso in apertura.

Se volete sì dimagrire, ma anche dedicarvi al ciclismo in maniera un po’ più professionale, dovrete chiaramente spendere di più. Tra le 500 e le 600 euro troverete sicuramente il prodotto che fa per voi. Se però volete portare a casa un articolo professionale, uno di quelli che trovate nelle palestre specializzate per intenderci, rassegnatevi a sborsare cifre più alte. Di quanto più alte? Beh, considerate che alcuni modelli hanno un costo pari a circa 1500 euro!

Lascia un commento