detersivo per lavastoviglie migliore

Detersivo per lavastoviglie: quale scegliere? Consigli per gli acquisti

Scegliere un buon detersivo per lavastoviglie può significare risparmiare tempo, fatica e denaro. Inoltre un prodotto di qualità offre qualche garanzia in più in termini di salvaguardia dell’elettrodomestico. Ma non è ancora tutto. Un detergente degno di nota è in qualche modo capace di tutelare la salute degli utenti dato che non rilascia residui potenzialmente pericolosi su piatti e bicchieri. Comprare dei detersivi poco qualitativi infine può alla lunga danneggiare le stoviglie, specialmente le più delicate.

Certo, essere sicuri di portare a casa il detergente perfetto è difficile, oggi più che mai. L’offerta  infatti è ormai  tanto variegata che si rischia di entrare nel pallone e di comprare la prima cosa che ci capiti a tiro pur di andar via dal supermercato. Ecco perché abbiamo pensato di mettere a vostra disposizione questa guida all’acquisto. Chissà che non possa giovarvi a dimezzare i tempi di stallo davanti allo scaffale dei detersivi per lavastoviglie!

Migliori detersivi per lavastoviglie in commercio

Bestseller No. 1
Pril Gel All in One Sciogli Grasso Detersivo Lavastoviglie Liquido Multi-Azione...
  • Pril Gel All in one è il detersivo per lavastoviglie multi azione in gel con funzione detergente e...
  • Azione salva vetro: Pril gel All in one include una funzione protettiva per le stoviglie in vetro
  • Pril Gel All in One è efficace anche nei cicli brevi ed è già attivo a basse temperature (40 gradi)...
  • Pril Gel All in One è in confezione risparmio multi pacco da 4 flaconi da 58 lavaggi per un totale di...
  • Prill All in one gel con profumazione Classica per donare alle tue stoviglie una ottimale profumazione di...
Bestseller No. 2
Finish Detersivo Per Lavastoviglie, 96 Lavaggi, Powergel, 3 Confezioni Da 32 Lavaggi
  • Detersivo liquido lavastoviglie con formula gel per brillantezza e pulizia già nei cicli brevi
  • Con la formula potenziata con Tecnologia SalvaVetro, Finish gel lavastoviglie protegge i tuoi bicchieri...
  • Il detersivo liquido lavastoviglie con formula gel concentrato a rapida dissoluzione garantisce pulizia...
  • Finish Gel è un detersivo lavastoviglie tutto in uno, arricchito con la funzione del sale, per...
  • Detersivo gel lavastoviglie regular, nel pratico formato 3 confezioni da 650 ml per una durata fino a 96...
Bestseller No. 3
Pril Gold Gel lavastoviglie Sciogli Grasso Limone & Lime, Detersivo lavastoviglie con...
  • Gel sciogligrasso – Pril lavastoviglie gel con sgrassatore attivo penetra nei residui di sporco...
  • Rapido ed efficace – Il detersivo piatti in formula gel è efficace anche nei cicli di lavaggio brevi e...
  • Extra-azione – La formula multifunzione del prodotto lavastoviglie offre un potere pulente completo...
  • Nuovo formato – Il sapone piatti ha un'esclusiva bottiglia con doppia camera che permette la...
  • Contenuto confezione – Pril Gold Gel Sciogli Grasso Limone & Lime in confezione da 4, detersivo...
Bestseller No. 4
Svelto Classico Pastiglie per Lavastoviglie, Megapack 224 Lavaggi
  • Pastiglie per lavastoviglie classico
  • Senza fosfati
  • Efficace anche nei cicli brevi
  • Cartone in 100% cartone riciclabile
  • 7 confezioni da 32 lavaggi, per un totale di 224 lavaggi
Bestseller No. 5
Fairy Original 125 Pastiglie per Lavastoviglie Limone, Detersivo Maxi Formato da 125...
  • Con la sua azione pulente al primo lavaggio, rimuove persino il grasso incrostato
  • Fairy Original Tutto In Uno caps per lavastoviglie
  • Rimozione macchie ostinate e funzione brillante
  • Funzione del sale e azione brillantante integrate e combinate con protezione del vetro e dell’argento
  • Lasciano un profumo di fresco e pulito nella tua lavastoviglie
  • Potente azione pulente grazie al liquido sgrassante
  • Progettate e testate per l’uso con tutte le principali marche di lavastoviglie
Bestseller No. 6
Pril Gold Gel lavastoviglie Sciogli Grasso, Detersivo lavastoviglie con sgrassatore...
  • Pril lavastoviglie gel con sgrassatore attivo penetra nei residui di sporco ostinato, rimuovendo anche lo...
  • Il detersivo piatti in formula gel è efficace anche nei cicli di lavaggio brevi e si dissolve...
  • La formula multifunzione del prodotto lavastoviglie offre un potere pulente completo grazie alle sue 12...
  • Il sapone piatti ha un'esclusiva bottiglia con doppia camera che permette la combinazione di due formule...
  • Pril detersivo lavastoviglie con azione Pulizia Profonda, anche nei cicli brevi
Bestseller No. 7
Fairy Platinum Plus Pastiglie per Lavastoviglie, Limone, 56 Capsule
  • Il miglior prodotto di Fairy per una pulizia profonda contro lo sporco, che lascia i piatti puliti, come...
  • Scioglie anche le incrostazioni di cibo difficili e il grasso ostinato
  • Rimuove anche le patine opache formatesi nel tempo e aiuta a ripristinare il aspetto originale
  • La capsula con 3 camere per liquido si dissolve rapidamente anche a temperature più basse; anche per...
  • Funzione salina integrati, con protezione del vetro e dell’argento
Bestseller No. 8
Pril Gel All in One Limone Detersivo Lavastoviglie Liquido Multi-Azione Sporco...
  • Pril Gel All in one è il detersivo per lavastoviglie multi azione in gel con funzione detergente e...
  • Azione salva vetro: Pril gel All in one include una funzione protettiva per le stoviglie in vetro
  • Pril Gel All in One è efficace anche nei cicli brevi ed è già attivo a basse temperature (40 gradi)...
  • Pril Gel All in One è in confezione risparmio multi pacco da 4 flaconi da 58 lavaggi per un totale di...
  • Prill All in one gel con profumazione Lime e Limone per donare alle tue stoviglie una ottimale...
Bestseller No. 9
Finish, 282 Pastiglie per Lavastoviglie, All In One Max, 3 Confezioni da 94...
  • Le pastiglie lavastoviglie All-in-One racchiudono 10 azioni in una pastiglia per una pulizia efficace e...
  • Detersivo lavastoviglie in pastiglie con azione sgrassante e pretrattante, che rimuove facilmente le...
  • Grazie alla tecnologia Finish Powerball, le pastiglie per lavastoviglie donano pulizia e brillantezza al...
  • Gli agenti salvavetro delle pastiglie lavastoviglie Finish proteggono i tuoi bicchieri dalla corrosione...
  • La scatola contiene 282 pastiglie, ciascuna nel pratico formato monodose che non ha bisogno di essere...
Bestseller No. 10
Fairy Platinum Plus Pastiglie Per Lavastoviglie, Limone, 100 Capsule
  • Il prodotto di Fairy per una pulizia profonda contro lo sporco, che lascia i piatti puliti e brillanti,...
  • Scioglie anche le incrostazioni di cibo difficili e il grasso ostinato
  • Rimuove anche le patine opache formatesi nel tempo e aiuta a ripristinare la brillantezza originale
  • La capsula con 3 camere per liquido si dissolve rapidamente anche a temperature più basse; anche per...
  • Azione brillantante e funzione salina integrati, con protezione del vetro e dell’argento
Bestseller No. 11
Fairy Platinum 125 Pastiglie per Lavastoviglie Limone, Detersivo Maxi Formato da 125...
  • Fairy per rimuovere lo sporco ostinato fin dal primo lavaggio
  • Fairy Platinum Tutto in Uno caps per lavastoviglie
  • Rimuove il grasso perfino dal filtro (contro il calcare, usa Fairy Pulisci lavastoviglie)
  • Funzione del sale e azione brillantante integrate e combinate con protezione del vetro e dell’argento
  • Lasciano un profumo di fresco e pulito nella tua lavastoviglie
  • Aiutano a prevenire l’accumulo di grasso nel sistema di scarico, nei filtri e nel mulinello
  • Progettate e testate per l’uso con tutte le principali marche di lavastoviglie
OffertaBestseller No. 12
Svelto Gel Lavastoviglie Ecolabel con Aceto, Confezione Risparmio, 216 Lavaggi
  • Gel lavastoviglie con aceto bianco
  • Pulizia eccezionale con ingredienti di origine naturale
  • Bottiglia 100% plastica riciclata
  • Efficace nei cicli brevi
  • Prodotto certificato ecolabel
  • 6 bottiglie da 36 lavaggi, per un totale di 216 lavaggi
Bestseller No. 13
Finish, 360 Pastiglie per Lavastoviglie, Classic, 4 Confezioni da 90 Pastiglie,...
  • I detergenti presenti nelle pastiglie lavastoviglie classic puliscono residui di cibo, lasciando i tuoi...
  • Le pastiglie lavastoviglie classic contengono l'azione pre-trattante che aiuta ad avere ottimali...
  • Grazie alla tecnologia Finish Powerball, le pastiglie per lavastoviglie con azione pre-trattante per...
  • Per un ottimo risultato utilizzalo insieme a Finish sale e Finish brillantante
  • La cassa contiene 360 pastiglie alla piacevole fragranza di limone, ciascuna nel pratico formato monodose...
Bestseller No. 14
Fairy Platinum 70 Pastiglie per Lavastoviglie, Detersivo in Confezione XXL da 70...
  • Progettate e testate per l'uso con tutte le principali marche di lavastoviglie
  • Aiutano a prevenire l'accumulo di grasso nel sistema di scarico, nei filtri e nel mulinello
  • Rimuove il grasso perfino dal filtro (contro il calcare, usa Fairy Pulisci lavastoviglie)
  • Funzione del sale e azione brillantante integrate e combinate con protezione del vetro e dell'argento
  • Lasciano un profumo di fresco e pulito nella tua lavastoviglie
Bestseller No. 15
Fairy Platinum Gel Detersivo per Lavastoviglie Limone, 384 Lavaggi, Maxi Formato da...
  • 100% dissolvenza
  • 3x active powers pulizia; brillantezza; freschezza
  • Pulizia eccezionale
  • Profumo di limone

Lavastoviglie: come prepararla

Prima di parlare di detergenti  però è forse meglio fare un rapido ripasso sull’uso della lavastoviglie. Vi sentite ferrati in materia? Fidatevi: meglio non ostentare mai troppa sicurezza! In primo luogo non azionate la macchina se non è ancora piena al massimo. In questo modo eviterete sprechi di detersivo, inquinerete di meno e risparmierete sulle bollette di acqua ed elettricità.

Non dimenticate inoltre di sciacquare tutte le stoviglie, specialmente le più sporche. Ovviamente non limitatevi soltanto ad uno scroscio d’acqua. La cosa più importante è infatti eliminare tutti i possibili residui di cibo appiccicati qui e là. Inoltre cercate anche di togliere le incrostazioni, almeno per sommi capi.

In questa maniera vi sarà possibile selezionare un programma che sfrutti le basse temperature. Ciò è importante perché vi permette di proteggere le stoviglie, di non sovraccaricare di lavoro la macchina, di inquinare un po’ di meno e, ancora una volta, di risparmiare.

Come usare il detersivo

Vi sembrerà strano, o forse superfluo, ma è utile in questa sede dare anche qualche ragguaglio in merito all’uso del detersivo. In linea di massima il vostro detergente andrà inserito nell’alloggio nascosto dietro l’apposito sportello. Avete presente la lavatrice?

Ecco, il concetto è simile. Tale alloggio può essere composto da un blocco unico, oppure presentare due scompartimenti. In uno andrà messo il detersivo, nell’altro il brillantante o qualsiasi altro additivo vi serva utilizzare. Nei casi particolari però, quando per esempio il carico è veramente pesante o indicibilmente sporco, potrete usare entrambi gli alloggi per contenere del detersivo.

La dose massima supportata viene spesso indicata sull’apparecchio mediante delle tacche. Inoltre sulle confezioni del detergente sono sempre fornite delle indicazioni precise a tal riguardo. Ricordate comunque che ogni prodotto prevede dosaggi a sé stanti. Buona norma è quindi leggere le etichette, soprattutto se avete l’abitudine di cambiare spesso detersivo.

Ed a proposito di etichette: vi consigliamo anche di mantenerle integre e di non travasare il prodotto in flaconi non originali. Soltanto in questa maniera potrete sempre reperire tutte le informazioni specifiche riguardanti quel dato detergente.

Una volta aperto l’imballaggio poi, abbiate cura di riporre la confezione in un luogo fresco ed asciutto. Lasciare il detergente in balia di fonti di calore potrebbe infatti alterarne la formulazione. Ciò significa che l’efficacia del prodotto potrebbe ridursi. Inoltre è assolutamente sconsigliabile miscelare detersivi diversi. Anche in questo caso potreste adulterare la composizione.

Attenzione infine a scadenze, bambini e contaminazioni alimentari. Un po’ come accade con i cibi, i detersivi scaduti possono andare a male. Questo significa che perdono d’efficacia. Inutile parlare poi dei bimbi i quali, davanti ad una boccetta di detersivo, potrebbero farsi venire in mente strane idee. Prevenire perciò è meglio che curare. Infine fate in modo di non tenere mai i prodotti chimici laddove conservate anche degli alimenti. Le ragioni sono abbastanza ovvie: in caso di fuoriuscite potreste avvelenarvi o subire una brutta lavanda gastrica…

Detersivo per lavatrice: un prodotto e tanti formati

Dopo tutte le premesse del caso, entriamo finalmente nel vivo della questione. Come fare a scegliere un buon detergente per lavastoviglie? Beh, la prima cosa da sapere quando si acquista un detersivo di questo genere è che i formati tra cui scegliere sono tanti. Ma perché tanta diversificazione? C’è poi tutta questa differenza tra un prodotto e l’altro? Cerchiamo subito di soddisfare tutte le vostre curiosità.

Allo stato attuale potrete scegliere tra pastiglie (o tabs), caps, formulazioni gel ed in polvere. Le pastiglie sembrerebbero essere le più apprezzate dagli utenti, almeno stando ai dati di vendita relativi a questi ultimi anni. Si tratta di blocchetti di detersivo pressato confezionati singolarmente.

In genere sono pronte per l’uso ed in molti casi non è nemmeno necessario toglierle dall’involucro protettivo. Quest’ultimo infatti è spesso realizzato in materiale idrosolubile. Ciascuna pastiglia è predosata e contiene perciò tutto il detersivo che serve per un ciclo di lavaggio. Esistono infine delle versioni all inclusive di tabs. Esse, oltre al detersivo, contengono sale ed altri additivi. Ci occuperemo in seguito di questo particolare.

Il gel invece ha formato liquido. Scegliere questa variante del prodotto significa aver maggior controllo sui quantitativi di detersivo da utilizzare adeguandosi magari ai mezzi carichi. Il gel può essere commercializzato anche in formato di caps. Si tratta ancora una volta di involucri idrosolubili all’interno dei quali è per l’appunto contenuto del detergente liquido. A volte nella stessa bustina sono presenti anche gli additivi di cui sopra.

La polvere infine è tra tutte le tipologie di detersivo descritte quella che assicura un minor dispendio economico. Costa di meno e dura di più. Tuttavia è spesso poco delicato sulle stoviglie dato che abrade le superfici. In compenso, proprio in virtù della presenza di granuli, riesce ad eliminare con una certa facilità incrostazioni e macchie di bruciato. Non si tratta della soluzione ottimale insomma, ma ha comunque il suo perché.

Detersivo per lavastoviglie: meglio liquido o in pastiglie?

Inutile dire che in ciascuno dei due casi il prodotto che sceglierete di comprare vi offrirà vantaggi e svantaggi. Iniziamo da questi ultimi. Acquistare delle pastiglie significa fare i conti con un detergente che spesso fatica a sciogliersi del tutto. Quando ciò succede, ovviamente, restano delle tracce di detersivo sparse qui e là sulle stoviglie. I prodotti liquidi, di contro, sono un po’ più complicati da dosare, gocciolano e molte volte costano parecchio. Inoltre essi hanno spesso un’unica funzione, cosa che vi obbligherà a comprare in separata sede additivi e sale.

Adesso però vediamo quali sono i vantaggi offerti da ciascuna delle due varianti. Cominciamo, ancora una volta, dalle pastiglie. Tale formato è più pratico in quanto predosato. Esso inoltre ingloba in un’unica tavoletta il detersivo vero e proprio e gran parte degli additivi di cui sopra. Sicuramente poi non ha modo di gocciolare e, in fin dei conti, è comunque più economico rispetto al detersivo liquido. Quest’ultimo, di contro, si scioglierà sempre (o quasi) evitando di lasciare perciò residui su piatti e bicchieri.

Meglio scegliere le caps o le pastiglie?

A questo punto la domanda sorge spontanea: è possibile godere contemporaneamente di tutti i vantaggi connessi all’uso di pastiglie e gel? Sì: basta comprare delle caps. Scegliendo questo formato avrete per le mani un detergente predosato che non lasci residui su piatti e bicchieri. Risparmierete del tempo ed eviterete gli sprechi.

Attenzione però: il sale ed il brillantante aggiunto alle caps (ed anche alle pastiglie) è spesso insufficiente. A volte perciò potrebbe essere necessario operare una piccola correzione. Vi basterà in tal caso aggiungere negli appositi alloggi, ovviamente in quantità ridotte, quello che serve. Per essere certi di non sbagliare però leggete sempre le famose etichette apposte sulle confezioni.

Detersivo per lavastoviglie: gli ingredienti base

Chiaro è che ogni azienda per realizzare il suo prodotto utilizzi una diversa composizione chimica. Tuttavia esistono degli ingredienti imprescindibili, ingredienti comuni praticamente a tutto ciò che riuscirete a trovare in commercio. In particolare non mancheranno mai i fosfati, gli agenti sbiancanti ed il cloro. Utilissimi sono anche gli enzimi. Si deve a loro infatti la possibilità di sciogliere residui grassi ed oleosi.

In ultimo nel detersivo per lavastoviglie saranno sempre presenti dei prodotti anti corrosione e degli agenti anti incrostazione. Mancheranno all’appello però le sostanze schiumogene. Se così non fosse infatti le bolle, che inevitabilmente finirebbero per moltiplicarsi, uscirebbero dalla macchina in funzione. Meglio evitare insomma…

Un capitolo a parte costituiscono poi i detersivi ecologici: qui alcune molecole, per definizione, non possono proprio essere impiegate. Ne parleremo meglio in seguito. Un consiglio: non acquistare dei detersivi che siano in parte composti di sabbia. Si tratta di un elemento fortemente abrasivo che interagisce male con la ceramica e le stoviglie in genere.

Detersivo per lavastoviglie ed additivi

I detersivi per lavastoviglie, come sappiamo, vanno spesso supportati da additivi. Perché il lavaggio risulti sempre ben eseguito è necessario che la macchina sia pulita e che non lasci segni, striature e chiazze calcaree. Queste opzioni derivano proprio dall’uso di ulteriori elementi chimici o naturali. Ma andiamo con ordine.

Una lavastoviglie è pulita se è possibile dire altrettanto di filtri, tubi ed erogatori. Di tanto in tanto perciò bisognerà eseguire dei cicli di lavaggio a vuoto ad alte temperature utilizzando dei detergenti specifici. In alternativa, utilizzate una soluzione di acqua ed acido citrico. Così facendo rimuoverete dalle componenti meccaniche della macchina eventuali accumuli di sporcizia e calcare. Molti detersivi infatti non sono in grado di provvedere in tal senso.

Passiamo ai deodoranti. I piatti, specialmente se unti e bisunti o lasciati in attesa di lavaggio per ore, non possono certo profumare. Nemmeno il lavaggio in questi casi può fare magie. Bisognerà perciò aggiungere nell’apposito alloggio degli additivi profumanti. Sulla “questione profumo” comunque torneremo in seguito.

Stesso discorso vale per la lucentezza. A tale scopo userete il brillantante. Grazie a questo additivo sarete sempre sicuri che piatti e bicchieri restino lucidi e trasparenti. La sua funzione infatti è quella di lasciar evaporare l’acqua stagnante sulle stoviglie. Questo passaggio, eseguito rigorosamente in fase di asciugatura, permette di migliorare la resa della lavastoviglie.

L’importanza del sale

Qualcuno magari se lo sarà chiesto, ma non avrà mai trovato risposta: a che serve aggiungere il sale al detersivo per la lavastoviglie? Beh, praticamente a tenere in vita l’elettrodomestico! Questo prezioso elemento naturale infatti permette di rigenerare tutte le resine che compongono la macchina. Tali resine infatti subiscono dei danni moderati ad ogni lavaggio. Ma non è tutto. Il sale aiuta anche a migliorare le prestazioni dell’elettrodomestico.

Detersivo per lavastoviglie: classico o ecologico?

Meglio scegliere un detersivo ecologico o preferire una formulazione tradizionale? Beh, molto dipende dalle vostre priorità e dalle vostre esigenze. Sappiate che un prodotto classico è sicuramente capace di garantirvi buoni risultati. Purtroppo però, soprattutto con il passare del tempo, finisce per lasciare delle patine bianche su piatti e bicchieri. Inoltre inquina, inquina parecchio.

Un detersivo ecologico invece potrebbe risultare forse meno efficace, soprattutto se non si ha l’abitudine di sciacquare i piatti prima di metterli dentro la lavastoviglie. Tuttavia scegliendolo inquinereste di meno. I detersivi ecologici infatti non producono scorie tossiche né in fase di utilizzo né in fase di fabbricazione. Attenzione però alle fregature ed alle pubblicità ingannevoli: non tutti i detergenti ecologici sono effettivamente validi.

Perché un prodotto sia davvero green è necessario infatti privarlo di alcuni ingredienti. Tra questi citiamo i profumi, i policarbonati ed i fosfati. Molte aziende eco friendly sostituiscono alcuni di questi componenti con degli altrettanto validi citrati o con il bicarbonato. Altre usano invece ingredienti dall’azione molto blanda.

Attenzione infine alla bustina idrosolubile che avvolge caps e pastiglie. A volte l’involucro non riesce a sciogliersi del tutto. Risultato? Finisce nello scarico. Questo significa che può inquinare le acque, ma anche soffocare gli animali che qui vivono. Insomma: se amate l’ambiente dovete prestare maggiore attenzione a tutte le vostre scelte…

Tutto sui fosfati

Molti detersivi, come abbiamo precedentemente accennato, contengono fosfati. Questi elementi esistono già in natura ed hanno il potere di rendere multifunzionali i detersivi. Il loro utilizzo non richiede grossi esborsi: ecco perché sono praticamente onnipresenti nelle formulazioni detergenti. Il problema è però che, a fine lavaggio, i fosfati percorrono gli scarichi e giungono quindi nei bacini idrici. Qui purtroppo ad oggi confluiscono infatti le acque reflue prodotte quotidianamente.

Una volta immessi nei suddetti bacini idrici, i fosfati lavorano da agenti inquinanti. La loro azione è quella di far crescere a dismisura le alghe che popolano laghi e fiumi. Questo significa che nello specchio d’acqua presto scarseggerà l’ossigeno. Tutte le piante e gli animali che popolano quell’ecosistema saranno quindi destinati a sopperire turbando gli equilibri naturali dell’ambiente.

Come è facile intuire a questa situazione è necessario porre presto rimedio. Per adesso non si è trovata altra soluzione che regolamentare l’utilizzo di fosfati. Dal gennaio 2017, almeno in Europa, non è quindi possibile utilizzare più di 0,3 grammi di questo ingrediente per dose.

Alcune industrie, più sensibili forse al tema ecologico, hanno del tutto eliminato i fosfati dalle loro formulazioni. I loro prodotti non risultano per questo più costosi o meno efficienti. Se volete dare una mano all’ambiente perciò scegliete detersivi su cui sia riportata la dicitura “eco friendly”.

Una soluzione ecologica ed economica

Avete mai pensato che potreste produrre in casa il vostro detergente? Non vi servirà altro che un po’ di sapone di Marsiglia, del bicarbonato e dell’acido citrico. Certo, non otterrete un detersivo potentissimo, ma se il vostro è uno “sporco ordinario”, questa formulazione assolverà egregiamente il suo compito. Se vorrete ovviare al problema efficacia, potrete acquistare dei tensioattivi naturali ed ecologici, da aggiungere al preparato.

Alcune ricette impiegano l’aceto bianco in alternativa all’acido citrico. Si tratta di un ingrediente teoricamente equivalente, capace cioè di pulire e sgrassare. Il problema è che in combinazione al bicarbonato potrebbe creare dei danni alla lavastoviglie. In particolare finirebbe prima o poi per produrre delle patine opache localizzate sulle pareti del vano lavaggio. Anche le componenti metalliche presenti all’interno del sistema potrebbero danneggiarsi. Meglio perciò lasciar perdere le variazioni sul tema.

Detersivo per lavastoviglie: si può sostituire?

In linea di massima no, a meno che non utilizziate delle composizioni home made come quella appena descritta. Questo perché componenti diverse da quelle normalmente contenute nei detersivi per lavastoviglie o da quelle sopra indicate, possono danneggiare gli ingranaggi o diminuire la resa della macchina.

Ciò significherebbe diventare amici intimi del tecnico che accorre ad ogni guasto dell’apparecchio. Tra l’altro finireste anche per mangiare su piatti in cui restino residui di sporcizia o sapone. In poche parole non fareste del bene alla vostra salute né tanto meno a quella del vostro portafoglio. Anche in questo caso quindi evitate di prendere iniziative originali.

Risparmiare utilizzando la lavastoviglie

La lavastoviglie è un elettrodomestico che facilita la vita a molti di noi, ma che consuma parecchio in termini di acqua ed elettricità. Per risparmiare sulle bollette vi consigliamo perciò, come già detto altrove, di utilizzarla soltanto a pieno carico. Inoltre scegliete sempre i programmi più economici. Paradossalmente questi richiedono tempi di azione un po’ più lunghi, ma consumano un quantitativo di risorse decisamente inferiore rispetto ad altre soluzioni. Torna utile inoltre pulire spesso il filtro.

Detersivo per lavastoviglie: le caratteristiche ideali

Alla luce di quanto detto sinora, possiamo intuire facilmente quali siano le caratteristiche del perfetto detersivo per lavastoviglie. Valutate innanzitutto perciò la composizione del vostro detergente. Alcuni prodotti infatti hanno azione unica, altri si avvalgono di una doppia o addirittura di una tripla formula.

Nel primo caso acquisterete soltanto un detersivo. Dovrete poi aggiungere negli appositi vani della lavastoviglie il sale, il brillantante e l’additivo protettivo. Ma di questo avevamo già parlato. Le altre soluzioni sono invece comprensive di questi elementi, ma costano ovviamente un po’ di più.

Valutate poi l’efficacia del prodotto dal punto di vista della pulizia, della brillantezza e della protezione della macchina. A prescindere dal fatto che optiate per tabs, caps o altre soluzioni, il vostro detersivo dovrà rimuovere del tutto ogni tipo di sporcizia.

Che senso avrebbe utilizzarlo altrimenti? Assicuratevi in particolare che sia possibile disincrostare i piatti. In questo senso comunque date una mano al detergente lavorando un po’ di rete metallica prima di riporre tutto in lavastoviglie. Così facendo, tra l’altro, eviterete che l’eccesso di sporcizia, sciogliendosi, vada a finire nello scarico o nei filtri.

Per quanto riguarda l’azione brillantante invece accertatevi di ottenere piatti e bicchieri sempre lucenti. Anche in questo caso comunque è importante inserire all’interno dell’elettrodomestico stoviglie già sciacquate manualmente. Parliamo adesso dell’azione protettiva. Essa ha la funzione di evitare la formazioni di calcare. Normalmente tale compito viene affidato al sale. Le pastiglie 3 in 1 o 5 in 1 contengono già un additivo avente funzione protettiva. Tuttavia, come già sapete, dovrete documentarvi sull’eventuale necessità di correggerne i dosaggi.

Inutile dire poi che i piatti appena lavati dovranno profumare, o quanto meno, non puzzare. Molto dipende in questo senso dalle vostre esigenze e dall’attenzione che riservate ai problemi ambientali. Il vostro detersivo ideale sarà anche facile da utilizzare. In questo senso un grosso aiuto viene dalle formulazioni “tutto in uno”. Se non amate questo genere di soluzione, orientatevi almeno su prodotti che siano semplici da miscelare.

Detersivo per lavastoviglie: ancora qualche consiglio

Avete notato più di una volta che l’involucro idrosolubile di pastiglie e caps non sembra sciogliersi del tutto? Provate a cambiare marca di detersivo ed a variate anche il programma di lavaggio. Se il problema dovesse presentarsi di nuovo però sappiate che probabilmente dovrete imputarlo alla vostra lavastoviglie. In questi casi infatti è facile che l’acqua non venga riscaldata a dovere. A conferma di questa teoria noterete peraltro una certa difficoltà a sgrassare piatti e bicchieri. In tal caso rassegnatevi: purtroppo sarete costretti ad interpellare un tecnico.

Lo stesso problema può presentarsi paradossalmente anche con il detersivo liquido. Valutate in questo caso la possibilità di aver commesso un errore di dosaggio. Utilizzare ad esempio troppo detergente è infatti un grosso errore. Se però non vi riconoscete in questa casistica, probabilmente il meccanismo accusa dei malfunzionamenti dovuti all’accumulo di calcare.

Consiglio numero due. Capita a volte che la pastiglia sia troppo grande per essere inserita nell’apposito sportellino. Mettetela allora nel cestello, magari sul fondo. Abbiate cura però di avviare in questi casi dei programmi che non prevedano il prelavaggio.

Se non potete bypassare questa fase, inserite la pastiglia soltanto quando il suddetto step sarà ultimato. Attenzione però: prima di aprire lo sportello accertatevi che la macchina abbia scaricato tutta l’acqua presente nel cestello. Diversamente potreste rimpiangere la decisione di eseguire comunque un prelavaggio…

Terzo consiglio: non inserite mai all’interno della lavastoviglie le pentole antiaderenti o in alluminio. Le prime si rovinerebbero, le altre perderebbero colore e brillantezza. I cristalli invece non vengono mai bene: su di essi si forma di solito un’antiestetica patina biancastra.

Sappiate anche che alcuni materiali potrebbero cozzare con la lavastoviglie. Il calore qui sviluppato in fase di lavaggio potrebbe infatti storcerli o deformarli rovinando le stoviglie. Indicazioni precise in tal senso sono sempre reperibili sulle confezioni di piatti, bicchieri, posate e così via.

Lascia un commento