Frigorifero da campeggio: scegliere il migliore. Guida all’acquisto

Se amate la vita all’aria aperta presto o tardi vi troverete nella necessità di procurarvi un frigorifero da campeggio. D’altra parte senza questo aggeggio stare qualche giorno immersi nella pace dei boschi o nel silenzio della natura, soprattutto quando fuori la canicola comincia ad essere insopportabile, diventerebbe una tortura anziché uno svago. Insomma: a meno che una situazione del genere non vi serva da banco di prova per affrontare un campeggio nel deserto, vorrete sicuramente evitare tale tipo di esperienza.

Il frigorifero da campeggio del resto ha una certa utilità: pensate a tutti quei medicinali da conservare rigorosamente al fresco, per esempio i colliri, alle esigenze dei bimbi che magari porterete con voi in vacanza o semplicemente alla necessità di continuare a mantenere un regime alimentare equilibrato in cui latte, formaggi, frutta e verdure siano sempre presenti.

E poi ci sono le piccole emergenze. Magari a causa del sole cocente o di una brutta pallonata durante un momento di relax potrebbe verificarsi qualche caso di epistassi. Che fare allora? Beh, un po’ di ghiaccio sui polsi o sulla fronte potrebbe sicuramente aiutare.

In conclusione possiamo dire che, lasciando da parte incidenti e sventure, il frigo portatile è un oggetto che non può non far parte del corredo del bravo campeggiatore. Ecco allora qualche dritta per scegliere il migliore tra tutti quelli che attualmente potrete trovare in commercio. Non illudetevi: l’iter di selezione non sarà facile come credete. Vi basterà leggere la nostra breve guida per rendervene subito conto…

Migliori frigoriferi da campeggio in commercio

Bestseller No. 1
Bakaji Frigo Bar Mini Frigorifero 4 Scomparti Capacita' 36 LT Hotel Casa Ufficio...
  • Mini frigo termico elettrico a libera installazione con capacità da 36 litri. Grazie alle sue dimensioni...
OffertaBestseller No. 2
Severin KB 2922 Frigorifero Portatile, Termoelettrico, Verde Pastello/Grigio
  • Severin KB 2922 Scatola di raffreddamento elettrica con funzione di raffreddamento e riscaldamento - 20...
  • Frigorifero portatile termoelettrico da 20 litri, ottimo per il raffreddamento e il riscaldamento
  • raffredda fino a 20 ° C al di sotto della temperatura ambiente. Può anche mantenere i cibi caldi fino a...
  • Incl. collegamento di rete e cavo di collegamento aggiuntivo da 12 V per accendisigari
  • Categoria energetica A ++ inclusa funzione ECO eco-compatibile (8 W)
  • Scomparto per il cavo integrato nel coperchio; con pratica maniglia per il trasporto
  • Contiene:1 scatola frigo SEVERIN, incl. Collegamento di rete e cavo di collegamento 12 V, KB 2922,...
Bestseller No. 3
Mobicool 9105302940 W48 AC/DC Frigorifero Portatile Termoelettrico con Ruote, Blu, 48...
  • Frigo termoelettrico in grado di raffredare fino ad un massimo di 20°C in meno rispetto alla temperatura...
  • Volume interno circa 40 litri
  • Alimentazione 12/230V
  • Funzione freddo
  • Il prodotto non ha una batteria
OffertaBestseller No. 4
Hisense RR130D4BW1 Frigorifero sottotavolo monoporta, Senza installazione
  • Capacità netta totale (Lt.): 100
  • Dimensioni (L/P/H) in cm.: 49,4 x 49,4 x 83,9
  • Consumo energetico: 113 Kwh/anno
  • Rumorosità dB(A): 43
Bestseller No. 6
BODEGA 36L frigo Auto 12V Frigorifero -20℃-20℃ congelatori Portatile Campeggio...
  • ❄ 【Dual Zone】 Entrambe le zone con 18L = 36L. È possibile controllare la temperatura delle due...
  • ❄ 【Facile da usare】 Scarica l'app (per Android e iOS) nel manuale dell'utente e apri il bluetooth...
  • ❄ 【Funzione potente e di risparmio energetico】 Abbiamo sistemi di protezione della batteria per...
  • ❄ 【Miglior servizio】 Il pacchetto include frigorifero portatile * 1, presa accendisigari * 1, presa...
  • ❄ 【Garanzia】 Con versione di prova gratuita di 1 mese e 2 anni di garanzia. Abbiamo un team di...
Bestseller No. 7
Alpicool Frigorifero Congelatore Portatile, Mini Car Truck RV Frigo Frigorifero...
  • ❄Mini frigorifero: congelamento senza ghiaccio, temperatura regolabile fino a -4 ° F (-20 ° C); 45W a...
  • ❄15 litri di spazio di archiviazione: dimensioni esterne: 56 * 32 * 26 cm, capacità di 15 litri, per...
  • ❄Frigorifero portatile per auto e casa: include 2 cavi di alimentazione da collegare separatamente con...
  • ❄Protezione batteria auto: l'elettronica avanzata del compressore utilizza AC, DC. Il sistema dinamico...
  • ❄Mantieni il raffreddamento e la freschezza: costruzione affidabile della proprietà di tenuta,...
Bestseller No. 8
MOBCIOOL MT48W Frigorifero Portatile Elettrico, 48 l, Mini Frigo per auto, camion,...
  • Capacità: 48 l
  • Adatto a bottiglie da 2 l in verticale
  • Due rotelle robuste, maniglia a estrazione e maniglie laterali per il sollevamento garantiscono...
  • Per uso in auto e in interni con sistema a doppia tensione
  • Il doppio coperchio riduce al minimo la perdita di aria fredda
  • Vano cavi nel coperchio per la conservazione ordinata quando non in uso
  • Sistema a doppia ventola per un raffreddamento più rapido
Bestseller No. 9
Melchioni BARETTO NEW Mini frigo bar , Silenzioso 30 dB, 50L, Frigorifero piccolo...
  • Capacità 50l
  • Termostato regolabile
  • Temperatura da 5° a 18° c
  • Senza compressore
  • Classe energetica a
OffertaBestseller No. 10
MOBCIOOL MV30 Frigorifero Portatile Elettrico, 29 l, Mini Frigo per Auto, Camion,...
  • Funzionamento a 230 V AC e 12 V DC
  • Capacità utile: 29 litri per sei bottiglie verticali da 2 litri.
  • Raffreddamento fino a 18 °C al di sotto della temperatura ambiente.
  • Raffreddamento rapido grazie al doppio sistema di ventilazione per una migliore distribuzione del...
  • La maniglia chiude o stabilizza il coperchio.
Bestseller No. 11
Mini Frigo 15 Litri Frigorifero Piccolo Portatile con Funzione Caldo e Freddo, 220 V...
  • 15L Mini Frigo : ideale per la casa, l'auto, l'ufficio o il campeggio, sufficiente per contenere...
  • 5-8 ° C Frigorifero Piccolo: 5-8 ° C è la temperatura migliore per conservare le varie essenze. Il...
  • Classe Energetica A ++: 100% privo di freon ed ecologico; approvato con tecnologia di sicurezza avanzata,...
  • Fresco e Caldo: il sistema termoelettrico avanzato può raffreddare fino a 5-8 ° C o riscaldare fino a...
  • Frigo Portatile 12v 220v: due spine sono incluse sia per le prese a muro standard che per gli...
Bestseller No. 12
Alpicool CF45 45 Litri Frigoriferi Portatile Elettrico Frigorifero per Auto...
  • ★ Eccezionali prestazioni di raffreddamento ed efficace conservazione del calore. Il frigorifero per...
  • ★ Modalità di protezione della batteria a 3 livelli. Il frigorifero portatile Alpcool può proteggere...
  • ★ 45L Grande capacità, stoccaggio partizionato. Può essere un frigorifero o un congelatore per la...
  • ★ Usi multipli. Il frigorifero è dotato di cavi a corrente continua e a corrente alternata per...
  • ★ Servizio post-vendita garantito. Viene fornita una garanzia di 1 anno, se ci sono problemi con...
Bestseller No. 13
Bakaji Mini Frigobar Portatile Frigorifero Frigo Capacità 16Lt Potenza 60W con...
  • Questo mini frigorifero portatile ha una capacità interna di ben 16 Litri suddivisi su 2 livelli e da un...
  • Il frigorifero portatile Bakaji, viene fornito di doppio alimentatore uno 220V per casa e ufficio e uno...
  • Il mini frigobar portatile Bakaji trova il suo utilizzo praticamamente ovunque: in casa, in ufficio, in...
  • Design semplice e minimale in un elegantissimo colore bianco che si adatta perfettamente a qualsiasi tipo...
  • I materiali utilizzati e le sue caratteristiche rendono il mini frigo Bakaji un elettrodomestico di...
Bestseller No. 14
Mobicool 9105302940 W48 AC/DC Frigorifero Portatile Termoelettrico con Ruote, Blu, 48...
  • 12/230 volt per auto e presa di commutazione automatica
  • Due ruote stabili e impugnatura multifunzione pieghevole per un facile trasporto con manici laterali...
  • Cavo coperchio suddiviso per ridurre al minimo la perdita di freddo vano nel coperchio
  • Spazio per una cassetta completa bevande in piedi per bottiglie da 2 litri (Dimensioni 30 x 40 x...
  • Griglia di taglio rimovibile
OffertaBestseller No. 15
Candy CCTOS Frigorifero da Tavolo 502WH, 84 Litri, 40 dB, Bianco, 840x500x560 mm
  • Capacità netta frigorifero: 84 L
  • Classe efficienza energetica: A+
  • Emissione acustica: 40 dB
  • Consumo energetico: 171 kWh per anno

Com’è fatto un frigorifero da campeggio? Il modello basic

Se siete abituati a viaggiare organizzandovi per soggiornare in albergo o in strutture ricettive in generale magari non avete mai avuto a che fare con un frigo da campeggio, almeno non direttamente. Vi basterebbe vedere un film ambientato negli anni 80/90 però per scovarne qualche esemplare: a quell’epoca questo tipo di oggetto fungeva infatti quasi da status symbol. Potremmo paragonare anzi il frigorifero da campeggio di allora al cellulare di oggi! Assurdo, vero?

Ma poniamo il caso che non abbiate ancora identificato l’arnese di cui stiamo parlando o che vogliate averne una conoscenza un po’ più approfondita. Perfetto: questo e quello successivo sono i paragrafi che fanno per voi. Prima di darvi qualche consiglio su come scegliere il vostro nuovo frigorifero da campeggio ci pare utile del resto capire come esso sia fatto. Poche righe basteranno a fugare ogni dubbio.

Sappiate che rientra nella categoria degli oggetti qui in esame anche il cosiddetto frigorifero a busta, ossia la classica borsa termica. Su questo tipo di oggetto non è il caso di dilungarsi più di tanto. Tutti infatti sappiamo bene di cosa si tratti e, tra l’altro, non è sicuramente questo il dispositivo ideale per affrontare un campeggio.

Com’è ben noto infatti tale articolo può consentirci al massimo, se riempito di tavolette refrigeranti, di coprire il tragitto supermercato – casa evitando che cibi da frigo e da freezer si guastino o si deteriorano. Chiudiamo quindi qui la questione frigorifero da campeggio a busta e passiamo ad altro.

Com’è fatto un frigorifero da campeggio? Il modello più accessoriato (quello che fareste bene a scegliere)

Adesso è il turno di prodotti decisamente più prestazionali. Il frigo portatile su cui da ora in poi concentreremo tutte le nostre attenzioni è composto da una cassa rigida all’interno della quale troveranno posto cibi e bevande. Le dimensioni di tale cassa possono essere variabili, ma affronteremo meglio il problema nel corso delle prossime righe.

Su questa parte del frigo è innestato uno sportello. Esso può essere frontale, monoblocco, suddiviso in due ante oppure ancora vincolato alla parte alta dell’oggetto. Insomma: i progettisti si sono davvero sbizzarriti nel creare stili e forme accattivanti, pratiche e funzionali.

La chiusura delle ante o dello sportellino è sempre ermetica e corredata da apposite guarnizioni. Questi semplici accorgimenti permettono all’apparecchio di raggiungere e mantenere una temperatura che, a seconda dei casi, può essere anche di una ventina di gradi più bassa rispetto a quella registrata nell’ambiente esterno.

Modelli particolarmente accessoriati possono poi prevedere la presenza di vani e cassetti interni o addirittura di piccole “dépendances” esterne utili alla conservazione di bevande. In questo modo sarà possibile riporre delle lattine o delle bottigliette in un luogo fresco (non freddo come la cella però) senza dover aprire di continuo il mini frigo. Questo significa che all’interno del sistema non si verranno a creare dei continui abbassamenti di temperatura e che la vostra bibita sarà sempre pronta per l’uso…

Un frigorifero da campeggio che si rispetti è infine dotato anche di motore. Chiariamoci: ci sono modelli che in effetti non prevedono la presenza di questo dispositivo. Essi sono quindi adatti al massimo a garantirvi l’autonomia di cui avete bisogno nell’arco temporale di una giornata. Vanno bene insomma per un pic-nic o per una sessione spiaggia-mare domenicale ma nulla di più. Per i campeggi veri e propri infatti servono frigoriferi muniti di motore.

Completano la descrizione dell’oggetto eventuali manici o rotelle ed in genere dispositivi pensati per agevolare il trasporto dell’apparecchio. Molti prodotti vantano anche una predisposizione per collegare il piccolo elettrodomestico portatile all’accendisigari dell’auto, a porte USB o a normali prese di corrente.

Scegliere un frigorifero da campeggio: consigli e suggerimenti

Adesso che sapete com’è fatto e perché è tanto utile, vediamo di capire quali caratteristiche dovrete ricercare nel vostro prossimo frigorifero da campeggio. Attenzione: acquistare questo genere di apparecchio può sembrare un’operazione semplice e di poco conto. In realtà le cose non stanno esattamente così.

Considerate innanzitutto che l’offerta commerciale è ormai parecchio variegata e che riuscire a destreggiarsi tra tante proposte non sempre è facile. Inoltre quest’oggetto va comprato tenendo bene a mente una serie di parametri guida generali e soggettivi. Insomma: permettete un aiutino? Se sì nelle prossime righe troverete una lista degli aspetti da tenere in considerazione all’atto dell’acquisto.

La tipologia: modelli basic

La prima cosa da valutare quando si compra un frigorifero da campeggio è la tipologia del prodotto. Magari ancora non lo sapete, ma potreste imbattervi in un dispositivo termoelettrico, passivo, ad assorbimento o a compressore. Bene: andiamo con ordine.

Nel primo caso sarete dinnanzi alla scelta in assoluto più apprezzata dal consumatore medio. Si tratta di un prodotto discretamente economico che può essere tenuto in vita, per così dire, grazie alla presa dell’accendisigari che tutti abbiamo in macchina o sul camper. Inoltre questi dispositivi assorbono la carica dalle normali prese elettriche e, nel caso dei prodotti più evoluti, dai powerbank.

Le temperature raggiungibili da tale tipologia di sistema di refrigerazione sono medio-basse. C’è di buono però che all’occorrenza il prodotto può anche fungere da cella di mantenimento del caldo. Il grosso problema di un apparecchio termoelettrico risiede nella sua rumorosità: una gran bella scocciatura durante la notte!

Tale tipologia di prodotto inoltre necessita di un’alimentazione pressoché continua dato che l’autonomia assicurata è davvero bassa. Il suggerimento che vi diamo è perciò quello di riporre al suo interno alimenti già freschi. L’acquisto di un frigo del genere è consigliato a chi ama dedicarsi a brevi campeggi in aree attrezzate dove insomma la fornitura elettrica non è poi un grosso problema.

Passiamo adesso alle varianti passive. Queste sono capaci di garantire temperature molto più basse rispetto al modello precedente ma soltanto se corredate da qualche mattonella ghiacciata. I frigoriferi appartenenti alla categoria del resto non sono alimentati in alcun modo e l’unica speranza che avrete di mantenere i cibi al fresco proviene quindi dalla qualità dei materiali termoisolanti che compongono l’oggetto.

I modelli migliori di frigorifero passivo sono equipaggiati di ghiacciera. Chiaramente il loro impiego è più che altro consigliato ai campeggiatori mordi e fuggi: a chi insomma non sta all’aria aperta per più di un giorno o a chi si sposta di continuo ma ha la possibilità di ricongelare le suddette mattonelle.

Le altre tipologie

Il modello ad assorbimento è senza dubbio il più costoso, si caratterizza spesso per le grandi dimensioni ed è in grado di offrire solide garanzie in termini di autonomia della carica. Esso viene alimentato dalla corrente elettrica, dallo spinotto accendisigari o da gas. Questi apparecchi sono in genere davvero molto silenziosi ed hanno dimensioni medio-grandi. Piccolo accorgimento: perché tale variante di frigorifero da campeggio possa funzionare al meglio è sempre bene fare in modo che poggi su una superficie piana.

Il modello a compressore infine si alimenta elettricamente o collegandosi alla batteria del vostro veicolo. Le varianti di più moderna concezione poi possono anche sfruttare l’energia solare. Si tratta di apparecchi silenziosi, altamente prestazionali, capaci di consumare il minimo sindacale e di garantirvi tutta la frescura che serve a prescindere dalle temperature esterne.

Tenete conto che i top di gamma appartenenti alla categoria sono studiati per poter conservare anche qualche alimento surgelato o addirittura per congelare dei cibi. In questo caso non sarete tenuti a disporre l’apparecchio su una superficie pianeggiante. Ovviamente tale tipo di dispositivo è parecchio costoso.

Tanto i prodotti ad assorbimento quanto quelli a compressione sono adatti a soddisfare le esigenze dei consumatori che amino concedersi lunghi campeggi in aree non necessariamente attrezzate. Questi articoli poi vengono incontro anche alle necessità di quella fascia d’utenza che non ama la solitudine e che quindi parte in vacanza con molti amici o parecchi familiari al seguito. In questi casi è sempre bene organizzarsi al meglio in modo da poter far contenti un po’ tutti…

Le dimensioni

Per quanto riguarda le dimensioni del vostro nuovo frigorifero da campeggio dovrete ovviamente scegliere tenendo conto delle esigenze personali o di gruppo nonché del numero di individui che l’apparecchio dovrà in qualche modo supportare.

Per capirci meglio: esistono varianti ultracompatte da 4 litri appena ed altre formato famiglia capaci di garantire volumi pari ad una cinquantina di litri. Chiaro è che la prima opzione va bene per un single che non abbia particolari esigenze e che campeggi in una zona in cui sia possibile rifornirsi spesso di cibi e bevande. La seconda è adatta invece alle famiglie numerose ed ai gruppi di amici altrettanto nutriti.

Ovviamente poi esistono anche una serie di soluzioni intermedie tra cui sarà eventualmente possibile scegliere. Tenete conto comunque del fatto che al volume in litri corrisponde anche un diverso ingombro dell’apparecchio. Valutate quindi le dimensioni dell’auto e del camper o l’opportunità di portarsi dietro dispositivi più o meno vistosi. In linea di massima però vi consigliamo di non scegliere mai modelli la cui capienza vada al di sotto dei 25 litri: si tratta davvero del minimo sindacale!

Le temperature raggiungibili

Il fatto che quello che stiate acquistando sia un frigorifero da campeggio non significa che sia meno prestazionale rispetto ad un normale apparecchio ad uso domestico. Alcuni dispositivi infatti sono addirittura capaci di arrivare sino a 15/20° C in meno rispetto alla temperatura esterna. Insomma: la differenza tra un elettrodomestico casalingo ed uno da “girovago”, almeno sotto questo punto di vista, sta più che altro nella trasportabilità dell’oggetto. Attenzione però ad un piccolo particolare: il numero di ore di autonomia garantite dal macchinario.

Per quanto abbiano un’alta capacità di refrigerazione alcuni prodotti infatti non resistono che poche ore una volta staccati dall’alimentazione. Essi fanno essenzialmente parte del gruppo di sistemi che si avvale della cosiddetta cella di Peltier.

In poche parole la loro capacità di tenere gli alimenti freschi a temperature costantemente basse dipende dalla condizione climatica dell’ambiente in cui si trovano. Se insomma siete diretti in spiaggia fareste meglio a portarvi dietro un ombrellone per voi ed uno per il vostro frigorifero da campeggio. Tra questi prodotti le varianti migliori sono dotate di una ventola pensata per poter garantire una buona distribuzione del fresco all’interno del sistema.

Altri apparecchi invece hanno una tenuta decisamente maggiore. Molto dipende dalla potenza e molto altro dalla tenuta delle guarnizioni. Sappiate che, a parità di condizioni, un motore meno potente installato su un apparecchio meglio coibentato garantirà sempre un servizio più lungo rispetto ad un dispositivo con motore altamente prestazionale ma dotato di guarnizioni scadenti.

Il segreto di una maggiore autonomia poi va spesso ricercata nella presenza di un compressore, ma questo lo sapete già. Tra i prodotti appartenenti a quest’ultima categoria i più efficienti sono senza dubbio i sistemi ad assorbimento i quali possono addirittura offrirvi la possibilità di sfruttare un mini freezer. Piccolo corollario: più un frigo è economico e minore sarà la sua capacità di generare e mantenere il fresco: i conti tornano, no?

I consumi

Il frigorifero da campeggio, così come un normale frigorifero domestico, consuma secondo precise fasce di catalogazione. Anche in questo caso perciò abbiamo gli apparecchi di classe A, A+, A++ ed A+++. Il nostro consiglio, sebbene quello in esame sia un dispositivo da utilizzare più o meno sporadicamente, è quello di orientarsi sempre sulla fascia più alta possibile.

Del resto ricordate che nelle aree attrezzate il godimento dell’elettricità è spesso un servizio a pagamento e che le tariffe non sono abbordabilissime. Inoltre se amate così tanto la natura da concedervi frequentemente dei campeggi dovrete anche tutelare l’ambiente. Ridurre i consumi è in tal senso una buona idea.

La silenziosità

Come accennavamo poco prima esistono apparecchi più rumorosi di altri. Considerando che molto probabilmente utilizzerete il frigorifero da campeggio in prossimità del vostro giaciglio e considerando anche che in alternativa lo adopererete in spazi  decisamente ridotti, quali ad esempio l’auto, vi suggeriamo di optare per un modello discretamente silenzioso. Orientatevi perciò su un articolo che non produca più di una quarantina di decibel: ne va della vostra salute mentale…

L’alimentazione

Il frigorifero da campeggio, lo accennavamo già poco prima, può essere alimentato grazie alla corrente elettrica vera e propria, all’accendisigari o sfruttare entrambe le opzioni. Tali soluzioni ben si adattano soprattutto a chi si sposta in camper o in macchina e può quindi garantire all’apparecchio continui cicli di carico e scarico. Attenzione però: non sempre gli alimentatori sono inclusi nella confezione.

Anche se a costi decisamente elevati poi alcuni macchinari, parliamo ancora una volta delle tipologie ad assorbimento, possono essere alimentati a gas. Si tratta di scelte altamente prestazionali, pratiche sotto alcuni punti di vista meno pratiche sotto altri, ma comunque non eccessivamente diffuse.

In linea generale questo tipo di apparecchio meglio si adatta al campeggiatore vero e proprio ossia a chi, una volta trovata una radura in mezzo al bosco, non si sposta da lì per giorni e giorni. Il nostro consiglio? Se non aveste un modello standard di campeggio, fareste meglio ad acquistare un ibrido gas/elettrico: sarete sempre pronti per ogni evenienza.

Le funzioni

Al pari del cugino più grande, il frigo che ormai tutti abbiamo in casa, anche il prodotto qui in esame può garantire funzioni differenti. Tra queste segnaliamo per esempio il programma ECO per il risparmio energetico. Buona norma inoltre sarebbe acquistare prodotti dotati di termostato e quindi a temperature regolabili.

Il design

Importante nella vostra valutazione sarà anche il design dell’oggetto. Valutate ad esempio se preferite che all’interno del vano siano presenti  scompartimenti e griglie, magari rimovibili, da utilizzare per organizzare al meglio gli spazi o per separare la vostra spesa da quella del vostro amico. Alcuni modelli poi, oltre ai semplici scompartimenti o a zone già predisposte riservate ora alle bottiglie ora al ghiaccio o a quant’altro,  possiedono anche pareti ammortizzate.

Che significa? Beh, mettiamo il caso che abbiate deciso di organizzare una piacevole e romantica cenetta in spiaggia. Sotto la flebile luce della luna ed accompagnati dallo sciabordio delle onde magari vi verrà voglia di un bel calice di vino bianco. Perfetto: niente di impossibile per un frigorifero da campeggio corredato da spazio per bottiglia di vino e quindi di apposito sistema di protezione per il vetro e di vano con temperatura controllata ed a sé stante. Immaginate che figurone!

I materiali

I materiali di cui si compone un frigorifero da campeggio, neanche a dirlo, devono essere solidi e termoisolanti. Dalla qualità di questi ultimi dipendono in larga parte le prestazioni assicurate dal dispositivo. Molto spesso apparecchi dal costo esiguo sfruttano del resto materiali non esattamente di buona qualità.

A prescindere da ciò sappiate che di norma la scocca è costruita in plastica resistente o, addirittura, in metallo. La parte interna invece si compone di schiuma di poliuretano o di altri materiali coibenti. Per quanto riguarda le guarnizioni invece esse sono sempre realizzate in gomma o in caucciù. Ruote e maniglie infine sono di solito progettate in plastica. Nei casi migliori i manici sono rivestiti da gomme antiscivolo in modo da poter assicurare una presa ben salda. Le ruote invece, in plastica o gomma, possono essere rivestite di materiale antigraffio.

Il peso

Nei limiti del possibile sarebbe bene non acquistare mai prodotti eccessivamente pesanti. Considerate sempre che il vostro frigorifero da campeggio andrà debitamente riempito e quindi sicuramente diventerà ancora più difficoltoso da trasportare qui e là. Se non potete fare a meno di comprare un articolo discretamente voluminoso e pesante, fate in modo quindi che sia quanto meno equipaggiato di rotelline e magari anche di maniglie, possibilmente robuste ed ergonomiche.

La garanzia

Acquistando un prodotto brandizzato, nuovo o da un rivenditore autorizzato potreste aver diritto ad una garanzia. Per quanto riguarda il frigorifero da campeggio la durata di quest’ultima può variare parecchio. Orientatevi perciò su tempistiche più lunghe nel caso in cui sapete già che utilizzerete frequentemente l’apparecchio.

In linea di massima comunque sappiate che i dispositivi meno costosi non godono di alcuna forma di garanzia. Le fasce medie invece vi possono offrire qualche anno di assistenza post vendita. In questo caso non acquistate mai prodotti che vi assicurino meno di 5 anni di supporto. Gli articoli più costosi ed i top di gamma infine hanno perlopiù una garanzia a vita. Comodo, no?

Il prezzo

Il frigorifero da campeggio non è un prodotto estremamente costoso: d’altra parte si tratta anche di un articolo abbastanza popolare e per la legge della domanda e dell’offerta non avrebbe senso imporre prezzi eccessivi. Ora: tralasciando i modelli a busta che vanno bene al massimo per comprare i surgelati sotto casa, un frigorifero da campeggio può avere un prezzo minimo pari a circa una quarantina di euro.

Ovviamente si tratta della variante basic, di quella che per intenderci assomiglia più che altro ad una ghiacciaia portatile. Chiaro è che anche relativamente a questo modello potreste trovare fasce di prezzo differenti. Come sappiamo il più delle volte a costi più elevati corrisponderanno soluzioni più efficienti, almeno in questo caso.

Per quanto riguarda i modelli pro invece sappiate che possono tranquillamente raggiungere i 150/200 euro. Non si tratta di certo di cifre proibitive quindi il nostro consiglio, soprattutto se partite spesso e se rimanete fuori casa per lunghi periodi di tempo, è quello di orientarvi a priori su prodotti di fascia medio-alta, ossia esattamente sui più costosi.

Frigorifero da campeggio: consigli per l’uso

Consigli per l’uso? E che ci vuole a riporre dentro un frigorifero qualche bottiglia ed un paio di panini? La gran parte di voi avrà pensato a questo leggendo il titolo del nostro paragrafetto. Vero, ma adottando alcuni semplici accorgimenti potreste ottenere risultati decisamente migliori. Per esempio: non partite da casa o dall’albergo senza aver riposto all’interno del vostro mini frigo un paio di bottigliette da 50 centilitri di acqua congelata. Non ci crederete, ma funzionano meglio delle mattonelle di ghiaccio sintetico!

Per ovvie ragioni poi vi suggeriamo di tenere il frigo sempre all’ombra e questo a prescindere dalla tipologia che avete scelto di acquistare. Le celle di Peltier infatti sono particolarmente suscettibili alle condizioni climatiche presenti nell’ambiente esterno, lo sappiamo già. Gli altri modelli invece faticheranno un po’ di più a garantire comunque prestazioni ideali. Insomma: perché sottoporre il motore a sforzi inutili?

Un altro espediente utile a garantire una lunga aspettativa di vita all’apparecchio è quello di occuparsi della sua manutenzione. A tale scopo, se il prodotto ne è dotato, vi raccomandiamo di pulire spesso le bobine. Potrete utilizzare in questi frangenti delle spazzole a setole dure, un piccolo aspirapolvere o degli attrezzi specifici. Stesso discorso vale per le ventole del condensatore. Quest’operazione deve essere eseguita almeno un paio di volte in un anno.

Buona norma è anche controllare sempre la temperatura interna dell’apparecchio, sbrinare l’eventuale freezer e cambiare i filtri periodicamente. Tutto ciò ovviamente è applicabile al caso dei dispositivi un po’ più complessi. I modelli basic richiedono di certo meno attenzioni. Tanto nell’uno quanto nell’altro caso comunque sarà ovviamente necessario pulire il vano ad ogni utilizzo. Allo scopo armatevi di una pezzuola morbida, di acqua tiepida e bicarbonato. Ovviamente lavorate sempre a macchina staccata dall’alimentazione ed evitate l’uso di acqua bollente.

Frigorifero da campeggio: gli errori più comuni

Anche i viaggiatori più esperti quando scelgono un nuovo frigorifero da campeggio possono commettere degli errori. Dato che prevenire è sempre meglio che curare, vediamo quali sono gli intoppi e gli sbagli più frequenti. In questa lista il primo posto in assoluto è occupato dalla tendenza al risparmio a tutti i costi. Ciò implica essenzialmente due cose: il ricorso a materiali scadenti e la scelta di un prodotto dal marchio assente o non conosciuto.

Delle conseguenze relative all’uso di materiali poco soddisfacenti e quindi molto economici abbiamo già parlato in precedenza e non vogliamo perciò ripeterci. Relativamente alla scelta di comprare un prodotto privo di marca abbiamo ancora detto poco. A completare le informazioni sin qui elaborate vogliamo ricordarvi perciò che quello che avete per le mani è pur sempre un apparecchio elettronico e come tale soggetto a guasti e malfunzionamenti.

Un conto è quindi poter sempre fare affidamento su una garanzia, su un sistema di assistenza post vendita e sull’eventualità di reperire accessori e piccoli pezzi di ricambio ed un conto è dover acquistare un nuovo frigorifero da campeggio ad ogni minimo problema.

Altro errore abbastanza diffuso: non occuparsi della manutenzione dell’oggetto, scegliere un prodotto che richieda troppe cure oppure ancora acquistare un frigorifero da campeggio per cui sia difficile occuparsi correttamente delle periodiche operazioni di mantenimento. Anche in questi casi il risultato ultimo potrebbe essere quello di un progressivo deterioramento dell’apparecchio. A poco servirà a questo punto aver scelto un prodotto di marca…

Frigorifero da campeggio: cosa fare se si rompe?

Cosa fare quando si rompe un frigorifero da campeggio? Innanzitutto non toccare niente. Qualunque intervento eseguito da un non professionista non soltanto rischierebbe di danneggiare ulteriormente l’apparecchio, per giunta potrebbe compromettere la validità della vostra garanzia. Non importa quanto siate competenti in materia e quante volte abbiate risolto situazioni simili: il tecnico si accorgerà di certo che qualcuno prima di lui ha aperto, svitato o manomesso l’apparecchio. Tutto ciò vale ovviamente nel caso di guasti importanti, di problemi di un certo livello.

Esistono però anche piccoli inghippi che potrete risolvere in tutta autonomia. Per questo genere di intoppi qualora il tecnico di cui sopra dovesse accorgersi del vostro intervento, non potrà mai dirvi che non è disposto a riparare gratuitamente o a prezzo scontato il frigo portatile. Un esempio? Poniamo il caso che non si chiuda bene il portellone o che il piccolo elettrodomestico non stia in perfetto equilibrio. Beh, in quel caso non dovrete far altro che stringere i bulloni, gli stessi che agganciano il motore al resto della struttura.

Tutti i possibili danni alle guarnizioni potranno inoltre essere risolti spendendo appena qualche euro e sostituendo queste piccole ma necessarie parti in gomma. In tale eventualità, peraltro, vi suggeriamo di agire il prima possibile in modo da evitare inutili sprechi di corrente oltre che una costante dispersione termica. Nel caso in cui doveste notare qualche preoccupante perdita d’acqua invece recuperate la calma e regolate i piedini: in molti casi basta questo! In alternativa verificate che non sia arrivato il momento di sbrinare l’apparecchio. Se non funziona nemmeno questo procuratevi il numero di un buon centro assistenza…

Togliere gli odori sgradevoli dal frigorifero da campeggio

I cibi molto freschi, un lungo periodo di inutilizzo, pietanze che gocciolano… ci sono molti elementi che possono contribuire a rendere il frigorifero da campeggio un ricettacolo di cattivi odori. Soprattutto se la scocca interna è realizzata in plastica poi questi ultimi faticheranno ad andar via. Cosa fare allora? Innanzitutto, come dicevamo prima, prendersi l’abitudine di lavare il piccolo elettrodomestico ad ogni utilizzo, anche se all’apparenza dovesse sembrare perfettamente pulito.

In secondo luogo conservate il dispositivo in modo che resti sempre uno spiraglio aperto. Quindi lavate il frigorifero da campeggio utilizzando un etto di bicarbonato di sodio diluito in un litro di acqua. Finita l’operazione, lasciate il portello aperto per qualche ora.

Per evitare problemi particolari poi, qualora fosse possibile, riponete nel frigo una ciotola di bicarbonato (eh sì, ancora lui). Quando posizionerete i cibi all’interno del dispositivo infine,  ovviamente nel caso in cui non utilizziate mattonelle di ghiaccio, foderate l’interno della cella con dei fogli di giornale: sono ottimi per assorbire puzze ed odori!

Clicca per votare questo articolo!
[ Totale voti: 0 Media: 0]