Lettiere per cani: scegliere la migliore. Consigli, opinioni e recensioni

Mai sentito parlare di lettiera per cani? Siamo sicuri che la maggior parte di voi ci risponderebbe di no. Del resto, almeno nell’immaginario comune, si tende ad associare questo tipo di prodotto all’igiene del gatto domestico. Anche Fido però ha (e fa) i suoi bisogni e non è detto che quando natura chiama voi possiate aiutarlo a rispondere in un luogo consono.

Insomma: per quanto abbiate abituato il vostro cane ad una certa regolarità ed ad una determinata fascia oraria potrebbe capitare che a volte in quel preciso frangente non siate in casa, non possiate interrompere le vostre attività o magari stiate male e siate fisicamente impossibilitati a portare a spasso la bestiola. E allora? Beh, e allora nelle situazioni d’emergenza c’è la lettiera per cani. Volete saperne di più? Volete testare, o meglio, volete far testare questo prodotto al vostro amico a quattro zampe? Ecco tutto quello che c’è da sapere a tal riguardo.

Migliori lettiere per cani in commercio

Bestseller No. 1
Dog Toilette Per Cani Lettiera Lavabile A 3 Strati Separati Per Bisogni Animali
  • Caratteristica: Multistrato.
  • Colore: vari.
  • Dimensioni: circa 68 x 42 x 3 cm.
  • Peso: circa 1,4 kg.
  • L'estetica della lettiera può variare in base alla disponibilità di magazzino.
OffertaBestseller No. 2
Croci Happy Nappy, Porta tappetino, 60 X 60 Cm
  • Porta tappetino
  • Happy nappy blocca il tappetino assorbente impedendo al cane di trascinarlo in giro.
  • Con gommini antiscivolo.
Bestseller No. 4
GreenInBox XL - Lettiera in Vera Erba
  • NUOVO BOX MAGGIO 2019 - ANCORA PIU' RESISTENTE
  • vera erba da agricoltura sostenibile;
  • trattamento biologico per il controllo degli odori;
  • 100% atossica - certificazione alimentare del box;
  • Made in Italy.
OffertaBestseller No. 5
MP Bergamo - Pad Trainer Gastone + 2 tappetini igienici assorbenti per cane, taglia...
  • Il kit educativo alla pulizia del cane
  • Il vostro cane potrà imparare a diventare pulito senza creare inconvenienti all'interno della vostra...
  • Molto pratico e intelligente, questo kit è composto da un vassoio in plastica con piedini antiscivolo e...
Bestseller No. 6
L'originale Potty Patch! Lettiera in erba sintetica per cani - Tappetino toilette wc...
  • Questo prodotto aiuta il tuo cane a non lasciare i suoi bisogni in giro per casa!
  • Innovativo sistema a 3 strati, antiodore ed antibatterico
  • Il tappeto è in erba sintetica
  • Per cani fino a 7kg
  • Misure: 70 x 44 x 5 cm circa
Bestseller No. 7
Lettiera MAXI wc per cani e gatti cuccioli taglia media con erba sintetica assorbente...
  • Dimensioni 67x42x5cm
  • Con erba sintetica
  • Facile da pulire, resistente agli odori
  • 3 strati, super resistente.
Bestseller No. 8
PetZolla - L'originale Lettiera Ecologica di Vero Prato
  • Una vera zolla di prato verde da 60x40cm per il tuo amico a 4 zampe
  • 100% Riciclabile
  • Per tutti gli animali domestici
  • DISPONIBILE PetZolla Neutralizer (spray per eliminare gli odori) e PetZolla Attrattivo (spray per far...
  • DISPONIBILE anche PetZolla XL da 100x80cm
Bestseller No. 9
COSTWAY Lettiera per Cani WC Tappetino Toilette per Cuccioli con Erba, 51 X 76 cm (51...
  • 【Materiale】La lettiera per cani è realizzata in PP / PE / PS di alta qualità, il mix di questi...
  • 【3 strati】Il tappetino per i bisogni del cane è realizzato con uno strato erboso artificiale...
  • 【Tappeto educativo】 Il tappeto erboso artificiale realistico aiuta il tuo animale domestico a trovare...
  • 【Purificazione】 L'urina scorre direttamente nel bacino di raccolta attraverso il sistema di drenaggio...
  • 【Applicabile】La lettiera per animali domestici è adatta come strumento educativo per i cuccioli....
Bestseller No. 10
Lettiera per Cani, Toilette per Cani con erba artificial, per Cani e Cuccioli, per...
  • 【Toilette per cani 】: possono essere usati come cuscinetti di addestramento per cani. Lascia che il...
  • 【Design a 3 strati: 】in questa lettiera per cani con erba di plastica c'è una griglia di plastica...
  • 【Facile da usare】: dimensioni circa 63x50x7 cm. Costruzione in ABS di alta qualità, robusta e...
  • 【Sicuro e Facile da pulire】: Il design del vassoio a rete e il contenitore per rifiuti rimovibile per...
  • 【SUGGERITO per】: CANI di piccola/media taglia, GATTI, RODITORI, TARTARUGHE, cuccioli in fase di...
Bestseller No. 11
GreenInBox - Lettiera in Vera Erba
  • 100% sicura e naturale, da agricoltura sostenibile;
  • box Made in Italy impermeabile atossico;
  • certificazione del box per il settore alimentare;
  • trattamento biologico "odour control".
  • nuovo box ancora più grande!!!
Bestseller No. 12
PetZolla XL: PetTray Vassoio per Contenere Le zolle di Vera Erba da 100x80cm
  • Vassoio appositamente studiato per contenere le zolle di erba di PetZolla XL- ACQUISTABILI SEPARATAMENTE
  • Resistente ma leggero in polipropilene
  • Lavabile e riutilizzabile
  • Misure esterne: 100x90cm, Misure interne: 100x80cm
Bestseller No. 13
Trixie 23416 - Toilette per Cuccioli Puppy Loo
  • _ _ _ _ _ _ veloce ed efficace.
  • Telaio pieghevole fornisce una presa sicura per Puppy Pads anche se essi sono completamente immerso.
  • Antiscivolo grazie ai piedini in gomma.
Bestseller No. 14
Simple Solution Spray Addestramento Cucciolo - 500 ml
  • Simple solution spray addestramento cucciolo è formulato scientificamente per incoraggiare i cuccioli ad...
  • Ideale sia dentro che fuori casa va usato durante l'addestramento per insegnare al vostro cucciolo dove...
  • Durante l'addestramento in casa possono capitare degli incidenti; per una pulizia rapida ed efficace...
  • Erogatore spray maneggevole per un uso facile e preciso
Bestseller No. 15
Simple Solution Base Porta Tappetini Addestramento Cane e Cucciolo
  • Simple solution base porta tappetini addestramento è perfetta per far sì che il tappetino addestramento...
  • Adatta per tutti i tappetini addestramento standard o extra-large (53x53cm o più)
  • La base porta tappetini è solida e resistente ed evita che il tapppetino si strappi o stracci; non...
  • Ha delle clip che bloccano il tappetino tenendolo al suo posto, mentre i piedini in gomma fanno sì che...
  • Perfetta da usare con i tappetini addestramento cane e cucciolo simple solution

Lettiera per cani: dove collocarla?

Prima di insegnare al vostro pelosetto ad utilizzare la sua lettiera per cani, dovrete predisporre al meglio l’angolo pupù. Questo significa che dovrete scegliere una parte della casa ed attrezzarla con tutto ciò che serve per mettere a suo agio il pet e quindi consentirgli di urinare e defecare senza grossi problemi.

La scelta in assoluto migliore sarebbe quella di organizzare a tale scopo un angolo ben riparato del giardino, un posto in cui il cane può arrivare anche quando piove senza però bagnarsi. Scegliete chiaramente anche una zona non troppo vicina a porte e finestre: non si tratta certo di un bello spettacolo e comunque anche Fido potrebbe volere un po’ di privacy.

Se non avete un giardino predisponete il tutto nel balcone o nel terrazzo premurandovi comunque di garantire alla bestiola un riparo in caso di freddo e pioggia. In alternativa, come ultima spiaggia, possiamo suggerirvi verande e lavanderie o comunque stanze in cui non entrerebbero eventuali ospiti e che siano lontane dalla cucina e dagli ambienti “di servizio”.

In ogni caso collocate sempre il tutto in un luogo che per il cane risulti facilmente accessibile ma che non sia una zona di passaggio, come ad esempio il corridoio. Inoltre evitate di predisporre il tutto in prossimità dell’angolo pappa.

Lettiera per cani: come prepararla?

Fatta la vostra scelta? Avete trovato un luogo adatto ad organizzare il bagno personale di Fido? Bene: poniamo il caso che abbiate deciso di predisporre una lettiera standard. Il modello basic, analizzeremo tra un po’ le varianti sul tema, vi impone di comprare una grande vasca di plastica, una bacinella insomma.

Tenete conto che al suo interno non soltanto il cane dovrà poter entrare comodamente, ma dovrà anche potersi girare. Cercate di reperire tra l’altro una vaschetta che non abbia bordi così alti da impedire al pelosetto, soprattutto se un po’ acciaccato, di scavalcarli. Al contempo però fate in modo che la stessa consti di argini non così bassi da poter agevolare possibili fuoriuscite.

Organizzatevi inoltre con spatola e pattumiera. Il primo attrezzo, ad esclusivo uso e consumo del cane, servirà a raccogliere i rifiuti. Nel secchio dell’immondizia, anche quello ad esclusivo uso e consumo del cane, riporrete invece il “bottino”.

Una volta portato a casa tutto l’occorrente, ponete sul fondo della bacinella del bicarbonato di sodio: servirà a controllare gli odori. Del resto, anche se in commercio esistono soluzioni pensate proprio per evitare la diffusione di spiacevoli effluvi, un “aiutino da casa” non guasta mai. Posizionate quindi la lettiera e sperate che tutto vada per il verso giusto…

Suggerimento che, siamo sicuri, apprezzerete parecchio: sotto la bacinella incriminata non dimenticate mai di collocare un sacco dell’immondizia ben aperto o un grande panno usa e getta. Soprattutto inizialmente il cane avrà poca confidenza con il concetto di lettiera e voi finirete immancabilmente per trovare a terra tanto quest’ultima quanto quello che contiene.

Una protezione per il pavimento vi consentirà di pulire più velocemente e, se siete fortunati, di non portarvi i rifiuti in giro per casa. Altro consiglio utile: se avete più animali assicuratevi che ognuno possegga la sua lettiera. In caso di confusione, per così dire, le bestiole potrebbero infatti scegliere di marchiare il territorio. Il risultato? Potete facilmente immaginarlo da voi…

Addestrare Fido ad utilizzare la lettiera per cani

Diciamocelo sin da subito e senza mezzi termini: Fido tendenzialmente non ama gli angoli pupù e probabilmente mai li amerà. Tuttavia esistono dei frangenti in cui non si può fare a meno di utilizzare la lettiera per cani. Fido allora dovrà sapere esattamente cosa fare. Da qui l’importanza dell’addestramento. Sappiate che l’ideale sarebbe insegnare al cane ad utilizzare il suo personalissimo WC sin da cucciolo, tuttavia anche i più cresciutelli potranno imparare ad adoperare la vaschetta.

Ma come procedere? Per prima cosa fate capire al cane che la bacinella è un posto sicuro. In questo modo, prima o poi, l’animale si introdurrà spontaneamente all’interno del contenitore. Magari inizialmente forzate un po’ le cose e, prendendolo in braccio, lasciatelo sulla lettiera pulita. A quel punto premiatelo. Non appena uscirà dalla vasca, ricollocatelo al suo interno e gratificatelo nuovamente. Accompagnate queste operazioni con una parola-comando che ripeterete ogni volta.

Utilizzate questo vocabolo infine per far sì che l’animale entri spontaneamente nella bacinella. Se recepisce il messaggio gratificatelo più del solito. Diversamente ripetete le operazioni sopra descritte sino ad ottenere risultati validi o, se intuite che non è proprio il momento, concedete una pausa al vostro pelosetto. Superato questo step, collocate all’interno della vaschetta dei fogli di giornale intrisi dell’urina dell’animale o, se  avete lo stomaco forte, addirittura delle feci. La bestiola capirà così che quello spazio serve proprio a liberare vescica ed intestino.

Attenzione ad un piccolo particolare: soprattutto inizialmente sarà meglio far caso ad eventuali segnali di disagio mostrati dal cane. Magari il poveretto inizierà a mugolare, correrà nervosamente per casa, annuserà il pavimento, girerà in tondo come se fosse impazzito o vi chiederà insistentemente di uscire. Quasi sicuramente questo tipo di comportamento sottende la necessità di una passeggiata “liberatoria”.

In quel caso prendete il cane e conducetelo subito in prossimità della lettiera che, molto probabilmente, Fido non ha nemmeno tenuto in considerazione. Dategli quindi il comando scelto in fase di addestramento, magari più e più volte. Se tutto andrà per il verso giusto ricompensatelo, diversamente non siate violenti, aggressivi o intransigenti. Prima o poi il vostro amico a quattro zampe imparerà…

Qualche consiglio in più

Una volta che Fido avrà espletato i suoi bisogni, fareste bene a pulire il tutto il prima possibile. I cani infatti, a differenza dei gatti, non tendono ad insabbiare gli escrementi, anzi, lasciano i loro “prodotti” bene in vista. Per natura la bestiola cercherà inoltre di non accumulare urina su urina o feci su feci. Non pulire la vaschetta insomma non significa soltanto lasciare qualcosa di poco gradevole in bella mostra e patirne quindi le conseguenze olfattive, ma anche non permettere al pelosetto di riutilizzare la lettiera per cani.

Durante la giornata, per evitare questo genere di problemi, vi basterà armarvi di paletta e secchio dei rifiuti e quindi rimuovere la sporcizia. Una volta a settimana però buttate tutta la lettiera per intero, ripulite a fondo la bacinella e “riconfigurate” il tutto così come descritto all’inizio.

Attenzione: può capitare che, per svariate ragioni ed a prescindere dalle condizioni del suo angolo pupù, il cane decida di lasciare in giro per casa dei ricordini. Se ciò dovesse accadere evitate di avere reazioni violente: per questo animale utilizzare una lettiera è qualcosa di decisamente innaturale ed ogni possibile reazione di ribellione o di rifiuto va compresa e corretta con dolcezza.

Nello specifico potrete reagire, avendo la fortuna di beccarlo in flagrante, battendo con forza le mani. La reazione del cane sarà quella di bloccarsi. Approfittatene per correre velocemente verso la lettiera e fate in modo che il pelosetto vi segua. Fido, un po’ spaesato, vi obbedirà sicuramente: penserà infatti che ci sia un pericolo imminente in vista o che sia arrivato il momento del gioco. Una volta giunti in prossimità della bacinella dategli il solito comando. Ancora una volta, se tutto andrà per il vero giusto, premiatelo.

Per aiutare il cane a prendere confidenza con la lettiera potrete avvalervi anche di appositi spray pensati per attirare l’animale dentro la vaschetta e stimolarne le funzioni corporali. Inoltre vi raccomandiamo di non lasciare mai all’interno della bacinella giochini o cibo. Così facendo il cane inizierebbe a credere che la lettiera serva a giocare e divertirsi o, peggio ancora, sia un posto in cui cercare viveri.

In ogni caso lì dentro accadrebbe di tutto, tranne quello che realmente vi augurate che accada. Ricordate poi che le lettiere per cani sono più che altro adatte agli animali di piccola taglia. Quando la bestiola fa pipì infatti tende ad alzare la gambetta. Un pechinese magari riuscirà a stare dentro i bordi della bacinella, un San Bernardo forse no…

Quante volte al giorno Fido avrà bisogno della lettiera per cani?

Per facilitare un po’ le cose vi tornerà utile sapere che mediamente Fido, se è ancora molto piccolo, farà i suoi bisognini ogni ora. Inoltre provvederà a portare a termine le missioni più impegnative, per così dire, appena dopo i pasti e le pennichelle.

Ed a proposito dei pasti: grandi o piccoli che siano i vostri animali avranno dei ritmi di evacuazione in qualche modo dipendenti dagli orari della pappa. Per questo motivo è importante, ovviamente nei limiti del possibile, fare in modo che l’animale mangi ad orari regolari. Vi sarà molto più semplice così tenerlo sott’occhio dato che saprete con precisione quando scoccherà l’ora X…

Detto ciò, sappiate comunque che i cuccioli possono trattenere la pipì per tante ore quanti sono i mesi di vita che hanno collezionato. In poche parole se la vostra bestiola ha un mese di età potrà fare a meno della vaschetta per appena un’ora, due nel caso in cui abbia già compiuto i due mesi e così via. Questa specie di timer non dovrebbe però valere durante le ore notturne. Già intorno ai 4 mesi di vita infatti i piccoli riescono solitamente a trattenere pipì e pupù per tutta la notte.

Lettiera per cani: quando usarla?

Chiariamo subito una cosa: la lettiera per cani non deve diventare un’abitudine. Come vi abbiamo già detto più volte, il vostro fidato amico preferirebbe infatti andare all’aria aperta e… seguire il corso degli eventi. Ammesso anche che la bestiola si adatti all’uso del suo personale WC comunque non dovrete mai privarla delle passeggiate quotidiane. Il cane è d’altronde un animale sociale, propenso per indole a conoscere ed esplorare il territorio. Impedirgli di godere della libera uscita diventa perciò una forma di violenza, un castigo ingiustificato.

Detto ciò, dobbiamo comunque ammettere che ci sono situazioni in cui non è effettivamente possibile portare in giro Fido. Quali sono? Beh, innanzitutto il vostro pelosetto potrebbe essere malato o magari reduce da un intervento. In quel caso il suo corpo è ovviamente più vulnerabile del solito ed andare in strada non è di certo consigliabile.

Ad essere malati poi potreste anche essere voi e, a meno che non troviate qualcuno disposto a sostituirvi, sarebbe bene che per qualche giorno il vostro amico fedele utilizzasse la famosa bacinella. Può inoltre capitare di avere degli impegni improrogabili (una tantum) e di stare fuori tutta la giornata oppure ancora che imperversi il diluvio.

A volte infine, soprattutto durante la vecchiaia, gli animali disimparano a controllare la vescica. I cuccioli invece devono ancora capire come avere la meglio sui loro stimoli. In entrambi i casi la lettiera per cani può rappresentare un valido aiuto per voi e per la bestiola.

Sono questi (e soltanto questi) i motivi che giustificano il ricorso più o meno sporadico alla lettiera. Quando non ci sarà più la necessità di evitare la solita passeggiata liberatoria mettete quindi al bando la pigrizia ed accantonate tutto l’armamentario, munitevi di guinzaglio e sacchettino per la raccolta delle feci e… via per i prati! Del resto una passeggiata farà bene anche a voi…

Perché non bisogna usare sempre la lettiera per cani?

Sapete già che per il vostro pelosetto utilizzare la lettiera per cani significa cedere ad un compromesso poco gradevole. Ecco: questo dovrebbe spingervi a desistere dall’utilizzo costante della lettiera in sostituzione della solita passeggiata all’aria aperta. Abbiamo parlato poi anche del bisogno di svago e socializzazione che contraddistingue la psiche canina. Adesso però vogliamo spiegarvi per quali altri motivi la lettiera per cani non può e non deve diventare un’abitudine.

Innanzitutto considerate che, per quanto possiate curare la pulizia domestica, tenere in casa un deposito a cielo aperto di feci ed urine non è esattamente salutare. Il vostro animale, soprattutto se lasciato da solo per molte ore e tutti i giorni, finirà per camminare sui suoi escrementi sporcandovi comunque la casa. Ammesso anche che vi ritiriate stanchi ed affaticati a tarda sera, per evitare questo genere di intoppo, dovrete comunque pulire la lettiera. Non sarebbe meglio allora fare una passeggiata rilassante e nel frattempo permettere a Fido di espletare naturalmente i suoi bisogni?

Magari, se proprio non vi è possibile organizzarvi in questa maniera, chiedete ad un vicino che abbia dei cani di darvi una mano con il vostro, affidatevi ad un dog walker oppure ancora sfruttate le eventuali pause pranzo. Insomma: se non è strettamente necessario cercate di non far perdere al cane la sua identità! Sappiate poi che molti pelosetti tendono ad ingurgitare le loro stesse feci. Ciò potrà accadere con una certa facilità se lascerete in casa incustoditi animali e lettiera. Alla luce di ciò: vi farà ancora piacere ricevere la solita slinguazzata di bentornato a casa? Forse no…

Traversine vs lettiera per cani

Un prodotto in qualche modo affine alla lettiera per cani è la traversina. Si tratta di un panno soffice che, proprio in virtù della sua morbidezza, stimola l’animale a defecare ed urinare. Vi sembra strano? Non lo è affatto. Vi siete mai chiesti perché i cuccioli ancora inesperti lascino i loro ricordini su divani, tappeti e cuscini ma non sul tavolo o sui mobili in genere?

Beh, il motivo è proprio la consistenza della superficie prescelta. Adesso che conoscete un po’ meglio la psiche del vostro animale sappiate anche che, almeno sino al compimento del sesto mese di vita della bestiola, sarebbe meglio rimuovere dalla circolazione il maggior numero possibile di elementi a rischio (maglioni, pouf, plaid, e via discorrendo).

Ma passiamo alla lettiera per cani. Con questo oggetto abbiamo già iniziato a prendere confidenza e, dato che ci dilungheremo ancora molto sull’argomento, non ci sembra il caso di darvi adesso ulteriori informazioni a tal riguardo. Insomma: siete già in possesso di tutte le notizie che vi servono per continuare a seguirci. Per ora perciò procediamo semplicemente al confronto tra questi due elementi.

Le traversine

Iniziamo subito col dire che le traversine servono a far fronte a situazioni di necessità ma non possono in alcun modo essere ritenute sostitutive della solita passeggiata liberatoria. Vi ricorda qualcosa? Probabilmente sì. Prima di addentrarci nel nostro confronto inoltre ci preme farvi sapere che esistono svariate tipologie di traversine e, lo vedremo meglio in seguito, anche di lettiera per cani. In questo caso abbiamo deciso però di fare il paragone tra una qualsiasi variante di panno igienico ed una lettiera in erba.

La prima tipologia di prodotto, soprattutto se utilizzata con i più piccoli, è in qualche modo diseducativa. La bestiola infatti assimilerà questo tappetino ad una qualsiasi superficie morbida presente in casa. Per lui insomma diventerà normale farla ovunque dentro l’appartamento. Questo significa che non imparerà mai a trattenere i bisogni o a chiamare il padrone quando lo stimolo inizia a farsi sentire.

In poche parole sarete privi di vivere serenamente i vostri spazi domestici ed avrete paura di quello che potrebbe accadere decidendo di andare insieme  a Fido a casa di altri o in un negozio. Sappiate inoltre che, ammesso che la bestiola si renda conto di doverla fare soltanto sulla traversa, crescendo assocerà quel preciso angolo della casa all’idea di WC personale. Insomma: anche se il tappetino igienico fosse assente, lui farebbe tutto proprio in quel punto. Alla luce di ciò concludiamo dicendo che i panni igienici andrebbero forse utilizzati soltanto in casi estremi, magari dentro i trasportini, ma non in altre occasioni.

La lettiera per cani

La lettiera per cani, a patto di appartenere alla tipologia in erba, dà sicuramente meno problemi. I cagnolini infatti in qualche modo avranno un approccio più naturale alla faccenda dato che, anche andando fuori ad espletare i loro bisogni, saranno istintivamente spinti a cercare un prato oppure un’aiuola. Insomma: l’uso, sempre sporadico per carità, della lettiera in erba non rende difficile ai limiti dell’impossibile insegnare al cucciolo a ricorrere a strategie più tradizionali per la defecazione e la minzione.

C’è poi da dire che questo prodotto offre sicuramente maggiori garanzie in termini di resistenza e durata, è più ecologico dato che può essere riutilizzato più e più volte prima della sostituzione e, cosa più importante di tutte, renderà agli occhi della bestiola meno attraenti divani, cuscini, letti et similia. Insomma tra le traversine e la lettiera per cani vi consigliamo decisamente di propendere per quest’ultima soluzione.

Lettiera per cani: tutte le tipologie

Come accennavamo prima in commercio c’è davvero un grande assortimento di lettiere per cani. Tutta questa differenziazione viene incontro alle più svariate esigenze di umani e bestiole. Vediamo quindi di approfondire l’argomento: vi tornerà utile saperne il più possibile prima di recarvi nel vostro pet store di fiducia o di cliccare sulla voce “aggiungi nel carrello”.

Iniziamo dalla lettiera con griglia. Si tratta di una soluzione davvero molto pratica e che può efficacemente trovare impiego tanto negli spazi esterni quanto dentro casa. Essa consta di una vaschetta in cui è contenuta della sabbia o della ghiaietta e di una griglia che sovrasta la bacinella. Il cane, nel momento fatidico, si appoggerà proprio su questa griglia. Ciò significa che l’urina migrerà serenamente verso la vaschetta, le feci però non faranno altrettanto. C’è di buono che comunque la pulizia potrà essere rapida e semplice anche se non proprio adatta a padroni che non abbiano uno stomaco decisamente forte.

Con la lettiera erbosa abbiamo già avuto un primo incontro. Adesso dobbiamo specificare che l’erba in questione può essere naturale o sintetica. In entrambi i casi il manto erboso formerà un pannello quadrato o rettangolare e verrà incastrato in una sorta di piccolo recinto. Il cane, come abbiamo già detto, sarà quindi facilmente portato ad associare il concetto di lettiera e prato e  ad utilizzare il prodotto per liberarsi… di un peso sullo stomaco.

Solitamente questo tipo di lettiera trova collocazione all’esterno dato che la pulizia richiede l’uso di un buon getto d’acqua magari proveniente da una pompa o da un tubo da giardino. Ricordate comunque, a prescindere dal momento della detersione, di inumidire spesso la lettiera, soprattutto durante la stagione più calda. Senza questa piccola attenzione l’erba, se naturale, seccherebbe. In poche parole vi ritrovereste a buttare soldi e… a raccogliere in giro per casa i segni tangibili della presenza di Fido.

Certo, a questo punto la domanda sorge spontanea, è meglio scegliere l’erba naturale o quella sintetica? Beh, il nostro consiglio è di puntare sulla prima variante. Innanzitutto perché più il momento pipì e popò somiglia a quanto accadrebbe allo stato brado e meglio sarà per voi e per il cane. In secondo luogo la lettiera erbosa naturale è sicuramente più ecologica rispetto all’alternativa proposta. In ultimo sappiate anche che l’erba sintetica potrebbe essere staccata ed ingerita da Fido, cosa che di sicuro sarebbe meglio evitare.

Per correttezza dobbiamo dirvi però che i prodotti naturali sono tendenzialmente più costosi rispetto agli altri ma vi ricordiamo anche che l’uso della lettiera per cani dovrà comunque essere limitato nel tempo: la spesa insomma non vi manderà sul lastrico. E poi per il vostro pelosetto, ne siamo sicuri, affronterete il sacrificio a cuor leggero…

Passiamo adesso alla lettiera con sabbia. Questa variante è in tutto e per tutto simile a quella normalmente utilizzata dai gatti. I bordi della vaschetta stavolta possono essere rialzati o ribassati. Scegliete l’ultima opzione soprattutto se il vostro animale è ormai un po’ vecchiotto e fatica a compiere determinati movimenti.

La lettiera con sabbia è la soluzione ideale per chi è per forza di cose costretto a lasciare per molte ore la bestiola da sola in casa. Tuttavia necessita di una pulizia continua e costante. Tale operazione, vi avvisiamo sin da subito, sarà un po’ più fastidiosa del solito. Gli odori peraltro tenderanno a diffondersi per il vostro appartamento in maniera più evidente di quanto non succeda utilizzando altre varianti del prodotto.

Scegliere la lettiera per cani: consigli utili e criteri d’acquisto

Adesso che avete preso un po’ di confidenza con l’argomento, possiamo suggerirvi dei criteri da utilizzare all’atto dell’acquisto del prodotto. Tenerli bene a mente vi servirà per essere certi di comprare la lettiera per cani che faccia al caso di Fido. Chiaramente la vostra priorità sarà il benessere e la salute dell’animale, tuttavia cercherete anche di venire incontro alle vostre esigenze. Ecco allora a cosa bisognerà far caso una volta giunti davanti allo scaffale dedicato del vostro pet store di fiducia.

La tipologia

Abbiamo appena parlato delle varie tipologie di lettiera per cani ad oggi disponibili in commercio ed è per questo che non vogliamo dilungarci oltre sull’argomento. Ci pare comunque giusto inserire tale criterio selettivo nella lista degli elementi da tenere in considerazione all’atto dell’acquisto: del resto destreggiarsi tra le varie tipologie di prodotti ad oggi in commercio è chiaramente una parte fondamentale del problema.

Come avrete ben capito non vi suggeriremmo di propendere per la variante erbosa perché più naturale e più salutare per l’animale. Qualora non disponeste degli spazi adeguati però optate per il modello con griglia: è sicuramente l’alternativa più pratica. La versione che prevede l’uso della sabbia è infine la più economica ma anche la più fastidiosa da tenere ben pulita. Vi consigliamo perciò di propendere per questa variante sul tema solo nel caso in cui vi ritroviate a non avere alternative.

Le dimensioni

I cani possono tra loro differire parecchio per peso e stazza. In relazione a questi parametri cambierà anche la quantità di cibo ingerito quotidianamente e, per ovvie ragioni, la quantità di scarti prodotta in un giorno. Inoltre, come abbiamo detto, l’animale dovrà potersi muovere comodamente dentro la sua bacinella.

Chiaro è quindi che un conto è comprare la lettiera per un barboncino ed un conto è fare lo stesso tipo di acquisto per un cane corso. Detto ciò, sappiate che per un animale di piccola taglia dovrebbe andar bene una 60 x 60 centimetri, per una bestiola un po’ più ingombrante invece servirà almeno una 60 x 90 centimetri.

Vi consigliamo comunque di scegliere tenendo conto anche degli spazi che avete in casa e di andare in negozio soltanto quando avrete le idee molto chiare circa l’esatta collocazione della lettiera per cani. Anche queste informazioni, sebbene marginali rispetto alle esigenze dell’animale, possono in qualche modo fungere da criteri selettivi.

Il sesso del cane

In commercio esiste una variante di lettiera per cani pensata ad esclusivo uso e consumo dei maschietti. Come ben sappiamo questi ultimi tendono ad alzare la gambetta e quindi ad urinare. Si tratta di un modo come un altro per marchiare meglio il territorio e per comunicare con gli altri rappresentanti della specie.

Le cagnoline sono invece un po’ più discrete: a loro basta accovacciarsi con discrezione e… passare all’azione. Per rendere meno traumatico l’uso della lettiera per cani, nel caso in cui il vostro pet fosse un maschietto, scegliete un modello dotato di torrette, finti alberi o appositi pali: Fido ve ne sarà grato.

Facilità di pulizia

Come sapete già è fondamentale che prendiate l’abitudine di pulire la lettiera della vostra bestiola praticamente ad ogni utilizzo, soprattutto quando il cane avrà “depositato” materiali più consistenti. In linea generale il prodotto in esame non presenta mai particolari difficoltà di manutenzione, tutto sta forse nell’individuare la situazione che possa darvi meno fastidio.

In ogni caso, a prescindere dalla vostra scelta, ricordatevi che non dovrete mai utilizzare candeggina o altre tipologie di detersivi chimici. Per quanta sporcizia possa esserci e per quanta puzza possa aver prodotto il vostro amico a quattro zampe sarebbe sempre meglio infatti avvalersi soltanto di acqua ed aceto. Quest’ultimo è infatti uno sterilizzante naturale. Tra l’altro, come saprete bene, l’aceto è un prodotto a basso costo nonché una scelta green. Inoltre, a differenza dei normali detersivi, esso non nuoce alla salute dell’animale.

Il numero di animali presenti in casa

Un altro elemento da tenere in considerazione all’atto dell’acquisto di una lettiera per cani è il numero di animali che ospitate in casa. Come abbiamo detto infatti ciascuno di loro dovrà avere un suo “bagno privato”. Inutile sottolineare che questa necessità influirà parecchio sulla vostra scelta finale: dovrete infatti prevedere ed organizzare più spazi pipì e popò.

Presumibilmente a quel punto cercherete anche di spendere meno in modo da rientrare nel bilancio mensile familiare. Ovviamente poi dovrete anche organizzarvi per non essere costretti ad andare tutti i santi giorni nel vostro pet store di fiducia. Scegliete allora tenendo bene a mente tutti i consigli ricevuti sinora ma dando un po’ più di importanza alle esigenze dell’umano che manda avanti la baracca…

Prezzi

Una lettiera per cani avrà costi diversi in funzione della sua tipologia di appartenenza e dei materiali utilizzati per la realizzazione dell’oggetto. Il prodotto in assoluto più economico è la lettiera con sabbia, il più costoso è la lettiera erbosa naturale.

Potreste quindi, in relazione alle vostre scelte, spendere pochissimi euro, all’incirca una ventina se includiamo anche l’acquisto di bacinelle, palette e secchi per l’immondizia. Diversamente potreste dover sborsare anche una cinquantina di euro o giù di lì. Dato comunque che deve trattarsi di una spesa sporadica vi consigliamo, ove possibile, di acquistare i prodotti di qualità migliore e sicuramente i meno destabilizzanti per il cane.

Soluzioni alternative: costruire una lettiera per cani

Proprio perché la lettiera per cani deve essere utilizzata sporadicamente, potrebbe magari tornarvi utile evitare di ingombrare casa con questo tipo di prodotto. In tal caso, all’occorrenza, potreste provvedere a costruire l’oggetto in esame ricorrendo al fai da te. Se avete la fortuna di possedere un piccolo giardino, scegliete una zona del prato seguendo i criteri sopra enunciati (facile accessibilità, riparo garantito, ecc.). Scavate quindi una piccola buca le cui dimensioni siano pari ad 1 x 1 x 1 metro per i cani più piccoli, un po’ più estese per le razze più grandi.

Delimitate con una recinzione molto bassa il futuro WC di Fido e quindi riempitelo con della segatura e qualche truciolo oppure ancora della ghiaia. Chiaramente dovrete fare in modo che pur scavando in zona resti ancora dell’erba: sappiamo bene quanto questo possa essere importante per il vostro cagnolone!

Se non disponete di un giardino non disperate: è infatti possibile costruire anche delle lettiere fai da te per interni. Scegliete allo scopo un recipiente in plastica o in metallo: gli odori così si diffonderanno meno, le perdite saranno poche o nulle e la pulizia sarà più semplice. All’interno riponete della ghiaia, dell’erba o della sabbia. Quindi utilizzate, anzi, fate utilizzare il tutto a Fido così come descritto in precedenza. Facile, no?

Clicca per votare questo articolo!
[ Totale voti: 0 Media: 0]