Pattini a rotelle: riconoscere i migliori. Guida all’acquisto

I pattini a rotelle: quando li vediamo ci sembra un po’ di ritornare bambini! In quel preciso istante vorremmo abbandonare tailleur e 24 ore, indossare quanto prima casco e ginocchiere e sfrecciare liberi per la pista. Beh, perché non farlo?

Sul mercato esistono pattini a rotelle (noti anche come quad, rollerquad oppure ancora come rollers) pensati per grandi e per piccini, modelli da principianti e da provetti skaters, basta solo fare l’acquisto giusto e… lanciarsi in pista. In questa guida vi daremo qualche consiglio utile a tal proposito.

Migliori pattini a rotelle in commercio

Bestseller No. 1
KRF School PPH Pattini A Rotelle Per Artistico, Unisex bambini, Bianco, 39
  • Pattini per pattinaggio artistico con stivaletto in ecopelle, tacco e linguetta imbottita.
  • Le ruote hanno le dimensioni 58 Mmx32 mm, sono dotati di una Durezza 92a e cuscinetti abec 5 per perfetta...
  • Il telaio è realizzato in robusto materiale materiale composito e assali in nylon resistente agli urti
Bestseller No. 2
WeSkate Pattini in Linea con Ruote Lampeggianti Pattini in Linea Confortevoli per...
  • FLASHING - Le ruote in PU che lampeggiano durante la guida sono coinvolgenti e molto apprezzate dai...
  • AFFIDABILE - Fibbia Barbie, solido velcro e lacci per scarpe possono offrire la massima protezione alla...
  • RESISTENTE - Il supporto in acciaio che collega le ruote è abbastanza forte da resistere a compressione...
  • PROFESSIONALE - Il design dei nostri pattini in linea è stato continuamente migliorato solo per creare...
  • SODDISFACENTE - Se hai domande sui pattini a rotelle, non esitare a consultare il nostro se...
Bestseller No. 3
WeSkate Pattini a Rotelle per Bambini Pattini con 4 Ruote Traspirante per...
  • RESISTENTE ALL'USURA - I pattini a rotelle sono realizzati in PU di alta qualità, che conferisce loro...
  • TRASPIRANTE - La materia prima della scarpa da roller è un tessuto a rete in poliestere permeabile...
  • POPOLARE - Il pattinaggio è uno sport molto popolare tra i giovani di tutto il mondo. Incoraggia i tuoi...
  • SICURO - La base in plastica antiurto integrata e la struttura avvolta offrono la massima protezione...
  • LISCIO - L'uso di cuscinetti ABEC-7 ad alta precisione consente una migliore resistenza alla pressione,...
Bestseller No. 4
Sulifeel Rainbow Unicorn Pattini a Rotelle Regolabili in 4 Dimensioni Pattini Roller...
  • 「Cresci con uno stivale regolabile in 4 misure」 Una scelta perfetta per i bambini che crescono, ti...
  • 「Tutte le ruote con luci arcobaleno colorate」 Immagina una meteora che attraversa il cielo in un...
  • 「Regalo di compleanno perfetto e regalo per bambini」 Il pattinaggio a rotelle è amato dai bambini di...
  • 「Standard elevati garantiscono comfort e durata Dur Goditi una guida fluida, silenziosa e sicura sul...
  • 「Servizio clienti dedicato e protezione post-vendita」 La sicurezza di tuo figlio e la tua...
Bestseller No. 5
Apollo Pattini a Rotelle Classici - Pattini a Rotelle Bambini, Adolescenti ed Adulti...
  • DESIGN ALLA MODA – Questi pattini a rotelle donna, uomo e bambino, hanno un meraviglioso look retrò....
  • COMFORT SENZA PARI – I pattini a 4 ruote Apollo sono comodi e realizzati in morbida pelle sintetica,...
  • FLESSIBILITÀ – Questi comodi pattini bambino/a sono regolabili e si adattano a 4 diversi numeri di...
  • QUALITÀ – I pattini 4 ruote Apollo offrono un’esperienza di pattinaggio ottimale grazie alla...
  • VARIETÀ – Pattini a rotelle professionali dall’aspetto meraviglioso, per adulti e bambini: per un...
Bestseller No. 6
Osprey Quad Skate Rollschuhe Für Mädchen, Pattini Bambina, Viola, 32-36 EU
  • OSPREY I PATTINI QUAD IDEALI PER PRINCIPIANTI. Con il loro telaio robusto e leggero, facilmente...
  • RUOTE VELOCI E DUREVOLI IN PVC. I cuscinetti a sfere 608z permettono stabilità e durata eccezionali....
  • MISURA REGOLABILE. Questi pattini si adatteranno rapidamente e con precisione alla crescita del tuo...
  • COMODO STIVALETTO IMBOTTITO. Il design ergonomico e robusto in tessuto traspirante, offre comfort e...
  • FACILI DA CONTROLLARE GRAZIE AL FRENO ANTERIORE. I freni anteriori permettono di fermarsi immediatamente...
Bestseller No. 7
Giochi Preziosi-Patins Ãx20AC Roulettes Entrainement Pointure 36/37 Soy Luna...
  • Pattini realizzati con materiali di alta qualità, ottimi per l'allenamento
  • Tampone del freno frontale studiato per garantire aderenza al suolo sia in ambienti esterni sia interni
  • Calzatura confortevole per la protezione del piede
  • Prodotto ufficiale Soy Luna, realizzato da Roces per Giochi Preziosi
  • Taglia: 36/37
  • Larghezza cinturino: 21.6 millimetri
Bestseller No. 8
GIOCA- Pattino, IGB100-G
  • Pattini a 4 ruote made in italy; telaio regolabile dal numero 24 al 34; cinghie a sgancio rapido e...
  • Freno anteriore integrato; ruote 50 x 30 mm; sistema antiarretramento
  • Consegnato assemblato pronto da utilizzare
  • Peso del pacchetto: 1.44 kilogrammi
OffertaBestseller No. 9
Girabrilla by Sport1 Pattini a rotelle con paillettes girevoli multicolor 35-36
  • Calzata sneaker
  • Freno a tampone
  • Cuscinetti di precisione ABEC3
  • Diametro ruote 50x30 mm
  • Portata max 60kg
OffertaBestseller No. 10
Hikole Pattini in Linea per Adulti e Bambini Taglia Regolabile (35-43) Pattini per...
  • Traspirabilità - Il rivestimento interno dei pattini in linea è velour, morbido e ammortizzante. E lo...
  • Adattabilità - La dimensione dei pattini in linea è regolabile. Ci sono rispettivamente quattro taglie...
  • Forza - I nostri pattini in linea sono stati testati per la resistenza alle cadute. Dopo essere caduto da...
  • Sicurezza - Velcro, fibbia Barbie e lacci consentono alla tomaia di avvolgersi saldamente attorno alle...
  • Nota - Prima di utilizzare i pattini in linea, assicurarsi di controllare se le ruote sono allentate e di...
OffertaBestseller No. 12
Mondo Toys-Pattini a rotelle Regolabili PJ Masks per Bambini-Taglia dal 22 al 29 -...
  • Grafica pj masks - bellissimi roller per bimba/ bimbo con le grafiche del celebre cartone animato pj...
  • Misura regolabile - i pattini rollerblade bambina a 4 ruote sono facilmente regolabili dalla misura 22...
  • Set completo - il pacchetto comprende i pattini e tutte le protezioni per mettere al sicuro la vostra...
  • Dimensioni contenute - il set misura solo 40 x 40 quindi comodissimo da trasportare
  • Ideale per un regalo - ideale da regalare per ogni occasione: natale, compleanno o qualunque cerimonia o...
Bestseller No. 13
Garlando - Pattini Convertibili
  • Pattini a rotelle trasformabili in pattini in linea 2in1
  • Ottimo rapporto qualità/prezzo
Bestseller No. 15
Gonex Pattini a Rotelle Regolabili per Bambini/Adulto,4 Ruote Illumina LED...
  • Pattini a Rotelle Regolabili: un paio di stivali può essere adattato a dimensioni diverse man mano che i...
  • Pattini a 4 Ruote con Luci: le ruote illuminate più fredde sono auto-generate senza la necessità di una...
  • Durevole & Resistente all'usura: telaio in alluminio resistente alla ruggine, 8 ruote in PU da 64 mm e 82...
  • Materiale Confortevole: il corpo principale dei pattini è realizzato in materiale PP di prima qualità,...
  • Regalo Perfetto: un regalo fantastico per compleanni, festa dei bambini, ritorno a scuola, Pasqua,...

Pattini in linea vs pattini a rotelle

In commercio potrete trovare sia dei pattini a rotelle che dei pattini in linea. Conoscete la differenza? Beh, anche se non la conosceste con certezza osservando questi due oggetti vi salterebbe subito all’occhio. I quad hanno un assetto molto stabile dato che le rotelle sono 4 ed appaiate tra loro.

Esse inoltre vengono installate in modo da sorreggere l’intero arco plantare. I pattini in linea sono invece un po’ più da temerari. Essi si compongono infatti di un numero variabile di rotelle (di solito 3 o 4) disposte tutte lungo l’asse centrale della scarpa. Non è difficile capire che a farne le spese sia essenzialmente la stabilità.

In poche parole perciò i pattini a rotelle vanno bene per i principianti, per i bambini, per chi ha sempre faticato a trovare e mantenere l’equilibrio su ruote ed anche per chi ha qualche chilo in più e difficilmente potrebbe garantirsi una buona stabilità sui pattini in linea.

Questi ultimi invece sono oggetti adatti ai professionisti e… agli scavezzacollo. C’è poi da dire che molto dipende anche dal tipo di disciplina da praticare: il downhill richiede ad esempio dei pattini in linea, il roller derby dei rollerquad.

Cenni storici: come nascono i pattini a rotelle?

Diciamo che i pattini a rotelle sono delle invenzioni relativamente recenti. Prima dei quad però furono i pattini da ghiaccio ad imporsi nella quotidianità di molti individui. Si trattava, più che di una scelta, di una vera e propria necessità.

Gli abitanti dei paesi nordici infatti hanno da sempre fatto i conti con grandi distese d’acqua ghiacciata che gli sbarravano il passo. Da qui il bisogno di riappropriarsi del territorio, per così dire, inventando un mezzo di locomozione che potesse permettere loro di muoversi per le città nonostante il freddo polare.

Bene: i pattini a rotelle sono un po’ l’evoluzione naturale di questa invenzione, un’evoluzione finalizzata però al divertimento più che alla mobilità in sé e per sé. Il debutto dei rollers è da collocare nel 1743 quando un estroso londinese montò delle rotelle di metallo sotto le sue scarpe da passeggio. Non si sa però se tale aneddoto sia da considerare pura leggenda o storia provata.

La prima attestazione ufficiale dei pattini a rotelle risale comunque al 1760, anno in cui John Joseph Merlin, ancora un londinese, progettò i primi quad della storia. Soltanto nel 1818 però un francese, tale Monsieur Petibled, brevettò finalmente l’invenzione. Diciamo sin da subito che i primi rollers erano più che altro dei trabiccoli malsicuri, poco eleganti e di certo difficilissimi da utilizzare.

Per arrivare ai pattini a rotelle che noi tutti conosciamo bisognò aspettare il 1863, anno in cui fecero il loro primo debutto a New York. Da allora ad oggi si è osservato un continuo lavorio da parte di ingegneri, progettisti e semplici menti illuminate. I nostri moderni quad, eredi di quei primi trabiccoli, sono ormai molto più resistenti, facili da utilizzare e sicuri.

Perché usare i pattini a rotelle?

“Per divertirsi” direte voi, “Non solo” diremo noi. I pattini a rotelle, soprattutto in contesti informali, possono rappresentare un ottimo mezzo di locomozione peraltro del tutto ecologico. Inoltre grazie ad essi potrete svolgere dell’attività fisica senza annoiarvi. Anzi, sotto questo punto di vista sono una vera e propria manna dal cielo.

Per mezzo dei pattini a rotelle potrete infatti tenervi in movimento senza per questo sovraccaricare le articolazioni, cosa che puntualmente succede invece dandosi al running o simili. Pare addirittura che la pressione sui legamenti si riduca in questo caso di un buon 50% rispetto a quanto accada praticando altri sport. Per questo motivo possiamo dire che il pattinaggio è praticamente adatto a tutti (o quasi). Ma c’è di meglio.

Pattinando si consumano in pratica un numero di calorie pari a quelle richieste per portare a termine una normale sessione di jogging. E poi quest’attività mette in moto tutti i muscoli, li tonifica e li rassoda. Ciò perché per muovervi dovrete ovviamente fare appello a cosce, glutei e gambe, ma per mantenere l’equilibrio sarà necessario ricorrere agli addominali e persino alle braccia.

In poche parole in appena un’ora di sgambettata su pista potrete bruciare la bellezza di 600 Kcal (limite massimo) eseguendo un lavoro cardio. Migliorerete inoltre la resistenza, il senso dell’equilibrio e la coordinazione. E poi vogliamo parlare dell’umore? Chi non si sentirebbe rinfrancato dopo un po’ di tempo sui pattini? Insomma: rischi di caduta a parte una pattinata di tanto in tanto può essere più che salutare!

Scegliere i pattini a rotelle: ecco come fare

I quad non sono delle semplici scarpe dotate di ruote, non servono soltanto a scivolare sull’asfalto e non sono facili da acquistare. Partendo da questo presupposto abbiamo pensato di fornirvi qualche “aiutino da casa”: troverete perciò nelle prossime righe un elenco di caratteristiche più o meno tecniche che contraddistinguono un buon paio di rollers. Voi non dovrete far altro che tenerne conto.

Le ruote

I quad di solito ne hanno 4 le quali funzionano in coppia. Questo aspetto è molto importante: innanzitutto perché senza ruote non andreste molto lontano ed in secondo luogo perché tale assetto permette di rendere i pattini a rotelle molto più stabili di quanto si possa immaginare. Chi insomma ha qualche problema con l’equilibrio potrà comunque tentare di diventare un bravo skater. Ma non è tutto qua quello che dovete sapere a proposito delle ruote.

All’atto dell’acquisto valutatene anche la consistenza. Sì, può sembrare strano, ma i quad che troverete in commercio possono avere ruote dure o morbide. Anzi, c’è proprio una scala di misurazione pensata ad hoc per valutare questo parametro: il durometro. Tale scala riporta valori compresi tra 0 A e 100 A. Sul talloncino che accompagna i pattini troverete quindi un valore indicativo: più esso sarà elevato, quindi prossimo a 100 A, e maggiore sarà la durezza delle ruote.

Appurato questo, magari vorrete sapere anche quali siano le differenze che intercorrono tra un estremo e l’altro. Bene: le ruote da 100 A o giù di lì, oltre ad essere dure, sono di solito molto più resistenti ed hanno quindi un’aspettativa di vita decisamente più elevata rispetto alle “concorrenti”. Tuttavia la loro aderenza al suolo non è delle migliori. Le ruote i cui valori del durometro sono prossimi allo 0 A invece presentano caratteristiche del tutto opposte.

Una curiosità: in commercio esistono ruote ottenute da un unico stampo e quindi prive di trama interna. Altre invece sono dotate di una sorta di intelaiatura. Ovviamente queste ultime sono le più solide e resistenti.

Altra curiosità: esistono delle tabelle ben precise che potrete reperire online e che rapportano il diametro della ruota al vostro peso. In linea di massima un pattinatore-piuma da circa 40 chili potrà utilizzare delle 62 millimetri, una persona robusta non dovrà mai scendere invece al di sotto dei 70 millimetri.

La scarpa

Sopra le ruote, lo sapete bene, troverete delle scarpe. Ancora una volta dovrete valutarne la fattura cercando di capire quanto esse siano dure o morbide. Una calzatura più rigida si presta di solito a svolgere tutta una serie di attività fitness o, in alternativa, a percorrere lunghi tratti di pista.

Ciò perché in genere questo tipo di prodotto assicura un’ottima stabilità. Le scarpe dure infine vi offrono anche la possibilità di sostituire il liner, qualora fosse necessario ovviamente, con una certa semplicità.

Ma passiamo adesso alle calzature contraddistinte da una minore rigidità: esse sono senza dubbio molto più comode, non fosse altro che per la leggerezza e la traspirabilità dei tessuti. Normalmente questo tipo di scarpa viene scelto da chi sui pattini ama ballare. Si tratta perciò di modelli da dancing o da disco.

Per valutare se uno stivale è duro o morbido non dovreste mai basarvi su criteri di giudizio troppo soggettivi.  Sappiate perciò che esiste una precisa scala di rigidità utilizzata per avere un’idea precisa del grado di resistenza alle sollecitazioni garantito dalla scarpa.

Tale scala va da 15 a 90. In genere i valori più bassi, da 15 a 30, sono destinati ai dilettanti ed ai bambini. I preagonisti utilizzeranno un range compreso tra 30 e 55. Gli atleti veri e propri invece si orienteranno su valori decisamente più alti.

La misura

Scegliere la misura giusta per i propri pattini e per le proprie scarpe non è la stessa cosa. In linea di massima sappiate che sarebbe meglio optare sempre per una taglia in più rispetto a quella indossata di solito.

Tuttavia è chiaro che dovrete sempre provare i vostri quad ed acquistarli soltanto se essi sono perfettamente aderenti ai vostri piedi. Per l’occasione non dimenticate di indossare dei calzini molto leggeri e, soprattutto, traspiranti.

Individuare la giusta misura per i propri pattini è comunque un iter un po’ più complicato di quanto si possa immaginare. Tra l’altro quanto detto sinora, se proprio vogliamo essere pignoli, non basta a definire il numero da scegliere per i propri pattini.

A tale argomento perciò dedicheremo in seguito un paragrafo a sé stante. Vi basti sapere per adesso che una misura troppo stretta renderà meno godibile il pattinaggio, una scelta più abbondante non sosterrà a dovere le caviglie e voi non fareste altro che ruzzolare qui e là.

Un caso a parte è ovviamente quello che riguarda la scelta della misura giusta per i pattini da bambini. Come sapete bene i loro piedini non fanno che crescere, così, da un giorno all’altro. Una volta che avrete comprato loro i primi pattini entrerete in una sorta di spirale: dovrete acquistarne sempre di nuovi man mano che la misura dei loro arti inferiori cambierà. In questo caso perciò orientatevi su pattini a rotelle regolabili: starete in pace per un po’ ed eviterete di spendere un capitale.

Il sistema di allacciatura

Importantissima è anche l’allacciatura dello stivale. Se essa è adeguata il piede sta fermo. Questo significa ottenere un maggiore controllo, ma anche evitare lo sfregamento sulle parti interne della scarpa. In poche parole sarete più sicuri, più comodi e capaci persino di eseguire delle figure. A necessitare di maggior sostegno sono sempre la caviglia ed il tallone.

Ma torniamo all’allacciatura. Quanto appreso sinora ci porta a dire che dovrete cercare un sistema di blocco dei lacci in cui la pressione sia maggiore sulla caviglia, media sulla tibia e medio-leggera sulla punta. L’ideale è propendere per la classica spina di pesce in quanto evita che il collo del piede soffra per un eccesso di rigidezza, avvolge l’arto ed è quasi impossibile che si slacci da sola.

Il truck

Cos’è il truck? Beh, si tratta dell’insieme di piastra e carrello, due importanti porzioni dei pattini a rotelle. Ma vediamo di capirci un po’ meglio. La piastra è normalmente costruita in plastica, il carrello invece in alluminio. Tali materiali permettono di usufruire al contempo di leggerezza e stabilità.

Sui carrelli possono anche essere visibili dei cuscinetti. Qualora essi fossero morbidi ne guadagnereste in termini di agilità, diversamente otterreste una maggiore stabilità. Per la cronaca questi cuscinetti possono essere sostituiti con una certa facilità: potrete insomma rielaborare all’occorrenza l’assetto dei vostri pattini a rotelle.

Il sistema di frenaggio

Inutile dire che per utilizzare dei pattini a rotelle e restare tutti interi è necessario avere a propria disposizione un buon sistema di frenaggio. Preferite sempre i modelli dotati di stop tampone in punta: ne guadagnerete in termini di reattività. Per amor di cronaca comunque dobbiamo dirvi che esistono anche dei prodotti con freno montabile ed altri addirittura sprovvisti di questa parte.

Il consiglio che vi diamo è ovviamente quello di desistere dal loro acquisto. Una brutta caduta dai pattini può nuocere in prima persona a voi stessi, ma non è detto che nella vostra avanzata verso il pavimento non travolgiate passanti ed animali innocenti. Ribadiamo perciò il suggerimento iniziale…

La scala Abec

Un altro elemento di cui dovrete tener conto è la cosiddetta scala Abec. Si tratta di un sistema di misurazione i cui valori sono compresi tra 1 ed 11. Esso si utilizza per valutare il livello di scorrevolezza delle ruote.

Ora: nel caso in cui siate dei pattinatori esperti, magari dei professionisti, vi consigliamo di non andare mai al di sotto del livello 5. Nel caso in cui siate dei dilettanti invece potrete tranquillamente optare anche per un modello un po’ meno performante.

Il tipo di utilizzo

Siete dei pattinatori della domenica o degli skaters seriali? Anche questo ha un suo peso nella scelta dei pattini da acquistare! Quelli che non sanno stare lontani dalle rotelle dovrebbero orientarsi sempre su roller capaci di garantire un ottimo supporto e quindi su ruote belle larghe e su cuscinetti di livello. Chi invece ha di rado del tempo da dedicare ai pattini potrebbe orientarsi su scarpe comode e varianti un po’ più da battaglia.

Il terreno

Su quale terreno utilizzerete i vostri pattini? Poniamo il caso che perlopiù pattinerete in città, magari per arrivare a scuola oppure per andare a comprare il pane. Bene, sappiamo quanto le nostre strade possano essere dissestate: buche, avvallamenti e chi più ne ha più ne metta. Ci sono poi i marciapiedi, le rampe, gli ostacoli, le persone, gli animali randagi e così via.

Chiaro è che dovrete orientarvi in questo caso su pattini più controllabili. Quali sono? Beh, quelli con ruote piccole (80/84 centimetri di diametro) ed ottimo sistema di frenaggio. Tenete a mente però che passare dalle ruote piccole a quelle grandi, paradossalmente, vi sembrerà molto difficile del processo inverso.

E se invece utilizzerete i pattini a rotelle tanto in città quanto al parco? In questo caso vi servirà sì avere un buon controllo sui quad, ma anche poter godere di una certa stabilità e poter sfrecciare in velocità.

Orientatevi allora su ruote da 84 millimetri di diametro ed ancora su un ottimo sistema di frenaggio. Se invece adopererete i vostri quad perlopiù al parco scegliete ruote grandi e telai allungabili. Ci guadagnerete in velocità, ma perderete qualcosa in termini di grip.

I materiali

Sono tanti i materiali impiegati per realizzare ciascuna delle parti che compone un pattino. Partiamo dallo stivale. Di norma la parte esterna è lavorata in plastica rigida in modo da proteggere i piedi da urti ed incidenti. L’interno della scarpa invece è confezionato con stoffe morbide capaci di attutire eventuali impatti e di garantire all’atleta tutto il confort di cui necessita.

Il telaio poi, lo abbiamo già accennato, sarà spesso realizzato in alluminio o comunque con materiali compositi capaci di garantire una certa leggerezza ed altrettanta solidità. Ne esistono anche delle versioni modellate in plastica, ma è meglio starne lontani.

Per quanto riguarda le ruote invece esse sono realizzate in gomma antiscivolo. Non è raro comunque trovarne anche in nylon, ma la qualità in quest’ultimo caso lascia parecchio a desiderare.

Il design

Non dimenticate che anche l’occhio vuole la sua parte. Al giorno d’oggi potrete scegliere tra decine e decine di modelli: estrosi, classici, divertenti e così via. Fate di questo criterio di selezione uno dei meno importanti, ma non dimenticatevi mai di tenerlo comunque in considerazione soprattutto nel caso in cui scegliate dei pattini a rotelle destinati a bambini o a teen-ager.

La sicurezza

Stabilità e sistema di frenaggio contribuiscono ovviamente a rendere i vostri pattini più o meno sicuri. Tutto ciò però non basta. Per essere certi di aver acquistato un buon prodotto verificate sempre che i vostri pattini riportino il marchio CE.

Soltanto in questa maniera sarete certi che i materiali, le tecniche di assemblaggio ed il progetto di realizzazione sia conforme alle attuali normative europee in materia. In poche parole sarete sicuri che tutti i vostri possibili ruzzoloni saranno da imputare alla scarsa manutenzione dei pattini o alla vostra inesperienza.

Il prezzo

I pattini a rotelle possono, in relazione a varie discriminanti, avere un prezzo compreso tra le 30 e le 300 e più euro. Il consiglio che vi diamo è di non orientarvi mai sul risparmio estremo, nemmeno se siete ancora dei principianti.

Potreste correre il rischio infatti di incappare in prodotti di qualità scadente, in materiali poco robusti e di ruzzolare a terra con una discreta frequenza. Optate sempre per una fascia media se siete dei comuni mortali o degli utenti poco pratici, per i top di gamma più costosi invece se siete dei veri professionisti.

Pattini a rotelle e poi?

E dopo aver comprato i pattini a rotelle? Beh, non dimenticate di acquistare anche l’equipaggiamento da skater. Per farlo rivolgetevi sempre a negozi di livello che vendano solo ed esclusivamente merce certificata.

Risparmiare qualche euro comprando un bel tarocco e poi ritrovarsi su una barella in ambulanza non è esattamente una scelta saggia. Il vostro equipaggiamento dovrà comporsi di un casco che abbracci tanto la testa quanto la nuca, di polsiere, gomitiere ed ovviamente di ginocchiere.

Imparare ad andare sui pattini a rotelle

Magari avete letto questa guida per semplice curiosità o per documentarvi sul prossimo regalo da acquistare per i vostri figli. Forse non avete mai utilizzato un paio di pattini a rotelle però adesso vi è venuta la voglia di provare. Beh, anche se ormai siete grandi e vaccinati niente vi impedisce di farlo. Si tratta di un’operazione che dall’esterno può forse apparire complicata, ma che in realtà non lo è.

Per prima cosa allora prendete confidenza con i pattini: calzateli e provate a rimanere in equilibrio in posizione. Ed a proposito di posizione: tenete sempre le gambe appena flesse, morbide. Spingete invece i glutei verso l’esterno, ma senza esagerare.

Portate poi le spalle un po’ in avanti e sciogliete le braccia. Ma torniamo a voi che prendete confidenza con i rollers: scegliete per far ciò un posto che, in caso di caduta, vi possa offrire qualche appiglio sicuro o magari fate tutto questo in compagnia di una seconda persona.

Una volta superato lo scoglio posturale, provate a muovervi. Prima di partire però mettete i piedi come se voleste disegnare sul pavimento una grossa “V”, allargate quindi gli arti in modo che le punte non vadano oltre la linea del bacino. Fate adesso dei passi piccoli e discretamente scivolati dandovi spinta e ritmo con le braccia. Facile, no?

Un’alternativa ai pattini a rotelle ed ai rollerblade: i pattini a tre ruote

Vi piace l’idea dei pattini in linea ma amate anche andare sui pattini a rotelle? Vorreste comprare sia l’uno che l’altro modello ma le vostre finanze (e gli spazi domestici) non ve lo permettono? Abbiamo la soluzione che fa per voi.

In questo caso potreste acquistare infatti i pattini a tre ruote. Essi hanno una caratteristica unica: permettono all’utente di riposizionare le ruote in modo da scegliere tra un assetto in linea o quello di un quad sui generis. Sì, sui generis.

Diciamo ciò perché, come i più attenti di voi avranno notato, manca una ruota per ottenere un perfetto roller. Vero, ma otterrete tutta la stabilità che vi serve anche piazzando due rotelle posteriormente ed in asse ed una anteriormente. Provare per credere.

Pattini a rotelle: la scelta dello scarponcino e della misura

Come promesso, abbiamo pensato di dedicare un paragrafo a sé stante a questo aspetto del problema. Per scegliere correttamente scarpa e misura dei vostri pattini a rotelle dovrete tener conto del vostro livello di preparazione atletica, del tipo di specialità che volete praticare e della vostra corporatura. Ma andiamo con ordine. Per quanto riguarda quest’ultimo aspetto sappiate che non tutti i piedi sono uguali: ci sono quelli affusolati e quelli larghi.

Dato che il design dello stivale prevede un evidente restringimento in punta, sarà necessario acquistare taglie più grandi rispetto a quelle abitualmente indossate. In base alla larghezza della pianta sceglierete perciò 1 0 2 punti in più.

Per essere certi di fare non sbagliare spingete le dita dei piedi quanto più in punta è possibile. Quindi infilate un dito nella parte posteriore dello stivale. Lo spazio ricavato deve essere di circa 5 millimetri nel caso in cui il piede dell’atleta è ancora in crescita, pari al doppio per gli adulti.

Se proprio non potete provare i vostri futuri pattini a rotelle premunitevi a casa. Procuratevi due fogli A4 e disegnate il contorno di ciascun piede (il destro ed il sinistro non sono mai perfettamente uguali). Per far ciò appoggiate stabilmente la pianta al pavimento senza ovviamente posizionarvi in corrispondenza di avvallamenti o inclinazioni. Meglio sarebbe poi che il tallone toccasse un elemento duro, per esempio la parete.

Importantissimo è tenere la penna sempre in posizione verticale e radente all’arto. Per maggior sicurezza ricalcate i contorni più volte. A questo punto misurate in millimetri la distanza  esistente tra la punta del piede ed il tallone. Online troverete delle tabelle di conversione che per ogni possibile lunghezza suggeriscono la misura esatta dello scarponcino. Di solito uno stivale più lungo e più largo di 7 millimetri rispetto alle misure rilevate dovrebbe sempre andar bene.

La cura, la pulizia e la manutenzione dei pattini a rotelle

I pattini a rotelle spesso accompagnano i loro legittimi proprietari per anni ed anni. Il minimo che si possa fare allora è occuparsi della loro corretta manutenzione. Iniziamo col dire che a tale scopo dovrete pulire regolarmente lo stivale.

Agite in maniera molto delicata ed avvaletevi soltanto di un panno morbido e del comune sapone per le mani. Eliminate del tutto ogni residuo di detergente rimasto sulla scarpa e quindi asciugate con cura.

C’è poi una manutenzione straordinaria da effettuare di tanto in tanto. Per rendere lo stivale più bello e farlo apparire nuovo e fiammante proprio come se lo aveste appena comprato, trattatelo con il lucidante neutro che utilizzate per le scarpe o con un comune latte detergente (per quel che vale potrebbe anche essere scaduto: state tranquilli che la scarpa non ne risentirà). Ma non abbiamo ancora finito.

Dopo ogni utilizzo lasciate lo stivale a prendere aria. Agevolate il processo allargando un po’ la linguetta. Non esponete inoltre i vostri pattini a fonti di calore: evitate perciò di lasciarli sotto il sole diretto e per giunta per ore ed ore, non asciugateli mai con il phon e non fatevi venire altre brillanti idee.

Prima di riporre lo stivale infine spruzzate al suo interno un po’ di spry antiodore e possibilmente anche un buon antibatterico. Tutto ciò sarà necessario a prescindere dal fatto che l’interno dello scarponcino puzzi o meno. In ogni caso per rendervi la vita meno complicata non dimenticate mai di utilizzare i vostri pattini indossando dei calzini puliti.

Per quanto riguarda il telaio invece smontatelo e spolveratelo spesso avvalendovi soltanto di un pennello da barba. Abbiate cura poi di sostituire frequentemente i gommini e gli elastomeri. I tamponi poi, se usurati, vanno svitati e quindi riavvitati in modo da cambiare la solita zona di impiego. Un po’ come si fa con i materassi insomma tentate di livellare il pezzo variandone la posizione.

Ogni tanto la stessa operazione potrebbe rendersi necessaria anche nel caso delle ruote: è chiaro che il peso viene infatti distribuito in maniera diversa a seconda che tali parti siano collocate in corrispondenza del tallone o della punta. Le rotelle inoltre andranno di tanto pulite. Oltre che per una questione estetica ed igienica, vi suggeriamo di far ciò per motivazioni più tecnica.

Sappiate che la sporcizia può minare l’aderenza al suolo delle ruote. Per pulirle efficacemente utilizzate un semplice pennello oppure smontate il sistema e lavate la parte in acqua e detergente per le mani. Infine ungete periodicamente i cuscinetti con della vasellina e quindi girate un po’ le ruote in modo da consentire alla sostanza di raggiungere tutti gli anfratti.

Lascia un commento